04-01-2019

Un anno di grattacieli il rapporto annuale del CTBUH

Kohn Pedersen Fox,

Shenzhen, Cina, Pechino, Cina,

Grattacielo,

Cemento,

CTBUH,

La Cina e Shenzhen in particolare si confermano rispettivamente come il Paese e la città con il più alto numero di supertall, edifici di altezza superiore ai 300 m. Il CITIC Tower di Pechino, progettato dallo studio Kohn Pedersen Fox Associates, con i suoi 528 m di altezza è l'edificio più alto del 2018 e il sesto grattacielo del mondo.



Un anno di grattacieli il rapporto annuale del CTBUH

Tempo di bilanci anche in tema di nuove opere d'architettura, come da tradizione a dicembre il Council on Tall Buildings and Urban Habitat CTBUH, ha pubblicato il suo rapporto annuale dedicato ai grattacieli, un'approfondita analisi sugli edifici alti realizzati nel corso dell'ultimo anno consultabile anche online nel The Skyscraper Center.

Il rapporto riguarda in particolare i 143 grattacieli di altezza pari o superiore ai 200 m completati nel corso del 2018. In questo raggruppamento sono considerati anche gli edifici definiti "supertall", il termine indica grattacieli la cui altezza è pari o superiore ai 300 m di altezza.
Sebbene il Burj Khalifa di Dubai con i suoi 828 m di altezza resti saldamente in testa alla classifica, così come i successivi 4 edifici più alti del mondo, il 2018 ha ugualmente segnato un vero record, con ben 18 nuovi super grattacieli. Il numero totale di queste super costruzioni è quindi arrivato a ben 144 edifici realizzati complessivamente nel mondo. Per capire quanto lo sviluppo di questi altissimi edifici sia cresciuto negli ultimi anni, dando vita a intere città verticali, basti pensare che nel 2000 erano solo 26 i grattacieli superiori ai 300 m di altezza e cinque anni fa nel 2013, i supertall erano 76.
Numeri impressionanti resi possibili dalla tecnologia contemporanea e dalle capacità costruttive raggiunte dalle maestranze specializzate, ma che non devono stupirci perché come fatto notare dall'amministratore delegato di CTBUH, Antony Wood, per far fronte al tasso di urbanizzazione del mondo bisognerebbe costruire ogni settimana una città da 1 milione di persone.

Il record in altezza del 2018 è stato segnato dal CITIC Tower, progettato a Pechino dallo studio Kohn Pedersen Fox Associates, che con i suoi 528 m di altezza è diventato il sesto edificio più alto del mondo ed è stato selezionato per l'Award of Excellence nella categoria Best Tall Building 400 meters and above, insieme a Ping An Finance Center il grattacielo più alto del 2017 progettato sempre da Kohn Pedersen Fox Associates e realizzato a Shenzen. Il rapporto del CTBUH, valuta diversi aspetti dei grattacieli, compresa la funzione per cui sono progettati. Nel 2018, per quanto riguarda in generale gli edifici più alti dei 200 m, la tipologia più richiesta è quella destinata agli uffici (42%) e il materiale preferito è stato il cemento, usato per oltre il 60% dei costruzioni.

In tema di distribuzione geografica, per il terzo anno consecutivo è la Cina il paese dove si costruiscono il maggior numero di grattacieli. Nel 2018 ne sono stati completati ben 88 pari a oltre il 60% di tutti i grattacieli completati nell'anno, stabilendo un nuovo primato rispetto al 2017 quando la produzione cinese si era assestata a circa il 55% delle costruzioni nel mondo. Al secondo posto con 13 supertall completati, sono gli Stati Uniti che anche se con numeri più contenuti segnano ugualmente un incremento importante rispetto al 2017.
Passando a un esame delle città il rapporto del CTBUH evidenzia come per il terzo anno consecutivo è Shenzhen, Cina, la città dove sono stati costruiti il maggior numero di grattacieli dell'anno. A Shenzhen sono stati costruiti ben 14 nuovi grattacieli e la città ora possiede quasi il 10% del totale mondiale di supertall.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of CTBUH

www.skyscrapercenter.com


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×