16-06-2015

Reiulf Ramstad Arkitekter (RRA) e la Community Church a Knarvik

Reiulf Ramstad,

© Reiulf Ramstad Architects,

Oslo,

Chiese & Cimiteri,

Legno,

Lo studio di Oslo Reiulf Ramstad Arkitekter (RRA) ha completato nel 2014 la Community Church a Knarvik. Progetto vincitore di un concorso nel 2010, la Community Church di Knarvik di RRA rivisita le tradizionali chiese norvegesi, realizzando un landmark per la comunità.



Reiulf Ramstad Arkitekter (RRA) e la Community Church a Knarvik

Una nuova Community Church sorge a Knarvik, una località che si trova sulla costa occidentale della Norvegia, nei pressi della città di Bergen. Reiulf Ramstad Arkitekter (RRA) sono i progettisti di questa architettura, concepita non solo come agape sacra ma come edificio pubblico per attività di interesse sociale, che chiama a raccolta fedeli e non. 
Lo studio Reiulf Ramstad Arkitekter (RRA) di Oslo ha ripercorso i paesaggi e la storia della Norvegia e in particolare della zona di Bergen, che conserva ancora meravigliose chiese storiche costruite completamente in legno. La Community Church di Knarvik si può leggere oggi come un’interpretazione in chiave contemporanea di quella storia, di quelle tecniche costruttive che si identificano nelle facciate con doghe in legno locale.

Vincitore di un concorso bandito nel 2010, Reiulf Ramstad Arkitekter (RRA) ha sviluppato formalmente l’impianto tradizionale dell’edificio di culto a pianta rettangolare, a una sola navata,  con facciata a frontone e campanile laterale. A dispetto di una visione tridimensionale complessa e articolata, composta da geometrie aspre che si sviluppano innalzandosi - e che si direbbe derivino dalla durezza del paesaggio dei fiordi - , la pianta dei due livelli è estremamente semplice e organizzata intorno alla grande aula sacra. Il campanile è nella guglia che si innalza in facciata e che accoglie i fedeli sorreggendo la piccola croce. Il volume monolitico in pianta trova la sua espressività nella copertura, che sviluppa il tema della guglia, della punta, della linea obliqua, in altre tre declinazioni che partono dalla base della facciata per innalzarsi verso l’altro. Quest’architettura, che dà il suo meglio se contemplata da una posizione rialzata rispetto alla sua quota di terra, sembra voler liberare un’energia interna, quella che fa tendere le sue “punte” verso il cielo. L’assenza di un basamento poi e il suo sorgere dal terreno da cui la chiesa domina la città di Knarvik e i suoi fiordi, dà l’idea che questa forza derivi direttamente dalla rocca su cui l’architettura si poggia.


Tale esplosione energetica in realtà si mitiga mediante la scelta del materiale, un pino locale invecchiato a listoni verticali (una variatio rispetto all’andamento orizzontale delle doghe delle chiese storiche della regione) utilizzato su tutte le superfici esterne ed interne e anche per la realizzazione di tutti gli arredi. Un’interpretazione moderna delle monofore sono gli accentuati tagli verticali che scandiscono ritmicamente le facciate laterali e quella posteriore, dotata di un  grande rosone disegnato nel legno. Quella che a distanza si percepisce come una scultura di legno a scala architettonica, avvicinandosi rivela la propria trasparenza, lasciando filtrare luce naturale negli ambienti e diventando un landmark luminoso di sera. Gli spazi interni sono concepiti per essere utilizzati in sinergia, grazie alle porte vetrate e scorrevoli che per esempio mettono in comunicazione l’ampio atrio con l’agape al piano primo. La facciata a strombo e parzialmente vetrata prolunga idealmente lo spazio al sagrato.

Mara Corradi

Project:  Reiulf Ramstad Arkitekter
Client:  Lindås Kyrkjelege Fellesråd
Location:  Knarvik, Hordaland (Norway)
Gross floor area: 2250 m2
Plot sizte: 15000 m2
Contest: 2010
Beginning of work: 2010
Completion: 2014
Facade in weathered pine timber
Cladding and furniture in pine wood
Photography: © Reiulf Ramstad Arkitekter, Hundven-Clements

www.reiulframstadarchitects.com


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×