14-11-2005

Roma, Case bioecologiche.
Marcello Marocco, Thomas Herzog. 2005

Marocco, Roma,

Fabbriche, Bar, Sport & Wellness,

Vetro,

31 a Lunghezzina e 25 a Ponte Galera: sono 56 gli appartamenti bioecologici che nasceranno in due zone della periferia romana. A progettarle: Marcello Marocco e Thomas Herzog, vincitori del concorso internazionale bandito dal Comune di Roma.



Roma, Case bioecologiche.<br> Marcello Marocco, Thomas Herzog. 2005 "Involucro ben temperato" è il nome del progetto di Herzog (due palazzine di quattro piani ciascuna), mentre quello di Marocco si chiamerà "Nomos e phisis" (un unico edificio di quattro piani). Entrambi si caratterizzano per le soluzioni fortemente orientate al risparmio energetico, al benessere ambientale, facendo leva soprattutto sulle fonti naturali, quali luce, energia solare, acqua, verde.
Il tutto si incontrerà con altrettanto studiate soluzioni nelle forme, nei materiali e nell'articolazione degli spazi.
Il progetto di Marocco, ad esempio, si caratterizza anche per la totale assenza di barriere architettoniche e per l'impiego di materiali riciclati, provenienti dall'abbattimento di altri fabbricati; a loro volta, questi nuovi edifici verranno realizzati con soluzioni che ne permettano facilmente il riciclo, limitando l'impiego di materiali di assemblaggio.

Prevista, inoltre, l'installazione di una "serra": verrà posizionata una vetrata a ridosso delle mura esposte alla luce solare: in questo modo l'energia verrà trattenuta dal vetro e rilasciata all'interno gradualmente. L'inizio dei lavori, che dovrebbero durare 18 mesi, è previsto per la primavera del 2006.

Laura Della Badia

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×