02-06-2020

DROM trasforma una piazza monotona in un vivace spazio pubblico - Azatlyk Square

DROM,

Dmitry Chebanenko, Evgeny Evgrafov,

Piazze,

Pietra, Cemento,

La nuova piazza Azatlyk di Naberezhnye Chelny, Russia, recentemente completata, è uno spazio contemporaneo, dinamico e polifunzionale dominato da una panoramica piattaforma a spirale di colore arancione. Il progetto di ristrutturazione che ha restituito alla piazza la sua identità e alla città uno spazio pubblico apprezzato dagli abitanti, è dello studio d'architettura DROM in collaborazione con Strelka KB.



DROM trasforma una piazza monotona in un vivace spazio pubblico -  Azatlyk Square

Lo studio d'architettura DROM, fondato a Rotterdam dagli architetti Timur Karimullin, Sofia Koutsenko e Timur Shabaev, ha firmato in collaborazione con Strelka KB il progetto di ristrutturazione della piazza Azatlyk di Naberezhnye Chelny, città della Repubblica del Tatarstan in Russia. La nuova Azatlyk Square, completata recentemente, è un dinamico e vivace spazio pubblico polifunzionale, dominato da una colorata piattaforma panoramica a spirale ben diversa dalla monotona piazza sovietica originaria. In più, gli architetti hanno progettato su misura arredi urbani e corpi illuminanti, coinvolgendo nella realizzazione alcuni produttori locali e innescando quindi un virtuoso circuito economico per la città.

Naberezhnye Chelny è una città dal passato industriale, qui negli anni Settanta del 1900 fu costruita la Kamaz la più grande fabbrica di autocarri dell'Unione Sovietica e la piazza Azatlyk, un progetto mai realizzato compiutamente. La piazza originale infatti era stata progettata con un asse centrale e avrebbe dovuto collegare il municipio con un museo dedicato a Lenin, ma mai costruito. Senza il museo e quindi senza un edificio che catalizzasse l'attenzione del pubblico, anche la piazza ha perso il suo ruolo come elemento di connessione. Progressivamente lo spazio pubblico è diventato solo una reliquia del passato sovietico e industriale della città, tenuto in buone condizioni per gli interventi di manutenzione, ma di fatto non utilizzato per le sue reali possibilità e completamente scollegato dalla vita della città, un “luogo” senza vita e privo di identità.
Da qui l'idea “rivoluzionaria” degli architetti Timur Karimullin, Sofia Koutsenko e Timur Shabaev di DROM: trasformare una grigia piazza industriale in una dinamica area polivalente e green che creasse nuove interazioni con gli abitanti e tra loro.
Gli architetti hanno spostato l'asse principale della piazza lungo il margine del lotto, in modo da creare un collegamento / zona filtro tra i quartieri vicini e i padiglioni distribuiti lungo la nuova Promenade. In più la direttrice formale è diventata ben visibile a tutti perchè realizzata con una fitta e doppia fila di alberi di nuova piantumazione. Il verde preesistente è stato mantenuto e integrato con nuove piante, sempre di specie autoctone, per preservare l'ecosistema esistente e il paesaggio locale.
La vasta area centrale della vecchia piazza Azatlyk è stata suddivisa in tre parti, tre diverse piazze, ognuna con un proprio carattere, materiali e funzioni differenziate, collegate da percorsi. Partendo da Est, la prima è la Piazza degli Eventi (Event Square) uno spazio pavimentato destinato anche ai mercati settimanali che si svolgono all'aperto. A seguire la Piazza Verde (Green Square) costituita da un ampio prato con una costruzione in legno dalla forma a piramide che è anfiteatro e caffetteria. Infine la Piazza della Cultura (Cultural Square) dove è presente una fontana con piscina circolare poco profonda che diventa una piacevole area di gioco nelle giornate estive e una pista di pattinaggio su ghiaccio in inverno.
La piattaforma panoramica a spirale, arancione perchè richiama il passato industriale della città, aggiunge una dimensione verticale alla piazza e rende più chiara e visibile agli abitanti la grande trasformazione del centro città.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of DROM, photo by © Dmitry Chebanenko, © Evgeny Evgrafov.

Project name: Azatlyk Square
Location: Prospekt Khasana Tufana 18, Naberezhnye Chelny (Republic of Tatarstan, Russia)
Client: Strelka KB, DOM.RF

Architect: DROM (Timur Karimullin, Sofia Koutsenko, Timur Shabaev)
Project team: Asaf Barnea, Aga Batkiewicz, Valentina Ciccotosto, Elif Gözde Öztoprak, Roos Pulskens, Pratyusha Suryakant
Collaborator: Strelka KB www.strelka-kb.com
Local architect and engineering: KMT-PRO www.kmt-pro.ru

Commission: January 2017
Design phase: January 2017 – April 2017
Construction phase 1: Summer 2017 – Fall 2018
Construction phase 2: Spring – Summer 2019
Construction phase 3: 2020
GFA: 7.8 Ha
Planting Consultant: NOVASCAPE www.novascape.eu


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature