31-05-2019

Il Wuzhen Theatre di mattoni acciaio e vetro di Kris Yao

Fei-Chun Ying,

Wuzhen,

Teatri,

Il Wuzhen theatre con la sua doppia aula e proscenio centrale, può essere considerato uno dei più importanti teatri cinesi moderni. Si eleva con eleganza nello skyline della città fatta di canali d'acqua e strade poco affollate.



Il Wuzhen Theatre di mattoni acciaio e vetro di Kris Yao Un teatro di mattoni ideato da Kris Yao | ARTECH a Wuzhen e dalla struttura di cemento e acciaio è tra i più belli della Cina moderna. La piccola città di Wuzhen, in Cina, ha il felice primato di avere quattro teatri al suo interno, a cui se ne aggiunge un quinto che, fra tutti, è il più grande e importante per numero di posti.
L'impianto urbano di questo luogo si snoda fra canali d’acqua e isolotti popolati da edifici di varia dimensione. Il cliente, grazie a questo progetto, ha quindi creato in un tale contesto un festival del teatro, dove il Wuzhen theatre è il fulcro principale.
L’edificio ha la forma ben augurante del “loto gemello”, dove, attorno al proscenio, si affacciano simmetricamente una coppia di teatri, rispettivamente di 1200 e 400 posti, cosicché si possa sfruttare il medesimo palcoscenico, sia contemporaneamente che in maniera alternata, a seconda dello spettacolo rappresentato.
Una soluzione realizzata con l’originale tocco dell’architetto che ha creato pannelli in lamina d’argento per rivestire le pareti mobili della cavea interna, a loro volta impreziositi da decorazioni moderne e dal chiaro sapore cinese. Gli esterni, invece, sono caratterizzati dalla nota forma a doppia valva, elaborata con setti curvi scalettati in altezza e larghezza da una texture di grossi mattoni supersize, nonché secondo una cadenza tipicamente cinese.
Questa è arricchita da vetrate, i cui frangisole in legno che le schermano descrivono semplici, ma efficaci, geometrie orientali. In questo modo il foyer dall’esterno appare come un grande schermo arabescato, mentre i piloni d’acciaio interni, che sfidano la gravità con la loro inclinazione, si alternano alla plissettatura a ventaglio scelta per posare le vetrate.
Le grandi luci, invisibili dall’interno, sono risolte con strutture reticolari d’acciaio, realizzando così un luogo in cui l’ossatura architettonica cede il passo al lavoro del designer che ha reso il teatro degno di competere con i migliori del mondo.

Fabrizio Orsini

Data Location: Zhejiang, China
Clients: Wuzhen Tourism Co., Ltd.
Architect: Kris Yao, Architect KRIS YAO | ARTECH
Project Principle: Taipei, Kuo-Chien Shen / Shanghai, Wen-Hong Chu Design
Team: Taipei, Winnie Wang, Jake Sun, Wen-Li Liu, Andy Chang, Kevin Lin / Shanghai, Fei-Chun Ying, Nai-Wen Cheng, Chu-Yi Hsu, Qi-Shen Wu, Jane jiang
Collaborative design institute: Shanghai Institute Of Architectural Design & Research(Co., Ltd.)
Consultants: Theater: Theatre Projects Consultants Ltd.
Façade: maRco façade
Studio Acoustics: Shen Milsom & Wilke, Ltd. NY, U.S.A., H.K.
Lighting: Leuchte Lighting Design Co., Ltd. Contractor: Jujiang Construction Group
Building Structure: Reinforced Concret,
Steel Structure Materials: Blue Bricks, Glass Curtain Wal, Wood Grilles 5 Floors Above Ground, 1 Floor Below Ground
Site Area: 54,980㎡
Lot Coverage: 6,920㎡
Gross Building Floor Area: 22,500㎡

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×