21-05-2021

Renzo Piano progetta un Hospice Pediatrico tra le chiome degli alberi

Renzo Piano,

Bologna, Italia,

Ospedali,

Una casa sull'albero dove trovare sollievo avvolti dalla magia e dalla bellezza naturale di un bosco, è questo il concept dell'hospice pediatrico progettato dall'architetto Renzo Piano e dal suo studio, RPBW, per la Fondazione Hospice MariaTeresa Chiantore Seràgnoli Onlus. Il complesso è in costruzione a Bologna, accanto all'ospedale Bellaria. Sarà pronto nel 2022 e diventerà il Centro di Riferimento Regionale per l’erogazione dei servizi di Cure Palliative Pediatriche della Regione Emilia Romagna.



Renzo Piano progetta un Hospice Pediatrico tra le chiome degli alberi

A Bologna, accanto all'ospedale Bellaria, è in costruzione un luogo speciale dove saranno offerte cure specialistiche e percorsi clinico-assistenziali per dare sollievo ai pazienti pediatrici e alle loro famiglie. È il Children's Hospice progettato dall'architetto Renzo Piano e dal suo studio, Renzo Piano Building Workshop, per la Fondazione Hospice MariaTeresa Chiantore Seràgnoli Onlus. Un'organizzazione senza fini di lucro impegnata nel migliorare la qualità di vita dei pazienti con malattie inguaribili e nel fornire assistenza e cure negli Hospice Bentivoglio, Bellaria e Casalecchio.
A queste strutture sanitarie, si affiancherà il nuovo Children's Hospice, che grazie a un percorso condiviso dalla Fondazione Hospice con la Regione Emilia Romagna, le ASL di competenza e i professionisti dell'ambito pediatrico, diventerà il Centro di Riferimento Regionale per l’erogazione dei servizi di Cure Palliative Pediatriche della Regione Emilia Romagna.

In una recente intervista, rilasciata al quotidiano italiano La Stampa, l'architetto Renzo Piano ha parlato della necessità di fare dei luoghi di cura che siano belli, perché bellezza e scienza debbono viaggiare unite, e ha inoltre ricordato che "l’architettura non è solo l’arte di rispondere ai bisogni, ma anche ai desideri, persino ai sogni".
Accanto a cure specialistiche e a percorsi assistenziali dedicati, il Children's Hospice offrirà ai suoi piccoli ospiti proprio questo: un sogno, quello di abitare in una “casa sull'albero”. Un sogno che affascinerà anche gli adulti richiamando un'idea di libertà profondamente legata al mondo naturale.

Una casa sugli alberi dove trovare sollievo avvolti dalla magia e dalla bellezza naturale di un bosco. Dove l'architettura diventa l'immagine tangibile del ruolo di un hospice, un luogo che dà “sollievo” ai suoi ospiti, sollevandoli dal dolore così come l'hospice pediatrico si solleva da terra.

Vivere tra gli alberi, a diretto contatto con le loro chiome che cambieranno nel corso delle stagioni, avrà anche il pregio di sfruttare il naturale potere curativo e calmante del mondo naturale. L'hospice è, infatti, inserito in un parco realizzato con leggeri movimenti di terreno, dove saranno piantumate diverse specie di alberi autoctoni, in prevalenza a foglia caduca per lasciare filtrare il sole nei mesi invernali e permettere la crescita anche di prato e cespugli. Per ottenere in breve tempo l'effetto bosco saranno messi a dimora alberi di altezza variabile dai 7 ai 10 metri.

Il Children's Hospice sarà costituito da diversi corpi di fabbrica, tutti sollevati da terra e sostenuti da esili colonne. La pendenza naturale del sito permetterà l'inserimento armonico dei diversi volumi nel contesto paesaggistico, per favorirlo le parti opache delle facciate saranno rivestite in legno e sopra il parcheggio saranno realizzate dune verdi ricoperte di vegetazione. Il corpo principale sarà uno spazio sviluppato attorno a un giardino-patio centrale, il suo pianoterra sarà l'elemento di transizione e raccordo con le quote esterne degli altri volumi. Leggeri elementi aerei collegheranno questo corpo centrale principale da una parte ai due satelliti che ospitano gli otto alloggi destinati alle famiglie dei pazienti, dall'altra allo spazio/cappella di meditazione e alla terrazza affacciata sulla valle del Savena che, a sua volta, si collega al luogo di commiato. La presenza del bosco costituirà un importante vantaggio anche per mitigare le temperature. In termini di risparmio energetico, inoltre, è prevista la realizzazione di un impianto fotovoltaico sulla copertura dei volumi principali, tale da soddisfare un terzo del consumo annuo stimato per l’intero complesso.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of RPBW, render by Cristiano Zaccaria

Status: Ongoing
Location: Bologna, Italy
Client: Fondazione Hospice Seragnoli
Design: Renzo Piano Building Workshop, Architects http://www.rpbw.com/
Design Team: G.Grandi, S.Russo (partner and associate in charge)


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature