01-04-2013

Spring Wind House by auworkshop, Ungheria.

Essen,

Un lavoro concettuale dei giovani architetti dell'architecture uncomfortable workshop di Budapest indaga il rapporto tra forze della natura e abitare.



  1. Blog
  2. Design
  3. Spring Wind House by auworkshop, Ungheria.

Spring Wind House by auworkshop, Ungheria. Un lavoro concettuale dei giovani architetti dell'architecture uncomfortable workshop di Budapest indaga il rapporto tra forze della natura e abitare.



La Spring Wind House, ovvero la casa del vento primaverile, è nata da un'idea tra amici per festeggiare l'arrivo della bella stagione.



Essendo questi i membri dello studio auworkshop, fondato nel 2009 a Budapest da quattro laureati al Politecnico di Budapest Péter Boronkay, Emil Dénes Ghyczy, Lukács Szederkényi e Karolina Szabados, non poteva che nascere un'opera architettonica.



Fedeli alla loro ricerca concettuale che indaga sui nuovi modi dell'abitare hanno sviluppato la Spring Wind House: una contraddizione fatta oggetto.



Normalmente la casa ci deve riparare dalle intemperie, tra cui anche il vento, ma qui è il vento stesso che non solo dà la forma alla casa, ma senza la sua forza questa non esisterebbe. Il suo soffiare incessante gonfia i teli che simboleggiano le pareti, creando l'archetipica silhouette e inquadrature uniche del paesaggio circostante.



Un modo nuovo, giocoso e poetico per sfruttare il vento che fa riflettere sul nostro rapporto con la natura.
Come cantava Bob Dylan, “The answer is blowin' in the wind.”

Progetto: architecture uncomfortable workshop
Luogo: Ungheria
Anno: 2013
Fotografie: Courtesy of auworkshop



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×