16-12-2020

Chapuis Royer Architectures Multimedia library Montbonnot Saint-Martin

Chapuis Royer Architectures,

Andrea Bosio,

Grenoble, Francia,

Biblioteche, Cultural Center,

A Montbonnot Saint-Martin, in Francia, vicino Grenoble, il Centro culturale e biblioteca multimediale progettato dallo studio Chapuis Royer Architectures fa rivivere uno storico edificio del XIII secolo, quello del priorato di Saint-Martin. Calcestruzzo e acciaio corten sono i materiali scelti dagli architetti per lavorare in questo sito complicato sia per le caratteristiche topografiche, che per la ricchezza delle preesistenze storico - architettoniche. Il risultato è un accurato restauro della preesistenza con un nuovo ampliamento decisamente contemporaneo, che si inserisce armonicamente nel contesto e crea un dialogo tra nuovo, vecchio e il paesaggio naturale che li circonda.



Chapuis Royer Architectures Multimedia library Montbonnot Saint-Martin

Lo studio Chapuis Royer Architectures ha progettato la nuova biblioteca multimediale e centro culturale di Montbonnot Saint-Martin, piccola cittadina francese del dipartimento dell'Isère, non lontano da Grenoble. Da antico villaggio dedito alla produzione vinicola, Montbonnot Saint-Martin ha visto nel tempo crescere la sua importanza nell'agglomerato di Grenoble, grazie a un importante sviluppo industriale che non ne ha però intaccato il carattere rurale. La città ha infatti conservato il suo patrimonio storico e architettonico e una piacevole atmosfera a dimensione umana. Si trova sulla riva destra del fiume Isère contornata, verso nord, dal massiccio delle prealpi della Chartreuse e, verso sud, dalla catena montuosa delle Belledonne. La relazione con il contesto naturale e con il patrimonio storico – architettonico della cittadina è un elemento centrale del progetto della nuova biblioteca multimediale realizzato da Chapuis Royer Architectures. Lo studio d'architettura è stato incaricato dall'amministrazione cittadina del progetto di un nuovo centro culturale rivolto ai giovani, di una sala polifunzionale e di una biblioteca multimediale, da realizzare in un sito storico che risale al XIII secolo, quello dell'antico Priorato di Saint-Martin. Nella stessa area è presente anche la Maison des Arts, un edificio completato nel 2014 e dedicato ad attività socioculturali, tra cui teatro, danza e musica, realizzato nei corpi di fabbrica del XVI secolo e XX secolo dello stesso complesso storico.
Gli architetti si sono quindi trovati di fronte a un sito complicato sia per le caratteristiche topografiche dell'area, sia per la ricchezza delle preesistenze storico - architettoniche. Il risultato è stato un accurato restauro della parti antiche da salvaguardare e la realizzazione di un nuovo ampliamento decisamente contemporaneo, che si inserisce armonicamente nel contesto e crea un dialogo tra nuovo, vecchio e il paesaggio naturale che li circonda.

Lo studio di Chapuis Royer Architectures ha recentemente completato altri due progetti nella zona di Grenoble, il ristorante universitario Diderot e l'ampliamento dell'Institut d'Etudes Politiques nel campus dell'Université Grenoble-Alpes. I tre progetti hanno un comune filo conduttore: l'uso di materiali come il calcestruzzo e l'acciaio corten. Per gli architetti sono, infatti, questi i materiali più indicati per costruire un dialogo con la natura del luogo e, nel caso della biblioteca, con le preesistenze storiche del XIII secolo. Le parti antiche in pietra del priorato diventano il basamento del nuovo complesso, su cui insiste il volume dell'ampliamento rivestito interamente di acciaio corten.
La presenza del basamento in pietra permette di risolvere i dislivelli presenti nell'area e garantisce continuità con il vicino edificio della Maison des Arts, costruito in pietra nella parte inferiore e legno in quella superiore.
Un patio interamente vetrato media il rapporto tra le antiche pietre del Priorato e il nuovo ampliamento, permettendo allo stesso tempo di godere di vedute panoramiche sul contesto naturale delle montagne circostanti.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Chapuis Royer Architectures, photo by Andrea Bosio

Location: Montbonnot Saint-Martin, France
Client: Commune de Montbonnot Saint-Martin
Project management
Architects: Chapuis Royer Architectures (project managers: Dominique Chapuis, David Billy-Dorée) https://www.chapuisroyer.com/
Heritage Architect: Cécile Rémond
Betrec, Adret, Alp’Etudes, Acouphen, Kaena, Ergo Conseil et Aménagement
Surface: 998 m² (10,742 sq ft)
Cost: €3,153,631 excl. VAT
Calendar: Delivered in March 2019
Photos: Andrea Bosio


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature