11-06-2021

Inaugurato il MAXXI L'Aquila

L'Aquila,

Musei,

Il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, dopo Roma, ha una nuova sede a L'Aquila, inaugurata il 28 maggio. Un centro di ricerche e un nuovo polo di arte e creatività contemporanea che è anche un progetto di collaborazione tra diverse istituzioni, nazionali e internazionali, per contribuire attraverso la cultura al rilancio di un territorio duramente provato dal terremoto del 2009 e dalla pandemia. La mostra inaugurale “PUNTO DI EQUILIBRIO. Pensiero spazio luce da Toyo Ito a Ettore Spalletti”, presenta 8 nuove opere site specific con 60 opere iconiche della collezione del MAXXI.



Inaugurato il MAXXI L'Aquila

Il 28 maggio è stata inaugurata a L'Aquila la nuova sede del MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo che, come è noto, ha la sua sede principale a Roma nell'edificio progettato da Zaha Hadid. Il nuovo museo de L'Aquila è stato realizzato negli spazi barocchi di Palazzo Ardinghelli, un edificio settecentesco nel cuore della città e ora anche simbolo della sua rinascita. Il palazzo barocco è stato recentemente restaurato dai tecnici del Ministero della Cultura italiano, con un importante contributo finanziario della Federazione Russa. Il nuovo MAXXI sarà centro di ricerche e polo di arte e creatività contemporanea, ma è anche un progetto di collaborazione tra diverse istituzioni, nazionali e internazionali, unite per contribuire attraverso la cultura al rilancio di un territorio duramente provato dal terremoto del 2009 e dalla pandemia.
Siamo più di un progetto “per” il territorio” ha dichiarato Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI nel corso dell'inaugurazione del 28 maggio “siamo un progetto “con” il territorio. Non una vetrina estranea alla città, alle forze sociali culturali e civili, ma un luogo d’incontro, di scambi e collaborazioni, uno spazio aperto a tutti”. Sul modello dell'esperienza romana, anche il MAXXI L'Aquila diventerà un centro di ricerca e promozione su diverse discipline artistiche: arte, architettura, fotografia e tutti i linguaggi della creatività contemporanea, con particolare attenzione alle connessioni tra arte e scienza. Oltre al MunDA – Museo nazionale d’Abruzzo, è in corso infatti una collaborazione anche con il Gran Sasso Science Institute e con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare – Laboratorio del Gran Sasso, attraverso una committenza fotografica all'artista Armin Linke.

PUNTO DI EQUILIBRIO. Pensiero spazio luce da Toyo Ito a Ettore Spalletti” è la mostra inaugurale del nuovo MAXXI L'Aquila. La mostra, curata da Bartolomeo Pietromarchi e Margherita Guccione, è distribuita in tutti gli spazi del Palazzo Ardinghelli non solo nelle sale espositive del piano nobile, ma anche nella corte centrale, nello scalone e nella cappella. Gli spazi sono animati da 8 nuove opere site specific e da 60 opere iconiche già parte della collezione pubblica nazionale di arte architettura e fotografia del MAXXI.
Il curatore, Bartolomeo Pietromarchi, ha spiegato che in un periodo di grande incertezza e di emergenza "l’arte ci aiuta a ritrovare un punto di equilibrio, una stabilità esistenziale", il punto di equilibrio ha quindi un significato etico ed estetico, politico e sociale. Margherita Guccione ha sottolineato come le opere si connettano ed entrino in risonanza con gli spazi del palazzo settecentesto e come "inducono a riflettere sul valore e il significato di “equilibrio” inteso sia come principio fondante dell’architettura che, idealmente, come punto oltre il quale spingersi verso nuove visioni guardando all’architettura e al paesaggio del futuro”. Le opere site-specific sono state commissionate agli artisti: Elisabetta Benassi, Daniela De Lorenzo, Alberto Garutti, Nunzio ed Ettore Spalletti, a cui la mostra è dedicata, insieme a due committenze fotografiche, dedicate al territorio aquilano e realizzate da Paolo Pellegrin e Stefano Cerio, e al progetto dell’artista russa Anastasia Potemkina realizzato in collaborazione con la V-A-C Foundation di Mosca. Le opere selezionate dalla collezione del MAXXI sono di artisti come: Alighiero Boetti, Monica Bonvicini, Maurizio Cattelan, William Kentridge, Maria Lai, Piero Manzoni, Liliana Moro, Maurizio Nannucci, Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto, Allora & Calzadilla e Juan Muňoz, Yona Friedman, Superstudio e Toyo Ito, Iwan Baan e Gabriele Basilico.

