20-03-2020

Housing in Ivry di Tectône Architectes

Tectône Architectes,

Cyrille Lallement,

Parigi,

Housing,

Dopo cinque anni passati tra lo studio e la fine della costruzione, Tectône Architectes ha finalmente portato a termine il complesso residenziale Housing in Ivry. L'architettura, formata da sei edifici di diverse altezze collegati in un unicum architettonico, prende il nome dall'omonima località nella periferia di Parigi ed è caratterizzata da un involucro esterno in mattoni a vista color crema, disposti in texture differenti che valorizzano l'estetica l’intero complesso. I 61 nuclei abitativi proposti da Tectône hanno vinto il concorso del committente OPH Ivry, proprio grazie al mattone che unisce durevolezza, stabilità ed estetica.



Housing in Ivry di Tectône Architectes

Tectône Architectes è uno studio francese che opera da più trent'anni. Negli ultimi cinque è stato impegnato, tra le altre cose, nella progettazione e costruzione di un centro abitativo alla perfieria di Parigi, più precisamente a Ivry sur Seine, località dalla quale il progetto prende nome.
Housing in Ivry è un progetto residenziale misto pubblico/privato che ospita, dalla fine dell'anno scorso, 61 unità abitative ripartite su sei diversi edifici. Uniti in un ensemble armonico comprende: due palazzi squadrati di cinque piani ciascuno, un edificio di otto piani dalla forma più complessa e tre villette independenti. La planimetria dell'intero lotto, più di 4000 metri quadrati, si conforma come una cintura esterna edificata dall'andamento irregolare, sia nell'altezza che nella profondità, al cui centro si apre un piazzale/cortile a disposizione dei residenti.

La vittoria che Tectône Architectes ha riportato nel 2014, anno del concorso indetto dal committente OPH Ivry sur Seine, è dovuta interamente alla scelta di impiegare in maniera estensiva i mattoni faccia a vista. La committenza, infatti, richiedeva come primo e più importante requisito che gli edifici rispondessero a tre necessità: durevolezza, stabilità ed estetica. Nei loro trent'anni di attività, Tectône Architectes ha utilizzato il mattone come elemento principale nel 50% dei propri progetti, quindi è ben cosciente della potenzialità che si cela dietro questo semplice elemento costruttivo. Ribadiscono infatti: «il cliente in questo progetto aveva tre obiettivi forti: solidità, longevità ed estetica. Abbiamo vinto la competizione rispondendo alle richieste attraverso l'uso del mattone».

La totalità dei mattoni utilizzati per costruire Housing in Ivry è color crema, ma a seconda della zona in cui sono posti in opera si mostrano diversamente. Qui infatti diverse texture differenziano i primi due piani dal resto dell'edificio, creando in basso un'effetto corrugato, lasciando una superficie levigata nei piani più alti. Ancora differente è la disposizione dei mattoni in corrispondenza dei balconi e dei cavedi che ospitano le scale. In questo caso l'esperienza pluridecennale di Tectône ha suggerito la creazione di una mashrabiyya in chiave occidentale, ovvero in mattoni color crema. La mashrabiyya (termine usato dagli stessi architetti) è un sistema di ventilazione forzata naturale, usato di frequente nell'architettura tradizionale dei paesi arabi. Si tratta di un sistema passivo che coniuga ecologia ed estetica. La presenza di una trama di vuoti e pieni diventa così piacevole per lo sguardo, limitando il calore senza impedire alla luce di entrare. Soprattutto riduce la superficie disponibile per il passaggio dell'aria, in entrata e in uscita, accelerandone il fluire e di conseguenza la ventilazione.
Un'altra scelta progettuale rispetto all'uso dei mattoni, più classica e di comprovata efficacia, è stata quella di disporli oltre alla struttura principale in cemento armato, lasciando un'intercapedine vuota. I mattoni diventano in questo modo la seconda pelle dell'edificio, migliorandone l'isolamento termico.

La mashrabiyya si ripropone anche sui prospetti esterni dei due edifici squadrati di cinque piani. Questa, disposta come una cornice sporgente e allineata al filo dei balconi, conferisce un aspetto statuario e al contempo leggero alle facciate, le quali sembrano rientrare scenicamente in sé stesse. Il volume più alto invece ha una forma più complessa, spezzata, declinando la sua altezza, nello sviluppo orizzontale, da otto a cinque e poi due piani.

Per quanto riguarda gli interni lo stile scelto è il bianco minimale, ma ciascun residente avrà ovviamente modo di personalizzare la propria abitazione. Gli spazi comuni mantengono anch'essi un decoro minimalista e toni neutri, alternati da punti di colore nelle scale e nella segnaletica che indica i piani.

Francesco Cibati

Type: Social housing
Program: 61 apartments
Client: Public, OPH Ivry sur Seine
architect: Tectône Architectes www.tectone.fr
Surface: 4123 m²
Budget: 6 770 000 €
Place: Ivry, suburb of Paris
Beginning of the studies: 2014
Building finished: July 2019
Contractor: Les Maçons Parisiens
Photographer: Cyrille Lallement


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature