17-03-2021

Alvisi Kirimoto Accademia della Musica di Camerino - Andrea Bocelli Foundation

Alvisi Kirimoto + Partners,

Marco Cappelletti,

Camerino, Italia,

Cultural Center, Università,

L'Accademia della Musica di Camerino è stata inaugurata nell'autunno 2020 e realizzata in soli 150 giorni lavorativi. Un progetto promosso dall'Andrea Bocelli Foundation e realizzato nell'ambito delle ricostruzioni post-sisma 2016, che aveva colpito le zone interne del centro Italia. L'intervento è dello studio Alvisi Kirimoto che ha portato a compimento il progetto iniziale di Harcome, un giovane studio d'architettura. Il nuovo progetto ha dato alla struttura un significativo aspetto contemporaneo, restituendo così alla città di Camerino un'accademia musicale dalla forte identità architettonica.



Alvisi Kirimoto Accademia della Musica di Camerino - Andrea Bocelli Foundation

Il 1 ottobre 2020 alla presenza delle autorità locali, del cantante Andrea Bocelli, e di altri artisti invitati, è stato inaugurato il terzo progetto che l'Andrea Bocelli Foundation ha supervisionato nella provincia di Macerata, nel cratere del sisma che nel 2016 ha sconvolto alcune aree interne del centro Italia. Dopo le scuole di Sarnano e Muccia, l'organizzazione filantropica presieduta e fondata dal celebre artista italiano, ha supervisionato i lavori di costruzione della nuova Accademia della Musica di Camerino. Un intervento realizzato grazie ai fondi raccolti in soli 150 giorni lavorativi nonostante le restrizioni dovute alla pandemia in corso.
Il progetto non ha solo restituito alla città di Camerino la sua scuola di musica, una struttura pronta ad accogliere il percorso artistico di 160 studenti e le iniziative culturali della comunità, ma anche un edificio dalla forte identità architettonica che si inserisce armonicamente nel contesto non rinunciando al suo ruolo iconico nello skyline del territorio.
L'intervento è firmato dallo studio Alvisi Kirimoto che ha portato a compimento il progetto iniziale di Harcome, un giovane studio d'architettura, e ha impresso alla struttura un significativo aspetto contemporaneo.

Realizzato in prossimità del campus universitario, in un sito messo a disposizione dall'amministrazione locale, il nuovo edificio appare come un volume inclinato adagiato sul naturale declivio del terreno. La costruzione si sviluppa su due livelli per un totale di 600 mq di superficie suddivisa in un auditorium di 226 mq, un ufficio e 9 aule per l’insegnamento di diverse dimensioni.
Le linee pulite ed eleganti della nuova scuola di musica sono caratterizzate da una pelle eterea costituita da pannelli bianchi con una texture di forature regolari, ma di dimensione variabile. Il rivestimento progettato dagli architetti trae ispirazione dal movimento delle nuvole e contribuisce a dissolvere l'edificio nel contesto. La naturale inclinazione del terreno permette all'edificio di apparire come una semplice scatola se osservato dal lato nord, quindi dalla strada e dal giardino superiore. La facciata, su questo fronte, è alta solo un solo piano e i pannelli metallici che costituiscono la sua eterea pelle sono sospesi a pochi cm dal terreno. Sul fronte sud, invece, il candido rivestimento metallico avvolge il primo piano svelando e lasciando libero il pianoterra, che contiene l'auditorium ed è delimitato da vetrate trasparenti scandite dai pilastri grigi. Le dimensioni contenute dell'auditorium sono dilatate da queste vetrate e dallo spazio della piazza inferiore che guarda verso il centro storico della città.
Per gli interni, gli architetti hanno scelto due materiali principali. Il primo è il legno di rovere usato per superfici ed elementi che compongono l'auditorium, una scelta che valorizza lo spazio a disposizione anche se di dimensioni contenute. Il secondo materiale è il cemento, usato per le superfici principali che definiscono la struttura e gli elementi strutturali.
Infine una scala in resina arancione, elemento di collegamento tra i due livelli dell'edificio, dona una nota di colore e vivacità che si diffonde per tutto l'edificio.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Alvisi Kirimoto photos by © Marco Cappelletti

Project Name: Camerino Academy of Music
Location: Camerino (Italy)
Architect: Alvisi Kirimoto with Harcome

Project Team
Alvisi Kirimoto: Massimo Alvisi, Junko Kirimoto, Silvia Rinalduzzi
Harcome: Andrea Gianfelici

Client: Andrea Bocelli Foundation
Date October 2020
GFA: 600 sqm (Academy of Music), 4.650 sqm (external areas)
Construction Manager and Coordinator: Engineer Paolo Bianchi
General Contractor: PSC Group
Executing Contractor: Subissati S.r.l.
Mechanical and Hydraulic Installations: Bioedil Vuesse
Electrical Systems: Elettrosystem
Installation and Fire Safety Design: Serpilli Engineering
Structural Design: Engineer Paolo Bianchi
Acoustic Design: Tan Acoustics - Marco Facondini
Audio Video: Flixarte - Andrea Vaccarini
Construction Site Safety: Engineer Martina Barigelli
Construction Site Management: Surveyor Giovanni Perciante

Photographer: © Marco Cappelletti


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature