Architetti: Biografia Norman Foster

04/09/2014
Norman Foster

Architetto e designer inglese tra i più noti e influenti degli ultimi decenni, Norman Foster (1935) si laurea a Manchester e consegue un Master a Yale, dove incontra Richard Rogers, con cui lavora dal 1963 al ‘67 nello studio Team 4.
Dopo il distacco di Rogers, Foster avvia la Foster Ass., ora divenuta Foster and Partners, che realizza progetti in tutto il mondo considerati “tra i più significativi dell’architettura contemporanea”.
Con oltre 700 dipendenti e numerose sedi in tutto il mondo, la Foster and Partners è uno degli studi di architettura più attivi del mondo, con progetti realizzati in 50 nazioni: le attività dello studio spaziano dai masterplan alle ristrutturazioni di edifici storici, da piani di urbanistica fino ad ogni aspetto del design.
Foster è conosciuto principalmente per l’attenzione verso l’alta tecnologia, un aspetto che caratterizza in particolare le sue prime opere: si segnalano le sedi dell’IBM in New Hampshire, il Centro Reanul a Swindon, e uno dei suoi progetti più rinomati ed imponenti, il grattacielo dell’Hong Kong & Shangai Bank ad Hong Kong (1979-1986), da molti considerato un capolavoro dell’high tech, con i suoi 180 metri e 100mila mq di area.
Ma è soprattutto dagli anni Novanta che lo Studio Foster si segnala come punto di riferimento dell’architettura moderna, con innovative e celebri realizzazioni quali il grattacielo Commerzbank a Francoforte, le stazioni delle metropolitane di Bilbao e Londra, il Mikroelektronik Park a Duisburg, il Millennium Bridge a Londra. Per complessità e ricerca d’innovazione molte di queste opere sono da considerarsi vere e proprie sfide urbanistiche (il terminal di Pechino, ad esempio, è il più grande del mondo). Un’attenzione particolare è dedicata da Foster alle tematiche sociali dell’architettura, vista come elemento che determina la qualità dell’ambiente e quindi della vita stessa.
Nominato Lord dalla Corte Britannica (1999), nel corso della lunga carriera ha ricevuto centinaia di riconoscimenti: si segnala la Medaglia d’Oro dell’Accademia di Francia (1991) e quella dell’American Institute of Architects (1994). Si è inoltre aggiudicato i premi Stirling (1998 e 2004), Pritzker (1999), Aga Khan Award (2007).
 
Progetti dell'architetto Norman Foster
 
- Grattacielo a 425 Park Avenue, New York (USA)
- Restauro e ampliamento Lenbachhaus Museum, Monaco di Baviera (Germania), 2013
- Yale School of Management, New Haven (USA), 2013
- BMCE Bank Branches, Rabat (Marocco), 2011
- Dolder Grand Hotel, Zurigo (Svizzera), 2008
- Hearst Tower, New York (USA), 2006
- National Police Memorial, 2005
- Millennium Bridge, 2000
- Great Court British Museum, Londra (Gran Bretagna), 2000
- Rinnovamento del Reichstag, Berlino (Germania), 1999
- Aeroporto internazionale Chep Lap Kok, Hong Kong, 1998
- Commerzbank Tower, Francoforte sul Meno (Germania), 1997
- Mikroelektronik Park, Duisburg (Germania), 1995
- Carré d’art, Nîmes (Francia), 1993
- Torre per telecomunicazioni Collserola, Barcellona (Spagna), 1992
- Hong Kong and Shangai Bank, Hong Kong, 1986
- Centro Renault, Swindon, 1983
- Sainsbury Center for Visual Arts, East Anglia University, Norwich, 1978
- Willis Faber Dumas, Ipswich (Gran Bretagna), 1975
- IBM, Cosham-Greenford (Gran Bretagna), 1971
 
http://www.fosterandpartners.com