24-07-2015

Expo Milano 2015: i luoghi da visitare low cost

Luca Molinari, Italo Rota, David Chipperfield Architects,

Milano, USA,

Expo,

Design,

Arte,

Dove trovare spazi di architettura e spuntini a tutte le ore durante Expo Milano 2015. Quartiere per quartiere ecco le mostre in giro per la città di Milano e i luoghi dove ristorarsi con piatti caldi e freddi, dalla colazione mattutina fino a tarda sera.



Expo Milano 2015: i luoghi da visitare low cost

Zona Tortona

Spazio FMG per l’Architettura - Via Bergognone 27
Al suo interno un susseguirsi di mostre di architettura e design gratuite a complemento delle iniziative di Expo Milano 2015. Quasi uno spazio familiare dove chi entra è accolto dalla professionalità e gentilezza dello staff di floornature.com che illustrano il palinsesto degli eventi culturali curati dall’architetto Luca Molinari.

Mudecc – Museo delle Culture - Via Tortona 56.
Progettato dall’architetto David Chipperfield è un luogo di rara qualità tra gli spazi culturali milanesi permanenti e a supporto di Expo 2015. Una struttura articolata, leggera e trasparente con un focus particolare sulla scala e la grande piazza luminosa posti al suo interno.

Ikea Temporary - via Vigevano 18.
In un ex edificio industriale, il primo punto Ikea aperto in città in occasione di Expo 2015, meta per i patiti di arredamento low cost. Spazio essenzialmente dedicato al cibo, la cucina Metod di Ikea viene reinterpretata dall’architetto Paola Navone, lo studio Irvine e la designer Matali Crasset.

Dove mangio? Per rimanere in tema con il quartiere e le sue architetture il posto giusto è God Save the Food in via Tortona 34 dal dichiarato aspetto post industriale. Dal muffin all’hamburger, la scelta è amplissima e l’orario infinito. In alternativa si può fare uno spuntino anche all’interno del Museo Mudecc o nel bistrot Ikea con le immancabili polpette.


Zona Brera - Garibaldi

Spazio Fab - Via Solferino 40
Spazio espositivo polifunzionale a firma dell’architetto Matteo Nunziati in cui accanto all’esposizione di prodotti ceramici si è voluto creare una vera e propria piattaforma culturale. Durante i sei mesi dell’Expo Milano 2015 all’interno dello spazio vengono presentati, gratuitamente per il pubblico, una serie di eventi e mostre curati dal team di Floornature che raccontano e sottolineano l’interazione tra architettura, arte, sostenibilità e cucina.

Piccolo Teatro di Milano - Via Rovello 2
Per i mesi di Expo Milano 2015 il sipario delle tre sale - Teatro Strehler, Teatro Studio Melato e Teatro Grassi - si alza su oltre 300 appuntamenti di spettacolo. Grandi produzioni teatrali e un Festival internazionale di danza. Il Chiostro rinascimentale di scuola bramantesca “Nina Vinchi”, trasformato nel quarto palcoscenico del Piccolo, diventa il cuore di Milano, sempre aperto al pubblico. Gli spettatori possono scegliere, anche seduti ai tavoli del caffè letterario, tra prosa, concerti jazz, cinema all’aperto e spettacoli-laboratorio per ragazzi, immersi nell’atmosfera unica di un luogo imperdibile.


Si può mangiare a Parma & Co in corso Garibaldi angolo via Tessa. Locale di ispirazione parmigiana si può consumare sul posto o comprare al consumo. L’aspetto ricorda la salumeria dell’alta borghesia di un secolo fa. Dilemma: culatello di Zibello o gnocco fritto? Dipende dal budget.

Triennale di Milano - Viale Alemagna 6
E’ l’architetto Giovanni Muzio a realizzare nel 1933 il Palazzo dell’Arte.
Per Expo Milano 2015 la mostra  “Arts & Foods”, a cura di Germano Celant con l’allestimento  dello Studio Italo Rota. Una documentazione degli sviluppi e soluzioni adottate per relazionarsi al cibo, dagli strumenti di cucina alla tavola imbandita, al picnic, ai nuovi bar e ristoranti raccontate da artisti, scrittori, film makers, grafici, musicisti, fotografi, architetti e designer. Un viaggio nel tempo che riflette il tema dell’Esposizione Universale di Milano Expo 2015, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, attraverso centinaia di opere, oggetti e documenti provenienti da musei, istituzioni pubbliche e private, collezionisti e artisti da tutto il mondo.

Non proprio economico ma sicuramente di grande fascino lo spuntino al Triennale Design Cafè all’interno della Triennale stessa.

Museo della Scienza e della Tecnica - Via San Vittore 21
L’architetto Piero Portaluppi ha trasformato il convento di San Vittore nell’attuale sede del Museo. Per Expo Milano 2015 è stata allestita la mostra Food People. Dedicata a chi ha fame di innovazione la nuova esposizione è dedicata all’alimentazione. 700 mq dove guardare con occhi diversi oggetti e tecnologie che fanno ormai parte del nostro quotidiano. Un’occasione per guardare il futuro e affrontare tanti temi appassionanti nei tre laboratori dedicati a Genetica, Biotecnologie e Alimentazione.

Nei pressi del Museo si possono gustare sapori naturali con vista sul giardino al Bioesserì in via De Amicis 45. Dal cappuccino al bicchiere delle staffa ci si rilassa in un ambiente fresco, dai colori chiari con ampie vetrate sul rigoglioso giardino. Non c’è boccone che non sia certificato “bio”.

Museo del Novecento - Via Marconi 1 - Palazzo dell’Arengario
Progettato dall’architetto Italo Rota e Fabio Fornasari il Museo del Novecento è stata una vera operazione di bricolage. Androni, slarghi, piccole stanze, passaggi scavati e ricostruiti nel grande corpo dell’Arengario milanese. Il labirinto espositivo di Rota e Fornasari presenta più ingressi e più uscite oltre ambienti molteplici. Il Museo del Novecento promuove nell’ambito del palinsesto Expo Milano 2015 in città la mostra “Un Museo Ideale. Ospiti d’eccezione nelle Collezioni del Novecento dal Futurismo al Contemporaneo”.

A poca distanza dal Museo del Novecento vale la pena mangiare alla California Bakery in via Larga 19, locale in pieno stile Usa declinato alla milanese. L’allestimento tra cucina di altri tempi e panetteria vintage regalano un’atmosfera da vero bistrot dove assaggiare hamburger, muffin, tranci di torte dalla mattina fino a mezzanotte.

Cintya Concari


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×