24-12-2018

Libro Lake of the mind - Conversazione con Steven Holl

Diana Carta, Steven Holl,

Paul Warchol,

New York, USA,

Libro,

L'architetto Diana Carta ci guida in una conversazione con l'architetto Steven Holl. Gli ultimi progetti realizzati dall'architetto sono il filtro attraverso il quale scoprire il processo creativo che è alla base della sua architettura, gli strumenti di lavoro e il luogo dove l'architetto concepisce i suoi progetti.



Libro Lake of the mind - Conversazione con Steven Holl

Il lavoro creativo inizia nella solitudine della connessione tra la mente / mano /occhio. La stanza solitaria con un tavolo e una sedia è uno studio funzionale per il disegno”, questa affermazione fatta dall'architetto Steven Holl nel libro “House: black swan theory” Princeton Architectural Press Marzo 2007 accompagnando la descrizione del suo progetto del Round Lake Hut ci introduce ai temi affrontati nella conversazione con Diana Carta.
Il libro nasce da un incontro tra l'autrice, l'architetto e giornalista Diana Carta, e l'architetto Steven Holl. L'incontro è avvenuto nel maggio 2016 negli Stati Uniti, nella trentunesima strada di Midtown West a New York City dove ha sede lo studio Steven Holl Architects.

Il processo creativo di un'artista, o come in questo caso di un grande architetto, è da sempre materia di studio per ricercatori e intellettuali, argomento di interesse e di discussione che viene indagato in vario modo ma l'autrice pone l'accento su un aspetto singolare.
Diana Carta chiede infatti all'architetto Steven Holl di concentrare l'attenzione sul luogo di lavoro. È noto infatti che molti architetti e artisti scelgono con cura il proprio studio/atelier. Sono molti gli esempi che l'autrice cita all'architetto. Luoghi che riflettono il lavoro dell'artista o che ne sono intimamente connessi o ancora che creano le condizioni migliori per stimolare la creatività e permettono di concentrarsi sul progetto da realizzare. Nel caso di Steven Holl, l'architetto ha progettato appositamente un piccolo studio vicino al lago Round Pond nella contea di Dutchess, nello stato di New York.
Round Lake Hut, questo il nome dello studio, è un rifugio per lo spirito, un ambiente solitario di soli 7,4 mq privo di impianto idraulico ed elettrico, con soli gli arredi necessari per il disegno: tavolo e sedia, e vetrate che incorniciano il paesaggio. Un ambente di lavoro molto diverso dallo studio inserito nel centro della dinamica città di New York dove si svolge la conversazione tra i due protagonisti.
In realtà, Round Lake Hut è parte di un progetto più ampio che coinvolge l'intera estensione di 11 ettari della proprietà dell'architetto Steven Holl e che riguarda un lavoro sperimentale dello studio “Exploration of in”. Partendo dallo studio sull'intersezione e sulla compressione dello spazio, l'architetto Steven Holl ha progettato la guest house e casa per artisti Ex-of-in-House. Alla descrizione di questo progetto è dedicato l'ultimo capitolo del libro.

Il formato contenuto, il ricco apparato fotografico e un'organizzazione chiara e accattivante dei contenuti fanno del libro di Diana Carta “Lake of the mind - Conversazione con Steven Holl” edito da LetteraVentidue, un libro piacevole da leggere e regalare per le imminenti festività. Un libro adatto anche ai non addetti ai lavori ma semplici appassionati di architettura. I progetti realizzati dall'architetto di fama internazionale Steven Holl, sono un espediente per scoprire il processo creativo, gli strumenti di lavoro e il luogo dove l'architetto concepisce i suoi progetti. Un percorso illuminante che introduce riflessioni sulla circolarità del tempo, sullo spazio e sulla loro percezione nel mondo contemporaneo e che meritano l'attenzione di tutti quelli che si dedicano ad attività creative.

(Agnese Bifulco)

Author: Diana Carta
Title: Lake of the mind - Conversazione con Steven Holl
Editor: LetteraVentidue www.letteraventidue.com
ISBN 9788862422888
first edition 4 / 2018
Language Italian
Size 14,8x21cm
pages 80
print color
binding paperback

Images courtesy of LetteraVentidue, photo by Paul Warchol


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×