1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. Francine Houben, Mecanoo

Francine Houben, Mecanoo

Francine Houben, Mecanoo
Composizione, contrasto, complessità, sono i tre fondamenti della visione architettonica di Francine Houben, fondatore e direttore dello studio Mecanoo, come recita anche il titolo della loro mostra personale alla Biennale di Architettura di San Paolo del Brasile.
Il nome Mecanoo deriva dal gioco di costruzione Meccano, inventato in Inghilterra alla fine dell’Ottocento. Lo studio nasce nel 1984 a Rotterdam e negli anni si distingue per l’innovazione nell’architettura residenziale e pubblica, in particolare nella realizzazione di musei e teatri. Oggi il team, che si compone di circa 120 professionisti di nazionalità e formazioni differenti, è diretto da Francine Houben, Aart Fransen, Peter Haasbroek, Francesco Veenstra, Ellen van der Wal, Paul Ketelaars e Dick van Gameren. Competenze in settori come la sostenibilità, la mobilità, l’istruzione, l’ingegneria, consentono allo studio di affrontare progetti a piccola e grande scala e con complessità elevate.
Tre le peculiarità del loro modo di progettare c’è l’analisi del contesto ambientale e la padronanza dei materiali nelle loro specificità.
Francine Houben esprime bene la sua filosofia in questo modo: “Architecture must appeal to all the senses and is never a (purely) intellectual, conceptual or a visual consideration alone. Architecture is about combining all of the individual elements into a single concept. In the end, what counts is the arrangement of form and emotion. Architecture should touch all the senses.” Le sue opere si distinguono per il forte impatto formale che si combina a un programma interno razionale e pragmatico. Grande è il suo legame con Rotterdam, di cui la Houben ha contribuito a creare l’immagine di città contemporanea con la sua torre Montevideo realizzata nel 2005. Al 2003 risale la prima edizione della Biennale di Architettura di Rotterdam da lei diretta e curata sul tema della mobilità.
 
Opere e progetti famosi dell'architetto Francine Houben, Studio Mecanoo
 
- Biblioteca civica di Birmingham (Inghilterra), 2013
- Fontys Scuola per lo sport, Eindhoven (Olanda), 2012
- Kaap skil Museo del mare e delle sue genti, Oudeschild, Texel (Olanda), 2011
- Teatro e centro culturale La Llotja, Lleida (Spagna), 2010
- Montevideo tower, Rotterdam (Olanda), 2005
- Residenze Nieuw Terbregge, Rotterdam (Olanda), 2002
- Cappella di Santa Maria degli Angeli, Rotterdam (Olanda), 2001
- Culture building canadaplein & theatre de vest, Alkmaar (Olanda), 2000
- National Heritage Museum, Arnhem (Olanda), 2000
- University of Technology Library, Delft  (Olanda), 1998
- Isala college, Silvolde (Olanda), 1995
 
www.mecanoo.nl

Correlati: Mecanoo

Architetti più visti

Richard Meier

19-11-2013

Richard Meier

Zaha Hadid

10-08-2015

Zaha Hadid

Bjarke Ingels - BIG

15-04-2014

Bjarke Ingels - BIG

Herman Hertzberger

24-05-2004

Herman Hertzberger

Sou Fujimoto

27-11-2009

Sou Fujimoto


Correlati

13-12-2017

Mostre Maxxi Il gioiello contemporaneo e Beirut

Il Maxxi di Roma ospita due interessanti mostre: la prima dedicata alla città di Beirut...

More...

14-12-2017

Snøhetta Facoltà di Belle Arti, Musica e Design a Bergen

Il nuovo edificio progettato dallo studio Snøhetta a Bergen e inaugurato l'11 ottobre...

More...

13-12-2017

Mostra Rossetti + Wyss Architekten - fingerprints Parigi

La Galerie d'Architecture di Parigi presenta il lavoro dello studio svizzero Rossetti + Wyss...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy