25-07-2012

Costa-Fierros: Parco della musica a Siviglia

Studio Costa-Fierros,

© Pablo F. Díaz-Fierros,

Siviglia, Spagna,

Piazze,

Cemento, Ceramica,

riqualificazione, Recupero/Restauro, Interventi Urbani,

In seguito alla realizzazione della stazione della metropolitana di Cocheras a Siviglia, la Agencia de Obra Pública de la Junta de Andalucía incarica gli architetti Costa-Fierros del masterplan di riqualificazione dell’intera area. Con il suo pavimento in ceramica, limestone e granito, il nuovo Parco della musica  diventa una grande piazza che connette i due quartieri residenziali circostanti.



Costa-Fierros: Parco della musica a Siviglia L’opera di prolungamento della linea 1 della metropolitana di Siviglia, ultimata nel 2009 con la costruzione in superficie della stazione di Cocheras, ha promosso la riqualificazione dell’area superiore da parte della Agencia de Obra Pública de la Junta de Andalucía. Gli architetti Sara Tavares Costa e Pablo F. Díaz-Fierros hanno sviluppato il progetto di un grande “pavimento urbano”, dove i diversi materiali utilizzati ornano la città, rendendo il quartiere riconoscibile a distanza.
Il progetto di Costa-Fierros risulta significativo per l’uso della pavimentazione come landmark, un segno urbano orizzontale tra i tanti verticali che contraddistinguono le nostre metropoli, il cui scopo non si limita all’orientamento, ma è la qualità del vissuto pubblico e il senso di appartenenza al luogo. La zona in cui sorge quello che è stato battezzato il parco del barrio della Musica si trova appunto tra il Barrio de la Música e il Barrio de Nuestra Señora del Águila, un’area degradata, priva di strutture, nota nella città per essere una terra di nessuno in cui si respirano solitudine e desolazione. Nel 2009, in seguito alla realizzazione della stazione delle metropolitana, sotto il sito di oltre 32.000 metri quadrati, un tempo adibito alle corse delle carrozze a cavalli, è stato costruito un tunnel in cemento, che costituiva a tutti gli effetti una barriera fisica tra le due zone urbane dell’altezza di 7 metri. Il masterplan per l’area, affidato a Costa-Ferrios, aveva dunque lo scopo di riconnetterle mediante la creazione di un ambiente urbano condiviso, che contemporaneamente migliorasse l’accessibilità alla stazione.
I progettisti hanno disegnato una lunga passeggiata a forma di arco che da sud conduce verso il lato nord del sito, innalzandosi in corrispondenza della stazione con un dolce pendio che accompagna alla fruizione del paesaggio urbano circostante. Grazie alla distanza da cui è osservata percorrendo la promenade, la sequenza di fronti abitativi senza qualità guadagna unità scenografica. Lo spazio che si apre salendo a piedi fino alla quota della stazione diventa una grande piazza, al cui fortissimo impatto contribuisce il disegno delle pavimentazioni, ispirato a quello del Patio de Muñecas dal Reales Alcazares, mirabile esempio di architettura Modejar a Siviglia, realizzate in limestone, granito e ceramica e arricchite da aiuole con alberi e arbusti. Il tappeto cittadino definisce i confini dell’area e ne crea le connessioni, indicando con le piantumazioni le vie di accesso ai quartieri circostanti. Ventiquattro specie di piante diverse, tra cui quelle locali, scelte in ragione del posizionamento, dei colori e dei profumi, sono state distribuite in modo da non ostacolare la vista della piazza intera da qualsiasi punto del sito, così da infondere quel senso di controllo e di sicurezza nei confronti del luogo che può spesso mancare negli spazi aperti.


Mara Corradi

Progetto: Sara Tavares Costa e Pablo F. Díaz-Fierros (Studio Costa-Fierros)
Collaboratori: David Breva, Paula Ferreira, Pedro Rito Nobre, David Ampe, Elena González, Rosario Alcantarilla, Sergio González, Cristina Rubiño, Alejandro Rodríguez
Committente: Agencia de Obra Pública de la Junta de Andalucía
Luogo: Siviglia (Spagna)
Progetto delle strutture: Catsoli S.L.
Progetto paesaggistico: Ernesto Fernández Sanmartín, Sara Tavares Costa
Supervisione tecnica: Antonio Carrascal Cruzado
Area del lotto: 32487 mq
Inizio Progetto: 2007
Fine lavori: 2011
Impresa costruttrice: Rafael Morales S.A., Heliopol, S.A.U.
Pavimento in ceramica, limestone e granito
Fotografie: © Pablo F. Díaz-Fierros

www.costafierros.com


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×