15-02-2017

Laayoune Technology School di El Kabbaj - Kettani - Siana Architects

Saad El Kabbaj Architecte,

Marocco,

Progetti

Terzo progetto in ordine temporale dedicato alle sedi universitarie marocchine, la Laayoune Technology School di El Kabbaj - Kettani - Siana Architects conferma la planimetria con asse rettilineo e la composizione a blocchi ispirati alla qasba.



Laayoune Technology School di El Kabbaj - Kettani - Siana Architects Nel 2016 viene ultimata la Laayoune Technology School, progettata nel 2014 da El Kabbaj - Kettani - Siana Architects. Terzo intervento in ordine temporale relativo all’istituzione scolastica universitaria in Marocco da parte di Saad El Kabbaj, Driss Kettani e Mohamed Amine Siana, quella di Laayoune è una delle sedi universitarie che fanno parte del progetto di decentramento attuato dall’ Université IBN Zohr D’Agadir.
Laayoune si trova nel sud del Marocco e è la città principale della regione del Sahara. Fanno parte di questa rete di università anche la Faculté Polydisciplinaire di Taroudant (Taroudant University) e la Technology School of Guelmin, Selezionata per l’Aga Khan Award 2016, entrambi progetti realizzati pochi anni prima dallo studio El Kabbaj - Kettani - Siana Architects.
Le similitudini tra i tre interventi sono evidenti nelle scelte materiche, formali e compositive. La struttura in cemento armato di colore ocra che rilegge le antiche costruzioni marocchine in terra cruda e i colori del Sahara stesso; la composizione per blocchi geometricamente affini, ispirati alla qasba, la tradizionale cittadella fortificata del mondo arabo, con poche aperture ma in grado di creare ombre marcate. Le nude facciate, severe perché frutto di una ricerca di sobrietà ispirata ai valori scientifici che qui si insegnano, guardano alla conservazione, alla facilità di manutenzione, alla minimizzazione dei costi e degli sprechi.
La planimetria risulta molto simile a quella della Taroudant University, orientata da un asse disposto, in questo caso, da nord-ovest a sud-est, con accesso principale da uno dei bracci laterali. Si affacciano sul fronte dell’ingresso gli edifici ausiliari, come gli uffici amministrativi, il centro di documentazione, l’anfiteatro e gli uffici degli insegnanti compresa la caffetteria, mentre restano oltre l’asse pedonale tutte le aule, gli istituti e i laboratori, gli spazi progettati per gli studenti. La lettura della pianta tramite l’asse infonde a questo, come agli altri istituti, un grande rigore e un’immediatezza che facilita l’orientamento e il senso di accoglienza.
Tutti i blocchi sono intervallati e collegati da piazze e percorsi piantumati, piccole “oasi” parzialmente coperte da tettoie frangisole, arricchiti da arredi urbani che favoriscono la sosta, il soggiorno all’aperto e la condivisione. Con particolare attenzione infatti è stato trattato il tema del clima esterno e delle temperature sahariane e del microclima interno: i tagli verticali e ripetuti nelle facciate tutelano dalla forte luce e dal calore, garantendo comunque un giusto grado di illuminazione e di ventilazione naturale alle aule. Nelle mura potenti e mute, a volte trattati come una doppia pelle, si ritrova la severità del legame con la terra, ripercorso dall’architettura marocchina nei secoli.

Mara Corradi

Architect: El Kabbaj - Kettani - Siana Architects
Project leader: Saad El Kabbaj, Driss Kettani, Mohamed Amine Siana 
Collaborators: Yassine El Aouni, Rachid El Maataoui
Client: Université IBN Zohr D’Agadir
Project year: 2014
Location: Laayoune (Morocco)
Area: 7186 sqm
Engineering: Bepol
Photographs: © Doublespace Photography

http://www.saadelkabbaj.com

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy