05-06-2013

Ogawa: natura e architettura nella casa con alberi a Kagawa

Hironaka Ogawa & Associates,

Daici Ano,

Giappone,

Housing, Ville,

Design,

Legno,

Il giovane architetto Hironaka Ogawa progetta l’ampliamento di un’abitazione nella sua città, Kagawa, in Giappone, ponendo al centro dell’opera due grandi alberi, parte del patrimonio storico del sito. L’architettura è un santuario di memorie dedicato agli alberi che, abbattuti per costruire il nuovo volume, sono ricollocati esattamente dov’erano, ma oggi all’interno del nuovo edificio, per custodire lo spirito del luogo.



Ogawa: natura e architettura nella casa con alberi a Kagawa Una famiglia di Kagawa, in Giappone, commissiona al giovane architetto locale Hironaka Ogawa l’ampliamento della loro abitazione, perché accolga il nuovo nucleo costituito dalla figlia e dal marito. L’architettura preesistente sorge su un terreno ricco di alberi e arbusti, accuratamente scelti e curati nel tempo, tra i quali due grandi alberi testimoni dell’intera storia della casa: 35 anni fa, in occasione della sua costruzione, furono piantati una pianta di Zelkova e una pianta di Canfora.
L’intero progetto ruota attorno a queste due piante, importantissime per la famiglia, veri e propri custodi della loro memoria. Racconta infatti il progettista: «Dopo aver ricevuto l’incarico per il progetto, ho pensato a diverse soluzioni prima di visitare il sito, ma quando mi sono trovato sul posto, e ho visto quegli alberi, che si ergevano forti e vigorosi nel giardino, tutti i miei pensieri sono stati spazzati via. Ho ascoltato le storie della famiglia, come quella della figlia che saliva su questi alberi quando era piccola. Sono stati loro a vegliare sulla casa e sui suoi abitanti per tutti questi anni, crescendo con la figlia e abbellendo il giardino».
Il grande rammarico per l’abbattimento dei due alberi, necessario alla creazione dello spazio per la seconda abitazione, ha stimolato Ogawa a immaginare una soluzione che integrasse la natura nel costruito, trasformando gli alberi in oggetti rituali. La Zelkova e la Canfora sono state infatti abbattute e spogliate delle loro fronde fino a ricavarne i tronchi con i nudi rami principali, che sono stati portati in un seccatoio e completamente privati d’acqua. Trasformati quindi in due oggetti a scala architettonica, come preziosi fossili vegetali che conservano in sé i segreti e le informazioni di una storia, sono stati posti esattamente dove si trovavano in vita, punti che nel progetto odierno si collocano nel soggiorno della nuova casa: pur non avendo alcuna funzione strutturale, essi si ergono a tutta altezza come pilastri per la copertura del grande ambiente. Per garantire l’altezza di 4 metri infatti il nuovo edificio è stato abbassato di 70 cm rispetto alla quota della casa preesistente.
La struttura in legno è stata tinteggiata in esterno e rivestita in interno di carta da parati bianca. Il bianco è così definito il colore dell’architettura, che si pone in contrasto dialogico con i pavimenti, gli infissi e alcuni arredi che sono in legno naturale seguendo la sensibilità dei due tronchi maestri.


In questa, come in tante opere di architettura contemporanea in Giappone, si percepisce l’influsso della religione shintoista, che vedendo tutto il creato come una manifestazione del divino, porta particolare rispetto nei confronti del paesaggio naturale e crede nella sacralità degli alberi: chi ha viaggiato in questo paese ricorderà l’usanza di erigere templi nei boschi, come espressione dell’adorazione per la spiritualità della natura.

Mara Corradi

Progetto: Hironaka Ogawa (Hironaka Ogawa & Associates)
Committente: Privato
Luogo: Kagawa (Giappone)
Superficie utile lorda: 50,90 mq
Area del lotto: 699,54 mq
Progetto delle strutture: Takashi Manda Structural Design
Inizio Progetto: 2009
Fine lavori: 2010
Struttura in legno
Pareti interne in legno con carta da parati
Pareti esterne in legno stuccato bianco
Pavimento in rovere
Fotografie: © Daici Ano, Hironaka Ogawa & Associates

www.ogaa.jp


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×