23-05-2018

Carranza Ruiz Arquitectura Centro Commerciale Pueblo Serena Monterrey Messico

Carranza Ruiz Arquitectura,

Jorge Taboada,

Monterrey, Messico,

Centri Commerciali,

Ceramica, Gres Porcellanato, Metallo,

Facciate Ventilate, Matimex, Iris Ceramica Group, Versitalia,

Pueblo Serena, il nome del complesso commerciale progettato da Carranza Ruiz Arquitectura è ispirato a un'antica città coloniale messicana. Un nome appropriato per un progetto nato da un profondo lavoro sulle sensazioni e sulla sintonia tra committente, progettisti e maestranze coinvolte. Un successo a cui ha contribuito Iris Ceramica Group producendo lastre di gres porcellanato personalizzate nei colori e nella texture in base alle richieste degli architetti.



Carranza Ruiz Arquitectura Centro Commerciale Pueblo Serena  Monterrey Messico

Un progetto “corale” o “social” fatto di “sensazioni”, così potremo definire Pueblo Serena, il centro commerciale progettato a Monterrey per Artemio Garza Rodríguez dallo studio Carranza / Ruiz Arquitectura, degli architetti Alex Carranza Valles e Gerardo Ruiz Díaz.
Corale” per la profonda sintonia nata tra committente, progettisti e maestranze. Pueblo Serena, nel rispetto dei ruoli di ciascuno, è un progetto a più voci a cui ogni “attore” ha dato il suo fondamentale contributo.
Iris Ceramica Group ha affiancato i progettisti nelle loro ricerca progettuale, realizzando attraverso il brand Iris FMG lastre di gres porcellanato personalizzate nei colori e nella texture per soddisfare le esigenze e le sensazioni che volevano ottenere gli architetti. Uno sforzo congiunto a più livelli e sostenuto dal committente concorde nell'invertire la mentalità prettamente imprenditoriale che generalmente governa il progetto di un centro commerciale, dove ogni area è soppesata in base alla sua capacità reddituale. Pueblo Serena è stato invece progettato pensando al benessere dei suoi utenti, scopo degli architetti era realizzare spazi piacevoli e invitanti. Il grande riscontro ricevuto attraverso internet e le pagine social del centro commerciale, dimostrano che l'obiettivo è stato ampiamente raggiunto e condiviso dagli utenti.

Gli architetti Alex Carranza Valles e Gerardo Ruiz Díaz hanno tratto ispirazione dalla natura del luogo e dalla cultura messicana. Hanno recuperato gli elementi tipici dell'architettura messicana come: porticati, muri spessi e colonnati, per valorizzare il rapporto tra spazio costruito e non costruito, trasformandolo nel punto di forza del progetto di Pueblo Serena.
Ispirandosi agli alberi, a una grande quercia centenaria già presente nel lotto e valorizzata dal progetto del paesaggio degli architetti Claudia Harari e Silverio Sierra, gli architetti Alex Carranza Valles e Gerardo Ruiz Díaz hanno progettato sei diverse colonne giganti, alte ben 17 m, per sostenere la grande copertura in metallo che unisce due degli edifici principali del masterplan. Al centro dell'insediamento è la chiesa, che nella sua candida volumetria si distingue e riconosce immediatamente rispetto alle altre costruzioni. La chiesa è circondata da tre grandi edifici, i più importanti della piazza centrale che richiamano le casonas, le grandi case messicane tipiche dell'architettura vernacolare e realizzate con pietre da cava e portici.
La “sensazione” su cui hanno lavorato gli architetti è ricreare quel benessere intimo che si prova nel visitare le piazze di alcuni centri storici europei, dove spazi ben proporzionati permettono ai visitatori di sentirsi a proprio agio e li invitano alla sosta. Per gli architetti Alex Carranza Valles e Gerardo Ruiz Díaz superare la dicotomia forma – struttura e occuparsi delle sensazioni degli utenti è segno inequivocabile che si sta facendo architettura.

(Agnese Bifulco)

Progetto: Pueblo Serena
Luogo: Monterrey, Nuevo Leon, Mexico
Date: 2013 - 2016 (progetto)
2014 - 2017 (realizzazione)
Progetto architettonico: Carranza / Ruiz Arquitectura (Alex Carranza Valles & Gerardo Ruiz Díaz) www.carranzayruiz.com
Collaboratori: Eduardo Monzón, Fernando Domínguez, Miguel Calera, Jafet Quintanar, Alfredo Arenas, Claudia Chargoy, Begoña Pérez, Sergio López, Israel García
Progetto del Paesaggio: Claudia Harari e Silverio Sierra
Strutture: ATECNO / EXCER INGENIERIA
Installazioni tecniche: INSA / IEPSA / ADISE
Superficie lotto: 82.000 m2
Superficie coperta: 49.000 m2
Superficie sviluppata: 106.000 m2 (45,000 m2 parcheggi)
Superficie rivestita da ceramica: 21.000 m2
Committente: Artemio Garza Rodríguez
Fotografie: Idea Cúbica-Jorge Taboada
Materiale IRIS FMG e formati posati: IRIS FGM Gris Santo Tomas 30x120/30x60/30x90
IRIS FMG Flowery Gold 20x120/40x120/60x120


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×