15-06-2010

Sancilio: nuovo intervento residenziale a Bari

Studio Sancilio,

Pietro Savorelli,

Bari,

Residenze, Housing,

Vetro, Metallo, Cemento,

Porcelaingres, GranitiFiandre,

La periferia di Bari è oggetto di un cospicuo progetto di edilizia residenziale e di servizi sviluppato dallo studio Sancilio. L’imponenza dell’intervento, organizzato intorno ad una piazza centrale e inserito in un ampio contesto verde, realizza 350 alloggi e aree commerciali e direzionali che si distinguono dai vicini insediamenti intensivi per il ritmo del disegno delle facciate e per la cura nei dettagli delle finiture.



Sancilio: nuovo intervento residenziale a Bari Il quartiere di Poggiofranco, nella periferia di Bari, è stato oggetto di un importante intervento di social housing che ha coinvolto un’area di 40.000 metri quadrati in prossimità della Tangenziale cittadina. L’obiettivo di organizzare tipologie residenziali (con edilizia sovvenzionata, edilizia agevolata e edilizia convenzionata) e non residenziali, da adibire a uffici e a commercio, si fondava su una filosofia costruttiva volta a creare quartieri attivi e mutevoli, dove l’intreccio di funzioni pubbliche e private garantisse in potenza dinamismo e vitalità. Calato nel contesto paesaggistico, il progetto ha dovuto affrontare la difficoltà di un lotto di terreno di forma irregolare in cui conciliare lo spazio aperto della piazza con quello privato delle abitazioni e delle aree per i residenti. Sfruttando proprio la geometria del terreno, i progettisti hanno costruito intorno alla piazza la scenografia del quartiere, al fine di presentarlo non semplicemente per sua funzione residenziale primaria, ma anche come centro del quartiere stesso, che si sviluppa intorno al lotto e che, per la sua recente edificazione, non si era ancora costituito. A fare da quinte al palcoscenico della piazza, da un lato la torre vetrata degli uffici e gli attigui appartamenti e dall’altro un grande complesso a destinazione residenziale che si sviluppa come insieme di torri, di cui il piano terra a pilastri e vetrate costituisce il basamento. Sopra questo zoccolo leggero si slanciano verso l’alto per 13 piani le residenze: concepite come villette unifamiliari, la metratura destinata ad ognuno è quasi equamente divisa tra interno e terrazzo. Il disegno dei terrazzi segue la pianta delle torri, rincorrendosi da torre a torre e generando un bel ritmo in facciata, dove il gioco di pieni e vuoti così creato arricchisce la reiterazione del modulo residenziale, che ha insito in sé il rischio dell’alienazione. L’ampio terrazzo in ogni appartamento è infine un elemento necessario a sfruttare uno dei vantaggi della periferia, vale a dire il paesaggio aperto a disposizione.
In un colpo di scena teatrale il complesso si apre al centro in un corridoio che funge da cono visivo: dalla piazza è così possibile avere uno scorcio sui giardini privati del complesso di abitazioni e, viceversa. Un’ampia area a giardino infatti si sviluppa dietro l’edificio, con aree per far giocare i bambini, aree per skate boards e pattini, piste ciclabili e specchi d’acqua.
La qualità dell’intervento è poi stata completata dalle scelte di dettaglio, particolarmente curate negli elementi metallici delle facciate, come ringhiere e pensiline, realizzate su disegno dei progettisti e nei pavimenti e nei rivestimenti seguiti direttamente dalle aziende, dove l’alternanza di temi e decorazioni denota l’interesse a caratterizzare l’intervento, distinguendolo dalle costruzioni del contesto.
Secondo una scelta di mediazione tra ricercatezza del disegno, funzionalità e facilità di manutenzione, per i pavimenti degli spazi pubblici è stato utilizzato il gres di Porcelaingres della Woodstone Collection, nella finitura naturale dell’African Wengè e nel grande formato 120x30, a cui sono stati abbinati i rivestimenti Oltimer e Rupas della stessa produzione, con diversi temi decorativi e cromatici, per valorizzare gli spazi comuni e di accoglienza. Anche per le facciate degli appartamenti è stato scelto un rivestimento in gres, per la resistenza del materiale e l’ampia possibilità di scelta tematica: in questo caso è stata selezionata nel catalogo di GranitiFiandre la Pietra Dorata, un materiale dalla sfumatura delicata che fa da contrasto con le ampie superfici vetrate del basamento. Nel caso della torre di uffici, le superfici in vetro sono state completate dall’accostamento al Rupas, un gres di Granitifiandre dalle intense sfumature naturali che bilanciano l’effetto high-tech del vetro e dell’alluminio.
Con un felice connubio tra scelte linguistiche di respiro internazionale, come il vetro e il metallo, e scelte dalla forte connotazione nazionale come quella del gres, della sua tradizione italiana con le sue ampie potenzialità espressive, questo intervento vuole essere saldo punto di riferimento visivo in un contesto in trasformazione.


Progettazione urbanistico architettonica e Direzione Lavori: Studio Sancilio Ingegneri e Architetti Associati
Luogo: Bari (Italia)
Committente: IACP Bari
Soggetto Convenzionato: Consorzio Sviluppo e Costruzioni
Progetto impianti: Ingegneria & Servizi S.r.l.
Progetto delle strutture: Studio Costa Ingegneri Associati – Studio Gruppo Cinque
Fornitori:
Pensilina e ringhiere primo piano: Colella & Partners
Facciate continue: Coesi
Ringhiere balconi: Sites
Infissi: F.lli Cramarossa
Superficie del lotto:40.000 mq
Data fine lavori: 2010
Strutture in cemento armato
Facciate in alluminio e vetro
Pavimenti di androni, pianerottoli e ascensori in gres porcellanato Woodstone Collection African Wengè (120x30): Porcelaingres
Rivestimenti di androni in gres porcellanato della collezione Oldtimer (60x60): Porcelaingres
Rivestimenti al piano terra e uffici in gres porcellanato Rupas (30x60): Porcelaingres
Rivestimenti esterni residenze in Pietra Dorata 60x40 della collezione New Stone: Granitifiandre
Fotografo: Pietro Savorelli

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×