23-10-2020

Antonio Virga Architecte Le Grand Palais Cinema e Spazio Museale a Cahors

Antonio Virga Architecte,

Pierre Lasvenes, Luc Boegly,

Cahors, France,

Musei, Cinema,

"Le Grand Palais" è un nuovo cinema multisala e spazio museale progettato dall'architetto Antonio Virga per l'amministrazione cittadina di Cahors, nella regione francese dell'Occitania. Il progetto si inserisce nel più ampio masterplan di riqualificazione urbana della Place Bessières, una grande piazza ed ex sito militare del centro storico cittadino recentemente trasformata in un accogliente spazio urbano.



Antonio Virga Architecte Le Grand Palais Cinema e Spazio Museale a Cahors

Nella regione francese dell'Occitania e precisamente a Cahors, cittadina di antica origine gallo-romana attraversata dal fiume Lot, l'architetto Antonio Virga ha firmato il progetto di "Le Grand Palais", un nuovo cinema multisala con spazio museale. Il progetto, realizzato per l'amministrazione cittadina e la Société Cadurcienne d’Exploitation Cinématographique, si inserisce in un più ampio masterplan di riqualificazione urbana che riguarda tutta l'area di Place Bessières.
La piazza era in precedenza un sito militare, sede di una caserma dell'esercito, le Grand Palais occupa proprio l'ala est del complesso che era stata distrutta da un incendio nel 1943 e si trova a pochi passi dal corso del fiume Lot, a nord rispetto al centro storico della cittadina. Diventata negli anni successivi un parcheggio, grazie al nuovo piano di riqualificazione Place Bessières è stata restituita alla città come accogliente spazio urbano destinato in prevalenza ai pedoni e con al centro un'ampia area verde denominata “l'oasi”. In questo ambito il progetto dell'architetto Antonio Virga svolge un ruolo rilevante, Le Grand Palais diventa un importante landmark per la città e un polo di attrazione per i cittadini, invogliandoli all'uso del nuovo spazio urbano. Il nuovo edificio ospita il cinema con le sue sette sale per circa 1051 posti a sedere e, con ingresso separato, il Museo della Resistenza. L'edificio che ospitava in precedenza il museo era stato abbattuto per realizzare il piano di riqualificazione della piazza e la costruzione de Le Grand Palais. Da un punto di vista compositivo e planimetrico, l'architetto Antonio Virga progetta un edificio che si inserisce armonicamente nella logica rigorosa dei grandi complessi militari e degli edifici pubblici del XIX secolo presenti nella piazza, recuperando e reinterpretando in chiave contemporanea quella tradizione costruttiva. Il progetto è ispirato ad alcuni concetti chiave come semplicità di linee e geometrie, e a un'attenta scelta dei materiali costruttivi che contribuisce a restituire un'immagine unitaria del contesto.
Le Grand Palais è composto da due volumi distinti uno in mattoni e l'altro rivestito da pannelli in alluminio dorato, due anime diverse per uno stesso edificio e che giocano due ruoli diversi in rapporto allo spazio pubblico. Il primo volume dialoga direttamente con la memoria storica dei luoghi di cui riprende il materiale costruttivo d'elezione, il mattone in argilla naturale presente anche nella vicina Tour du Pape Jean XXII, stabilendo un legame diretto con il territorio e con l'architettura storica della città. La matericità del rivestimento fa apparire il volume come un monolite, di contro la texture delle facciate, ottenuta da un'alternanza di vuoti e mattoni, crea giochi di ombre durante il giorno e luci di notte che gli conferiscono leggerezza e lo trasformano in un riconoscibile landmark urbano. Il secondo volume, rivestito da una pelle metallica dorata in alluminio, prosegue in questo compito e appare come un volume addossato al primo di cui diventa l'estensione. Il contrasto cromatico tra il mattone chiaro e il metallo dorato riprende i colori del centro storico di Cahors, ancora una volta l'architetto Antonio Virga fa una scelta che sottolinea l'appartenenza dell'edificio al contesto, ma allo stesso tempo non rinuncia a dichiararne con fermezza la contemporaneità.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Antonio Virga Architecte photo by © Luc Boegly © Pierre Lasvenes

Location: Place Bessières, 46000 Cahors
Programme: 7-theater cinema, 1,051 places (with an independent museum space)
Client: Mairie de Cahors / Société Cadurcienne d’Exploitation Cinématographique

Architects: Antonio Virga Architecte (architect) / Miguel Allen (project manager) / Grue (landscape architect), Projex (BET TCE), Diagobat (acoustic consultant), PhA (lighting engineer), Stefania Corrado (graphic design)
Surface: theater cinema and museum space : 3 653 m² / place Bessières urban space : 8 500 m²
Total cost: €8,685,180 excl. VAT (€4,417,010 for the raw shell + €1,987,570 for the interior design + €2,280,600 for the outdoor enhancements
Calendar: Delivered in december 2019

Photos credits:
© Luc Boegly (photos 1-20)
© Pierre Lasvenes (drone) (photos 21-25)


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature