18-04-2018

Tendenze dal Fuorisalone e dal Salone del Mobile 2018

Carlo Ratti, Marco Porpora Architetti, Stefano Boeri Architetti,

Milano,

Expo, Installazione, Cucina,

Gres Porcellanato,

SapienStone, Ariostea, Iris Ceramica Group, Interior Design, Top cucina, FuoriSalone,

Cambiamento climatico, natura, nuove tecnologie digitali, spazi multifunzionali e interconnessi questi i temi chiave che emergono dalla 57a edizione del Salone del Mobile di Milano e dagli eventi Fuorisalone.



Tendenze dal Fuorisalone e dal Salone del Mobile 2018

Quali saranno gli spazi abitativi del futuro? È questa la domanda principale che aleggia tra gli stand del Salone del Mobile Milano 2018 e che indagano gli architetti con le installazioni e gli eventi Fuorisalone da cui emergono alcuni temi chiave come: soluzioni per far fronte ai cambiamenti climatici in atto, attenzione alla natura e alla sostenibilità, ricorso a nuove tecnologie digitali, progettazione di spazi multifunzionali che possano rispondere a una società sempre più connessa.

Nell'iDD Innovation Design District, l'area compresa tra Porta Nuova e Porta Volta diventata simbolo di una città proiettata verso il futuro, Stefano Boeri Architetti cura nello spazio ipogeo di The Mall la mostra: “the Future of Living and the Planet of the Future”. Lo studio ha coinvolto alcuni importanti aziende invitandole a lavorare su un'astrazione: vivere su Marte. SapienStone brand dedicato al settore dei top cucina in grès porcellanato di alta gamma di Iris Ceramica Group ha risposto all'invito dello studio milanese.
L'intento era quello mettere alla prova le capacità di anticipazione del futuro per la progettazione degli interni. Il percorso nell'ipogeo di The Mall diventa un viaggio in astronave e i visitatori si trovano immersi in un allestimento immaginario e fantascientifico grazie alle video-installazioni di Davide Rapp e Giorgio Zangrandi ispirate alle atmosfere del Pianeta Rosso. In questo scenario fluido e creativo SapienStone presenta un prodotto innovativo nato dalla collaborazione con l’azienda spagnola TPB Top Porzelanik Barcelona®. “Si tratta di un top cucina che permette di cucinare, pranzare e lavorare sulla stessa superficie, pensato per il lifestyle contemporaneo che, anche in cucina, mescola spazi e funzioni d’uso”, così Javier Guardiola, Direttore Commerciale SapienStone, presenta questo innovativo top cucina. Il top SapienStone di Iris Ceramica Group è un piano multifunzione con integrata la zona cottura. Una soluzione all'avanguardia che combina il design, le atmosfere industriali evocate dalle sfumature e dagli effetti del metallo ossidato del top in gres porcellanato SapienStone Malm Grey, con la tecnologia degli induttori di ultima generazione e dei comandi touch control sviluppati da TPB Top Porzelanik Barcelona®. In linea quindi con quelle che sono le tendenze emerse anche negli spazi che il Salone del Mobile dedica alla biennale EuroCucina / FTK (Technology For the Kitchen), SapienStone afferma la visione di una cucina del futuro come un luogo multifunzionale e professionale che non rinuncia però agli aspetti emotivi da sempre legati a questo ambiente, fulcro della casa.

Proiettati verso il futuro ma legati al rispetto per l'ambiente che ci circonda e alla necessità di proteggerlo attuando buone pratiche di sostenibilità, negli allestimenti del Fuorisalone entra prepotentemente la natura.
“La natura non smetterà mai di stupirci e l’uomo non smetterà mai di cercare di imitarla e trasformarla in emozioni”, sottolinea l'architetto Marco Porpora, studio Marco Porpora Architetti, che in Corso Garibaldi 2, cuore del Brera Design District, firma l'installazione Carrara Causeway per Ariostea, brand di Iris Ceramica Group. L'installazione annoda idealmente due paesaggi molto diversi, le cave di Carrara e le Giant's Causeway irlandesi, mettendo in evidenza le qualità tecniche e materiche delle lastre in gres porcellanato di Ariostea.

Un abitare del futuro legato alla natura e sostenibile è oggetto del padiglione “Living Nature. La Natura dell’Abitare” progettato da Carlo Ratti Associati in piazza del Duomo. Il padiglione contiene un giardino dove grazie a un sistema di controllo climatico convivono contemporaneamente le quattro stagioni ed è la sede principale del Salone del Mobile nel centro città. L'installazione pone temi urgenti come quelli del cambiamento climatico indagando la possibilità di intervenire per controllarlo al fine di mitigarne gli effetti. Un progetto in linea con la crescente attenzione alla natura in città che proprio a Milano, ha portato allo sviluppo di progetti ormai storici come il Bosco Verticale di Stefano Boeri. Nel giardino progettato da Carlo Ratti Associati natura e spazi domestici creano stanze e aree familiari arredate secondo diversi temi. I visitatori avranno quindi a disposizione esempi e risposte su come si possa riportare la natura nelle nostre città e nelle nostre case.

(Agnese Bifulco)

the Future of Living and the Planet of the Future
space&interiors – MADE Expo www.space-interiors.it
Progetto: Stefano Boeri Architetti
Luogo: The Mall, Piazza Lina Bo Bardi, Milano

Carrara Causeway
Brera Design District
Progetto: Marco Porpora Architetti
Luogo: corso Garibaldi, 2 Milano
 

“Living Nature. La Natura dell’Abitare”
Progetto: CRA-Carlo Ratti Associati per Salone del Mobile Milano
Luogo: Piazza del Duomo, Milano
Immagini: CRA Graphic team: Gary di Silvio, Gianluca Zimbardi


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×