25-02-2021

Nuova vita per la Piramide di Tirana al via il progetto di MVRDV

MVRDV,

Tirana, Albania,

Cultural Center,

A Tirana sono iniziati i lavori della Piramide. L'edificio brutalista nato come mausoleo celebrativo del dittatore Hoxha, e per lungo tempo abbandonato, si avvia a una nuova vita. Il progetto firmato dallo studio d'architettura MVRDV lo trasformerà in un centro multifunzionale per i giovani e per la vita culturale della capitale albanese.



Nuova vita per la Piramide di Tirana al via il progetto di MVRDV

La Piramide di Tirana, il mausoleo brutalista costruito nel 1988 per celebrare il dittatore comunista Enver Hoxha, avrà una nuova vita e nuove funzioni grazie al progetto dello studio d'architettura MVRDV. La struttura, prima dell'abbandono degli ultimi anni, era stata costruita originariamente per diventare un museo celebrativo, successivamente è stata usata come base NATO durante la guerra del Kosovo, poi come nightclub e locale per eventi. Il suo rapporto con i cittadini è stato altalenante, amata e odiata, è oggi considerata un simbolo della vittoria sul regime. Lo spazio esterno della piramide è usato dai giovani come luogo di ritrovo, come tela per i loro graffiti o come edificio da scalare per evoluzioni non prive di pericolo. Il progetto di MVRDV punta proprio a restituire l'edificio ai suoi cittadini, trasformandolo in un nuovo centro multiculturale rivolto in modo particolare ai giovani con aule, laboratori e studi dove potranno apprendere gratuitamente materie tecnologiche. Il progetto ha preso vita il 4 febbraio con la cerimonia ufficiale di inizio lavori presieduta da Edi Rama, primo ministro dell'Albania, ed altre personalità.
Il progetto degli architetti di MVRDV prevede di riutilizzare la struttura originaria in cemento eliminando tutte le superfetazioni e trasformazioni successive per recuperare il grande spazio interno. L'intento è quello di aprire la struttura e il suo grande atrio verso la città, rinnovando anche gli spazi esterni. È questo un punto dirompente del progetto di MVRDV, perché sebbene fatiscente e abbandonata, la piramide è sempre apparsa ai cittadini come un edificio ermeticamente chiuso e inaccessibile. Gli architetti hanno invece pensato a un edificio trasparente che anche nei giorni di pioggia sarà chiuso solo da grandi strutture vetrate e con un grande e accogliente atrio interno, uno spazio aperto con alberi e verde.

"Lavorare su un monumento brutalista come la Piramide è un sogno", ha dichiarato l'architetto Winy Maas, socio fondatore di MVRDV, sottolineando che si è subito reso conto del potenziale dell'edificio e di come gli abitanti di Tirana se ne fossero appropriati. Una situazione importante che ha fatto maturare l'idea di restituire la piramide ai cittadini, trasformandola in un “monumento del popolo”, allontanando e rifiutando l'idea di una demolizione dell'edificio.
All'interno, sopra e intorno alla struttura esistente, gli architetti hanno disposto “scatole” che contengono stanze e quindi funzioni. Il risultato è un piccolo villaggio fatto di aule e studi, caffè e ristoranti.
Le aule interne alla piramide serviranno in particolare per le attività para scolastiche dedicate all'insegnamento di nuove tecniche come software, robotica, animazione, musica e film, e rivolte a ragazzi dai 12 ai 18 anni. Gli architetti sono intervenuti anche all'esterno della struttura per realizzare un camminamento più sicuro. Hanno trasformato in superfici a gradoni la struttura esistente, in questo modo gli utenti potranno scalare agilmente la piramide e arrivare fino in cima. Il progetto non ha quindi impedito quello che è stato il moto di appropriazione spontanea della popolazione, ma anzi ha reso più semplice e sicura la funzione individuata autonomamente dai cittadini. Per i più coraggiosi sarà inoltre possibile scivolare lungo la piramide, perché una delle superfici originarie sarà conservata come piano liscio senza gradoni.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of MVRDV

Project Name: The Pyramid of Tirana
Location: Tirana, Albania
Year: 2018 (project), 2021 (construction start)

Client: Albanian-American Development Foundation (AADF)
Size and Programme: 11,835m2 - educational facility

Credits
Architect: MVRDV
Founding Partner in charge: Winy Maas
Partner: Stefan de Koning
Design Team: Ronald Hoogeveen, Angel Sanchez Navarro, Boris Tikvarski, Stavros Gargaretas, Leo Stuckardt, Guido Boeters Visualisations: Antonio Luca Coco, Luca Piattelli, Jaroslaw Jeda, Luana La Martina, Gianlorenzo Petrini
Strategy and Development: Willeke Vester, Daan van Gool
Images: © MVRDV
Copyright: MVRDV 2021 – (Winy Maas, Jacob van Rijs, Nathalie de Vries, Frans de Witte, Fokke Moerel, Wenchian Shi, Jan Knikker)

Partners:
Albanian-American Development Foundation (AADF), Municipality of Tirana Education partner: TUMO Tirana


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature