19-10-2018

I vincitori di The Architecture Drawing Prize 2018

Londra,

Mostre,

The Architecture Drawing Prize, World Architecture Festival, Mostra, Award, Evento,

Durante la preparazione dell'annuale World Architecture Festival (WAF), che quest'anno si tiene ad Amsterdam a fine novembre, sono stati annunciati, a Londra, i vincitori della seconda edizione di The Architecture Drawing Prize 2018, a cura del WAF, del Sir John Soane's Museum e dello studio Make Architects.



  1. Blog
  2. News
  3. I vincitori di The Architecture Drawing Prize 2018

I vincitori di The Architecture Drawing Prize 2018 Durante la preparazione dell'annuale World Architecture Festival (WAF), che quest'anno si tiene ad Amsterdam a fine novembre, sono stati annunciati, a Londra, i vincitori della seconda edizione di The Architecture Drawing Prize 2018, a cura del WAF, del Sir John Soane's Museum e dello studio Make Architects.


Nella nostra era dell’immagine, oltre alla fotografia, rimane sempre il fascino del disegno, sia realizzato a mano che digitale. E ora il disegno di architettura ha anche un premio alla sua seconda edizione: The Architecture Drawing Prize 2018. Indetto e svoltosi durante la preparazione dell'annuale evento World Architecture Festival (WAF), quest'anno in programma ad Amsterdam.
Al premio hanno partecipato opere provenienti da 31 paesi, il 56% dei partecipanti al premio è più giovane di 30 anni, una quota che aumenta nella shortlist a ben 63%.
La shortlist è suddivisa nelle tre categorie: hand-drawing, hybrid e digital still image. Il vincitore assoluto è stato scelto tra i vincitori delle singole categorie, si tratta di Li Han, uno dei soci fondatori di Drawing Architecture Studio di Pechino, lo stesso che ha vinto anche nella categoria digitale con l'opera The Samsara of Building No. 42 on Dirty Street. Si tratta di un racconto visivo cronologico dedicato allo sviluppo di un edificio residenziale a Pechino, in Cina, tra il 2008 e il 2017, realizzato al fine di esaminare il rapporto tra la società civile e lo stato nello sviluppo urbano. Narinder Sagoo, senior partner di Foster + Partners e uno dei giudici del 2018 Architecture Drawing Prize ha dichiarato: "Questo disegno sfida i preconcetti della presentazione digitale. Racconta centinaia di storie in nove anni in cui l'architettura, le città e la vita delle persone cambiano. È importante per tutti gli architetti considerare la vita degli edifici nel corso del tempo.”
Gli altri due vincitori di categoria sono Lukas Göbl, dello studio austriaco göbl architektur ZT GmbH, nella categoria ibrida per City of Beautiful Bodies e Carlijn Kingma, dello Studio Carlijn Kingma, nella categoria disegnato a mano per The Babylonian Tower of Modernity.
Il disegno di Lukas Göbl fa parte di un progetto in corso dedicato all'idea di utopia e al suo ruolo nella società di oggi. Commenta Farshid Moussavi, fondatore di Farshid Moussavi Architecture e giudice del 2018 Architecture Drawing Prize: "si tratta del disegnare come processo, non come risultato.” Mentre il disegno di Carlijn Kingma rielabora la storia della Torre di Babele alla luce della religione moderna del capitalismo, dove i social media e i nuovi strumenti di comunicazione digitale stanno portando a una maggiore polarizzazione. Ken Shuttleworth, fondatore di Make Architects e giudice del premio, ha dichiarato: "Questo è un disegno incredibile… puoi guardarlo per giorni.
La giuria, composta da Owen Hopkins, curatore senior al Sir John Soane's Museum; Nicola Kalinsky, direttore del Barber Institute of Fine Arts; gli artisti Ben Langlands e Nikki Bell di Langlands & Bell; Jeremy Melvin, curatore del World Architecture Festival; Farshid Moussavi, fondatore di Farshid Moussavi Architecture; Narinder Sagoo, senior partner di Foster + Partners; e Ken Shuttleworth, fondatore di Make Architects, oltre ai premi ha riconosciuto alcune menzioni. Tra queste nella categoria Hybrid 6 Moments: Meaning through Repetition di Vincent Perron dell’University of British Columbia e American Dream or American Nightmare di Yue Ma della Cornell University. Nella categoria Digital invece sono stati menzionati Juan Alberto Arjona Belmonte dell’Escuela Técnica Superior de Arquitectura de Madrid (ETSAM) per The Tower of Memory: the tower and the landscape, così come Daisy Ames di Studio Ames per Other Medians: Perceivable Future.
I vincitori e la shortlist sono esposti in una mostra dedicata al Sir John Soane's Museum di Londra dal 17 ottobre al 18 novembre, oltre ovviamente durante tutto il WAF.

Christiane Bürklein

The Architecture Drawing Prize 2018,
mostra al Sir John Soane's Museum di Londra dal 17 ottobre al 18 novembre 2018
Immagini: vedi leggende
1) Li Han, The Samsara of Building No.42 on Dirty Street, 2017 - Overall Winner Category Winner
2) Carlijn Kingma, The Babylonian Tower of Modernity, 2017 Category Winner Hand-Drawn
3) Juan Alberto Arjona Belmonte, The Tower of Memory: the tower and the landscape, 2018
4) Roberto Boettger, Reconciling Infrastructural Artefacts: Section, 2017
5) Reza Aliabadi, Spatial Cocktails (Day & Night), 2018
6) Yue Ma, American Dream or American Nightmare: 2020, 2050, 2070, 2018
7) Daisy Ames, Other Medians: Perceivable Future, 2018
8) Simon Kalajdjiev, Chuo Ward, Tokyo, 2017
9) Divakara Murthy V, Hiranyagarba, 2018
10) Lukas Göbl, City of Beautiful Bodies, 2016, Category Winner Hybrid
11) Li Han, The Samsara of Building No.42 on Dirty Street, 2017 - Overall Winner Category Winner
12) Li Han, The Samsara of Building No.42 on Dirty Street, 2017 - Overall Winner Category Winner
Ulteriori informazioni: https://thedrawingprize.worldarchitecturefestival.com/

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×