(Agnese Bifulco)

MAXXI L’Aquila Piazza Santa Maria Paganica 15, L’Aquila
maxxilaquila@fondazionemaxxi.it | www.maxxilaquila.art

Images courtesy of Fondazione MAXXI

CAPTIONS
01 Palazzo Ardinghelli, photo by Luca Eleuteri, courtesy Fondazione MAXXI  
02 Palazzo Ardinghelli, photo by Andrea Jemolo, courtesy Fondazione MAXXI
03 Palazzo Ardinghelli, photo by Andrea Jemolo, courtesy Fondazione MAXXI  
04 Palazzo Ardinghelli, Punto di equilibrio - Cappella, Ettore Spalletti, Colonna nel vuoto, L’Aquila, 2019, photo by Agostino Osio – AltoPiano, courtesy Fondazione MAXXI  
05 Palazzo Ardinghelli, Punto di equilibrio - Sala della Voliera, William Kentridge, North Pole Map, 2003, photo by Agostino Osio – AltoPiano, courtesy Fondazione MAXXI  
06 Palazzo Ardinghelli, Punto di equilibrio - Sequence of exhibition rooms, in the background: Monica Bonvicini, Bent and Fused, 2018, photo by Agostino Osio – AltoPiano, courtesy Fondazione MAXXI  
07 Palazzo Ardinghelli, Punto di equilibrio - Stefano Cerio, Aquila, 2020, photo by Agostino Osio – AltoPiano, courtesy Fondazione MAXXI  
08 Stefano Cerio Aquila 7, 2020 (1) Stampa Fine Art su carta cotone montata su dibond Cm 110 x 140
08 Paolo Pellegrin L’Aquila, gennaio 2018 / 2020 - Polittico composto da 140 fotografie stampa Fine Art su carta satin montata su dibond - Paolo Pellegrin, L'Aquila, 2018, © Paolo  Pellegrin / Magnum  
09 and 10 Paolo Pellegrin L'Aquila, gennaio 2018 / 2019 (2) - stampa Fine Art su carta satin montata su dibond cm 80 x 120 - Paolo Pellegrin, L'Aquila, 2018, © Paolo  Pellegrin / Magnum
11 Superstudio (Firenze 1966 | Adolfo Natalini, Cristiano Toraldo di Francia, Gian Piero Frassinelli, Roberto and Alessandro Magris, Alessandro Poli) Il Monumento Continuo. New New York, 1969 lithography cm 80 x 120
12 Alighiero Boetti Mimetico, 1966 Photo by Paolo Pugnaghi  
13 Maurizio Cattelan Mother, 2000 (1999) - stampa fotografica in bianco e nero su carta, ed.9/10, Foto di Attilio Maranzano - cm 130x116,5 - Photo by M3Studio  
14 Toyo Ito Parco Grin Grin a Island City, Fukuoka – modello della copertura, 2005 Resina cm 92x27x6
15 Yona Friedman Porzione dell’opera composta da dieci fogli Collage e tecnica mista su carta cm 21x29,7  
16 Palazzo Ardinghelli, Punto di equilibrio, scalone - Maurizio Nannucci – The missing poem is the poem, 1969 - Photo by Agostino Osio – AltoPiano
17 Palazzo Ardinghelli, Punto di equilibrio, Daniela De Lorenzo – Come Se, 2019 - Photo by Agostino Osio – AltoPiano
18 Palazzo Ardinghelli, Punto di equilibrio, Alberto Garutti – Accedere al presente, 2018-20 - Photo by Agostino Osio – AltoPiano
19 Palazzo Ardinghelli, Punto di equilibrio, Nunzio – Senza Titolo, 2019 - Photo by Agostino Osio – AltoPiano  
20 Palazzo Ardinghelli, Punto di equilibrio, detail Anastasia Potemkina – Untitled, 2018-20 - Photo by Agostino Osio – AltoPiano


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature