16-01-2020

100 anni Vico Magistretti 1920/2020

Vico Magistretti,

Milano,

Mostre,

Il 2020 è l'anno del centenario dalla nascita di Vico Magistretti e la Fondazione studio museo Vico Magistretti ha presentato un ricco programma di attività che con diverse modalità e temi promuoveranno nel corso dell'anno l'opera dell'importante architetto e designer italiano.



100 anni Vico Magistretti 1920/2020

Il nuovo anno è iniziato con un appuntamento importante per la Fondazione studio museo Vico Magistretti: dal 7 gennaio è online il sito dell'archivio Studio Magistretti digitale. Una banca dati che racchiude più di 30.000 documenti consultabili, presenta oltre 450 progetti dell'architetto milanese, una mappa geolocalizzata delle sue architetture e 10 percorsi di ricerca all'interno di tutto il patrimonio dell'archivio.
Il lancio dell'archivio digitale è solo la prima delle attività previste dal programma che con diverse modalità e temi promuoveranno, nell'anno del centenario dalla nascita, l'opera dell'importante architetto e designer italiano.

L'archivio Studio Magistretti è il punto di partenza delle attività programmate per celebrare il centenario. Il grande lavoro di inventario, digitalizzazione e schedatura dell'opera dell'architetto è iniziato sin dal 2007, a distanza di un anno dalla sua morte. Il portale realizzato è da considerare come una vera e propria prima monografia dedicata al lavoro dell'architetto italiano. Resa ora disponibile gratuitamente per un pubblico molto vario e vasto: dagli studenti agli appassionati di design e architettura, dal semplice curioso al ricercatore esperto.
In gennaio prenderà il via anche la Mostra itinerante, a cura di Rosanna Pavoni e Margherita Pellino con Maria Vittoria Capitanucci, che sarà ospitata dalla rete degli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. I progetti, architetture e prodotti di design firmati da Magistretti, saranno presentati coinvolgendo nell'allestimento designer e architetti locali.
La tappa inaugurale è Colonia, in concomitanza con la Fiera del Mobile. A seguire la mostra si sposterà, in febbraio, a Stoccolma presso la sede dell’Istituto Italiano di Cultura progettata da Giò Ponti. Presentata in occasione della Stockholm Design Week, la mostra coinvolgerà alcuni designer scandinavi che si ispirano a Magistretti. In occasione dell'evento saranno esposti, anche, alcuni oggetti custoditi dal Möbeldesignmuseum di Stoccolma e progettati da Magistretti negli anni sessanta e settanta. Altre tappe della mostra: New York, Strasburgo, Berlino, Praga, La Valletta, Budapest, Washington.

Nel mese di aprile sono previsti tre diversi appuntamenti. La sede della Fondazione studio museo Vico Magistretti ospiterà la mostra: 1 10 100 Vico Magistretti, a cura di Rosanna Pavoni e Margherita Pellino, con progetto di allestimento a cura di Luca Poncellini, Valentina Cerra e Chiara Corbani. Oggetto della mostra sono proprio i sessant’anni di attività dell'architetto nel suo studio milanese di via Conservatorio. Il pubblico sarà accolto nello studio storico dell'architetto, che rivivrà grazie ad alcuni arredi originali. Saranno le cassettiere e gli armadi dello studio ad aprirsi per raccontare le storie racchiuse nei materiali di archivio.
Il secondo appuntamento, a cura di Gabriele Neri in collaborazione con Rosanna Pavoni, vedrà alla Triennale di Milano un importante e grande mostra che ripercorre la carriera di Vico Magistretti. In mostra saranno presentati materiali dell'archivio dell'architetto insieme a quelli provenienti dagli archivi di aziende, collezioni e musei, per restituire uno sguardo ampio sull'opera di Vico Magistretti, che va oltre i suoi prodotti e architetture più famose.
Terzo appuntamento del mese, alla Galleria Viasaterna di Milano, è Vico Magistretti - Storie di oggetti, a cura di Anniina Koivu e Francesco Zanot. Nella mostra 12 prodotti disegnati da Vico Magistretti sono reinterpretati da giovani fotografi dell'ECAL/Ecole cantonale d’art de Lausanne. Infine nell'autunno 2020 un convegno internazionale, partendo proprio dall'archivio digitale Studio Magistretti, si interrogherà sui patrimoni di architettura e design contenuti negli archivi e sulla necessità di digitalizzarli per renderli "utili" a un più vasto pubblico.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Fondazione studio museo Vico Magistretti www.vicomagistretti.it
archivio.vicomagistretti.it


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature