22-11-2019

Stefano Boeri Architetti Matera Centrale nuova stazione FAL

Stefano Boeri Architetti,

Giovanni Nardi, Guoyin Jiang,

Matera,

Stazioni,

L'anno di Matera 2019, Capitale Europea della Cultura, si avvia a conclusione, ma ci sono opere concrete che resteranno alla città dopo questa grande esposizione mediatica internazionale. Una di queste è certamente la nuova stazione Matera Centrale delle Ferrovie Appulo Lucane, FAL, firmata dallo studio Stefano Boeri Architetti.



Stefano Boeri Architetti Matera Centrale nuova stazione FAL

La nuova stazione di Matera Centrale delle Ferrovie Appulo Lucane, FAL, firmata dallo studio Stefano Boeri Architetti e inaugurata recentemente, è una delle nuove opere realizzate nell'anno di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura.
Il progetto di Stefano Boeri Architetti ha riqualificato, sia funzionalmente che esteticamente, l'edificio della preesistente stazione della tratta FAL Bari – Matera, ridando allo stesso tempo valore a un'area della città di grande importanza. Piazza della Visitazione costituisce, infatti, la cerniera tra la città dei sassi, la parte più antica di Matera, con la città costruita nel dopoguerra e con la Matera contemporanea.
La stazione non è più quindi solo un luogo di servizio, indispensabile al collegamento ferroviario e alle funzioni ad esso connesse, ma la nuova Stazione di Matera Centrale FAL diventa un importante landmark urbano. Un luogo e un'architettura che anticipa i tratti della città a cui si sta per accedere. In effetti questo nuovo spazio pubblico è immediatamente riconoscibile e riconosciuto come parte integrante della piazza pedonale, che a sua volta è collegata ai principali assi di accesso alla vicina città storica.

Il progetto di Stefano Boeri ha un importante pregio: restituire una propria identità e valenza urbana a un pezzo della città che ne era privo. Il tutto è stato ottenuto attraverso un gesto forte e importante sul preesistente, a cui è seguito il progetto di un nuovo elemento architettonico. Il gesto progettuale forte è stato quello di creare nella pavimentazione della piazza, che è a sua volta copertura del tunnel ferroviario interrato, una grande apertura rettangolare di 440 mq. Una soluzione che permette ad aria e luce naturale di penetrare fin nel tunnel sotterraneo e di arrivare sui binari a quota “meno 6 metri”. Mettendo in relazione diretta la parte fuori terra della stazione, pubblica, con quella dentro la terra, destinata al vero e proprio servizio ferroviario. Una soluzione che permette anche di riqualificare il tunnel ferroviario rendendolo uno spazio vivibile. Il nuovo elemento architettonico, secondo importante aspetto del progetto, è una copertura di 45 per 35 m di ampiezza, posta a 12 m di altezza dal livello della piazza e quindi a ben 18 m di altezza dal livello della banchina ferroviaria. La copertura è sorretta da dodici colonne in acciaio che partono direttamente dalla quota del tunnel ferroviario per arrivare al livello terra e poi proseguire fino a 12 m. Questa nuova pensilina delimita lo spazio esterno trasformandolo in una ampia superficie coperta a uso dei turisti, viaggiatori e cittadini. La piazza diventa uno spazio da vivere anche con condizioni climatiche avverse e nelle diverse ore della giornata. Uno spazio che prima era privo di valenza urbana è così diventato un luogo di incontri, attese, transito, un nuovo landmark per la città. Il progetto di Stefano Boeri Architetti è realizzato secondo avanzati principi di sostenibilità. La copertura è rivestita da pannelli fotovoltaici che permettono l'autosufficienza energetica della stazione e in futuro quella dell'intera piazza e del vicino parco attrezzato.
Con la sua nuova copertura, la stazione di Matera Centrale si inserisce nello skyline della città e allo stesso tempo le rende omaggio grazie alla sequenza di spazi come: scale, terrazze, sbalzi, "grotte"; che la caratterizzano e che richiamano l'esperienza urbana dei vicini Sassi.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Stefano Boeri Architetti, photos by Giovanni Nardi (1-2), Guoyin Jiang (3-8).

Project: Stefano Boeri Architetti
Project team: Stefano Boeri (founding partner), Marco Giorgio (project director), Maddalena Maraffi (project leader)
Team: Bogdan Peric, Esteban Marquez, Elisabetta Zuccala, Daniele Barillari
Consulants: Studio Laura Gatti (botanic consultant); SCE Project srl (Structural Engineering), ESA enginering (Plant Engineering), GAD (Controll cost)

Client: FAL Ferrovie Appulo Lucane - Bari
Location: Matera, Italy
Year: 2017 – 2018


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×