04-06-2014

Otxotorena: Campus universitario di Navarra, Pamplona

Juan M. Otxotorena Elizegi,

Pedro Pegenaute,

Spagna,

Università,

Vetro, Cemento, Metallo,

Nel nuovo complesso della Facoltà di Economia di Pamplona Juan M. Otxotorena applica un preciso lessico di facciata. Egli rivisita l’archetipo del colonnato d’ingresso, utilizzando elementi verticali a sezione triangolare che alleggeriscono la forma. Cemento a vista, vetro e metallo sono i materiali combinati.



Otxotorena: Campus universitario di Navarra, Pamplona

Juan M. Otxotorena progetta un’altra interessante architettura per l’istruzione, ambito nel quale ha espresso più intensamente la sua poetica. Ultimato nel 2012, il progetto dell’università di Navarra a Pamplona comunica l’aderenza a un lessico figurativo coltivato in molte opere recenti. Il cemento a vista utilizzato per la composizione della facciata diventa materiale leggero, grazie al ritmo degli elementi verticali che definiscono la passerella coperta dell’ingresso.

La nuova facoltà di Economia si inserisce su un terreno lievemente degradante verso il fiume, un sito verde molto curato, in cui i padiglioni universitari esistenti insistono con ordine e rigore. Su questa linea si disegna anche il progetto di Otxotorena con l’ambizione di emergere nel contesto, chiaramente espressa dalla facciata ritmata da elementi verticali. In contrasto con lo sviluppo fortemente orizzontale del complesso, con blocchi articolati su due o tre piani per una superficie complessiva di 15.000 mq circa, il progettista disegna un moderno “colonnato” in cemento, che funge da schermo visivo, suggerendo oltre lo sviluppo del padiglione di Legge. Posti a distanze incostanti e con una sezione triangolare che ne alleggerisce il peso anche visivo sul fronte, gli elementi verticali che segnano l’ingresso all’edificio sembrano sfuggire all’immobilità che il loro volume presuppone.

L’immagine che ne deriva resta comunque di un’innegabile imponenza, quella che combina lo slancio verticale con la prospettiva e gli scorci orizzontali creati dalla cornice e da ognuno degli elementi che la suddividono. L’armonia delle linee, che frammentano lo spazio incorniciandolo in modo differente a seconda dell’angolazione da cui si guarda, si ritrova nel resto della facciata, disegnata da vetrate, serramenti e rivestimenti in metallo. E ancora nella torre d’uffici a nord del complesso, un ricamo che le finestre descrivono sulla facciata in cemento a vista. E così all’interno, nell’andamento delle coperture, delle pareti divisorie e dei grandi lucernari della corte coperta.

L’opera si gioca insomma nel segno dell’alternanza visiva, di luci e ombre, di pieni e vuoti, di chiusura e trasparenza, del nero metallico e del bianco del cemento, del calore del legno e dei rilessi della pavimentazione in ceramica.


L’architettura, ben identificabile nei suoi elementi grafici, diventa segno sul territorio e luogo di aggregazione. L’opera tridimensionale si rende comprensibile e si fa ricordare in quanto traducibile in immagine, icona e fotografia.

Mara Corradi

Progetto: Juan M. Otxotorena Elizegi
Capiprogetto: Isabelino Río, Ignacio Quintana
Collaboratori: Gloria Herrera, Catalina Delgado, Jorge Ortega
Committente: Università di Navarra
Luogo: Pamplona, Navarra (Spagna)
Progetto delle strutture: José Ignacio Etayo, Fernando Sarría (FS Estructuras S.L.)
Supervisione tecnica: Gorka Visiers, Ignacio Quintana, Óscar Lacruz
Superficie utile lorda: 15.529,60 mq
Inizio Progetto: 2010
Fine lavori: 2012
Impresa costruttrice: VDR Construcciones
Serramenti in metallo
Facciate in vetro e metallo
Struttura in cemento
Fotografie: © Juan Rodríguez, Pedro Pegenaute, José Manuel Cutillas, Rubén Pérez Bescós

otxotorenaarquitectos.com


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×