05-12-2006

Manuel and Francisco Aieres Mateus: Università di Lisbona

Manuel Aires Mateus, Francisco Aieres Mateus,

Lisbona,

Università,

Pietra,

Un rettorato severo, ma assolutamente moderno. Chiuso verso l'esterno, eppure assolutamente presente, tanto da stabilire inevitabilmente un rapporto con la piazza che lo accoglie e con la città intorno.



Manuel and Francisco Aieres Mateus: Università di Lisbona È da lì che si legge l'edificio, che se ne scruta l'interno, che lo si decifra nelle sue scansioni, nei suoi ritmi, nelle sue declinazioni. All'interno, la distribuzione degli ambienti è semplice e necessariamente condizionata dalla particolare soluzione dei prospetti: sul lato chiuso corrono i collegamenti verticali e orizzontali, sull'altro si susseguono gli uffici.
Il terreno che ospita il rettorato presenta una pendenza: tre piani dell'edificio fanno da basamento accompagnando l'inclinazione del terreno, altri nove si ergono dal livello della piazza che sta innanzi al rettorato. Il carattere di questa "punch-card architecture" -come la definiscono i suoi autori- vive nell'interferenza fra andamenti verticali e ricorsi orizzontali, fra l'aspirazione allo slancio e la tendenza alla staticità. Lo si legge nella forma, nelle dimensioni, nella scelta dei materiali. Forma e dimensioni concorrono a far svettare la piastra verso l'alto; il materiale -la pietra- aggancia l'architettura al suolo.
Con questa opera, Manuel e Francisco Aieres Mateus si sono aggiudicati il Prémio Valmor de Arquitectura, assegnato alle opere più rappresentative della città di Lisbona.

Francesca Oddo

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×