12-08-2019

Architecten De Vylder Vinck Taillieu PC CARITAS uno spazio sperimentale a Melle

architecten de vylder vinck taillieu,

Filip Dujardin, ,

Melle, Belgio,

Community Center,

Recupero,

Nella provincia fiamminga delle Fiandre Orientali e precisamente a Melle lo studio d'architettura De Vylder Vinck Taillieu ha trasformato l'edificio Sint-Jozef, che si trova nel centro del campus Caritas, in un nuovo spazio pubblico e sperimentale, dove scoprire e definire nuovi e possibili modi di vita.



Architecten De Vylder Vinck Taillieu PC CARITAS uno spazio sperimentale a Melle

Lo studio d'architettura De Vylder Vinck Taillieu ha firmato il progetto di uno spazio pubblico sperimentale ricavato all'interno dell'edificio Sint-Jozef nel centro del campus Caritas a Melle, cittadina della provincia fiamminga delle Fiandre Orientali, Belgio. Un progetto interessante e con una bella storia da raccontare che è stato selezionato tra i cinque finalisti del Mies van der Rohe Award 2019, il premio della Comunità Europea per l'architettura contemporanea.

Il Sint-Jozef è uno degli edifici di una vecchia clinica psichiatrica. Una struttura che era all'avanguardia rispetto ai tempi in cui era stata costruita. Un grande complesso costituito da edifici separati, il Sint-Jozef era uno di questi, immersi in un'ampio parco verde. La presenza predominante degli spazi verdi su quelli costruiti, gli edifici, permetteva a ogni reparto di apparire come una villa indipendente ma con elementi architettonici comuni. Nel tempo gli edifici sono stati progressivamente abbandonati, poi distrutti e sostituiti da edifici ospedalieri nelle forme più classiche e che non si sono mai integrati nel contesto paesaggistico. Un destino annunciato anche per il Sint-Jozef, difatti l'edificio era stato sottoposto a una prima spogliazione per recuperare materiale, ma successivamente una decisione illuminata lo ha portato a diventare oggetto di un concorso di progettazione, quello vinto dallo studio d'architettura De Vylder Vinck Taillieu. Attraverso un processo di partecipazione che ha coinvolto diversi soggetti interessati come management, medici, pazienti e staff della clinica, si è posto agli architetti una domanda essenziale. La questione verteva sulla domanda se, preso atto che era impossibile adeguare la struttura agli standard ospedalieri contemporanei, c'era la possibilità di trovare un “altro modo di vivere l'edificio” per medici, terapisti e pazienti, trasformandolo di fatto in uno spazio pubblico sperimentale?

Allo studio Architecten De Vylder Vinck Taillieu la committenza ha quindi posto tre diversi obiettivi. Prima di tutto rinsaldare il rapporto tra l'edificio e il suo contesto, naturale in particolare. Risultato raggiunto attraverso la realizzazione di una loggia bianca sulla facciata principale del Sint-Jozef. Un elemento di mediazione tra l'architettura e il suo parco che richiama le logge presenti negli edifici originali. In secondo luogo il rispetto della struttura originaria. Gli architetti hanno quindi provveduto a eliminare tutte le superfetazioni riportando l'edificio alle sue forme grezze originarie. Riparando, piuttosto che ristrutturando, le parti dove il materiale era stato asportato e lasciando ben visibili questi punti di “riparazione”. All'interno dell'architettura così ripulita sono stati introdotti dei volumi di vetro trasparente che nelle forme e nei materiali ricordano delle vere e proprie serre. Questi volumi trasparenti sono usati come nuove stanze dell'edificio distribuiti su suoi tre piani.
Rispondendo quindi al terzo punto richiesto dalla committenza, il nuovo edificio appare come una casa di bambola aperta e leggibile, facilmente modificabile nel tempo, un progetto sempre in evoluzione e in linea con gli intenti terapeutici per cui sarà usato.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Fundació Mies van der Rohe  photo by © Filip Dujardin

Name of work: PC CARITAS
Location: Melle, Belgium
Year completed: 2017 (Year began 2016)
Studios: Architecten De Vylder Vinck Taillieu 
Collaborators:
Engineering: UTIL
Architect: Caroline Lambrechts, Petter Krag, Francisco Ascensao, Patricia Morais, Vinh Linh, Max Kesteloot
Project Director: BAVO
Collaborator (office): Gideon Boie, Fie Vandamme
Program: Health
Labels: Specialized Centre
Total area: 1800 m2
Usable floor area: 1800 m2


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×