19-10-2015

Der Kobel. Architettura come attivatore del paesaggio.

Natura e architettura, ciò che spesso viene inteso come una dicotomia si rivela un connubio molto armonico nel caso di un rifugio in calcestruzzo sito lungo un sentiero panoramico vicino a Würzburg in Germania.



  1. Blog
  2. Landscaping
  3. Der Kobel. Architettura come attivatore del paesaggio.

Der Kobel. Architettura come attivatore del paesaggio. Natura e architettura, ciò che spesso viene inteso come una dicotomia si rivela un connubio molto armonico nel caso di un rifugio in calcestruzzo sito lungo un sentiero panoramico vicino a Würzburg in Germania. Un progetto dello studio di architettura Hofmann Keicher Ring Architekten.



Che l'architettura venga utilizzata quale attivatore del paesaggio lo abbiamo visto in Norvegia con le Nasional Turistveger (link). Un esempio che sta facendo scuola in tutto il mondo.  Un progetto particolarmente ben riuscito lo troviamo invece nei pressi di Würzburg in Franconia, Germania, dove l'architetto Jochen Hofmann dello studio Hofmann Keicher Ring Architekten ha realizzato un rifugio molto particolare.



La forma si racconta attraverso il suo nome tedesco “Kobel”, ovvero tana.  In effetti la costruzione dalla forma organica riprende proprio questo concetto, solo in una scala più grande. Infatti l'idea è nata in cucina, sbucciando le patate, mentre il primo modello è stato creato usando una mezza patata sbucciata e svuotata! 





Il rifugio misura 8 metri per 8, altezza massima 3,40 metri, con una superficie utile di 45 metri quadrati, offrendo spazio per ben 50 persone. 
La struttura in calcestruzzo sabbiato nasce dall'accoppiamento di due semigusci aperti ed è coperta su 3 lati dalla terra. All'interno è arricchita da una panca in legno di rovere, un lucernario e un tavolo centrale in acciaio corten. La scelta dei materiali che tendono a invecchiare e cambiare aspetto vuole migliorare ulteriormente il dialogo tra topografia e architettura.



Il rifugio è stato concepito come punto di partenza e di arrivo del sentiero ecologico del Comune di Rimpar a nord di Würzburg, atto alla scoperta dei vigneti della zona e destinato a diventare l'icona della comunicazione relativa al territorio.
La tana di Jochen Hofmann sottolinea quanto un inserimento architettonico di successo dipenda innanzitutto dalla conoscenza del contesto paesaggistico e naturale, formulamndo una risposta armonica in grado di creare un plusvalore per i fruitori.

Christiane Bürklein

Progetto: Jochen Hofmann di Hofmann Keicher Ring Architekten
Cliente: Comune di Rimpar, Germania
Anno: 2015
Fotografie: Courtesy of Beton.org

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature