11-08-2021

Atelier Barda Residence Alma Montréal

Atelier Barda,

Alex Lesage,

Montréal, Canada,

Residenze,

Il fascino discreto della trasformazione, così è stato definito dagli stessi architetti di Atelier Barda, il progetto da loro realizzato nel quartiere Petite Italie a Montréal, in Canada. La loggia, la corte e il colonnato, sono i tre concetti archetipi dell'architettura a cui si sono ispirati per trasformare un edificio in mattoni, costruito nel XX secolo. Gli architetti di Atelier Barda hanno progettato la ristrutturazione e valorizzazione dello spazio commerciale esistente al pianoterra nonché la radicale trasformazione interna dei piani superiori, per creare una residenza unifamiliare con ampi spazi per gli ospiti.



Atelier Barda Residence Alma Montréal

Nel quartiere Petite Italie di Montréal, in Canada, lo studio d'architettura Atelier Barda ha progettato la ristrutturazione e valorizzazione di un edifico preesistente del XX secolo, ispirandosi a tre elementi archetipi dell'architettura: la loggia, la corte e il colonnato. In particolare il progetto ha riguardato la ristrutturazione e valorizzazione dello spazio commerciale esistente al pianoterra nonché la radicale trasformazione interna dei piani superiori, per creare una residenza unifamiliare con ampi spazi per gli ospiti.
Nel profondo rispetto per la storia dell'edificio e allo stesso tempo guidati dalla necessità di far emergere le novità, gli architetti hanno deciso di conservare la facciata esistente lavorando solo sui cambiamenti di pochi elementi. La pelle di mattoni che avvolge l'edificio diventa quindi un involucro che nasconde ciò che accade al suo interno. Solo alcune nuove aperture e altri discreti elementi svelano, in pochi studianti punti e fin dall'esterno, i cambiamenti in atto permettendo di leggere il progetto come un'opera contemporanea, dove si può chiaramente distinguere tra antico e nuovo.
Alle trasformazioni discrete della facciata corrisponde un radicale intervento di trasformazione dell'interno. L'edificio è stato completamente ricostruito e ripensato negli spazi interni e nella loro articolazione, per esempio: è stata ridotta la superficie occupata dallo spazio commerciale esistente al pianoterra, sono state create nuove aperture sulla facciata esistente per consentire di accedere alla residenza e al nuovo garage. Ancora per consentire una maggior privacy agli abitanti è stato spostato l'ingresso agli appartamenti dei piani superiori, mentre prima avveniva dalla strada principale più trafficata e commerciale, ora il nuovo ingresso è sulla strada laterale residenziale e meno frequentata.

Adeguando l'edificio ai requisiti normativi contemporanei, gli architetti di Atelier Brada hanno potuto ridurre l'altezza dei soffitti intermedi e ricavare un quarto livello. A partire dalla quota strada, il pianoterra è occupato dagli spazi commerciali mentre al primo piano sono presenti due camere con servizi, ampia zona living e studio. Al secondo piano il volume dell'edificio è stato parzialmente scavato per creare un cortile a cielo aperto, che si inserisce tra la zona giorno e la camera da letto padronale, si tratta di un'area di relax arredata con un bagno giapponese e una ricca vegetazione. Al terzo piano, incorniciato da ampie terrazze e con affaccio sul cortile del livello sottostante, gli architetti hanno progettato un mezzanino che contiene la cucina principale della residenza con una sala pranzo che prosegue sulla terrazza. Questi spazi sono arretrati rispetto al filo della facciata e quindi invisibili dalla strada, allo stesso tempo soddisfano le richieste del committente che ama intrattenersi con i suoi ospiti e godere di una vista panoramica sul contesto.
L'interior design degli ambienti è improntato a una eleganza sofisticata con linee pulite e finiture accurate. Gli arredi sono stati progettati su misura dagli architetti e realizzati da artigiani locali. Un approccio minimale con delicati contrasti tra le pareti bianche e i mobili scuri contribuisce a creare il senso di equilibrio e di calore che permea ogni ambiente.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Atelier Barda, photo by Alex Lesage
thanks to v2com


Project: Atelier Barda www.atelierbarda.com
Location: Montréal, Canada
Photos: Alex Lesage
Video credit: Director, edit, camera: Pierre-Alexandre Guay - Director of photography: Alex Lesage
Model: Le Kutsch


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature