13-09-2007

Nuova sede del New York Times. New York. Renzo Piano. 2007

Renzo Piano,

New York, USA,

Uffici, Grattacielo, Aziende,

Vetro,

La nuova sede del New York Times, realizzata su progetto di Renzo Piano, è un edificio dal linguaggio semplice, essenziale, deciso, che ha fatto parlare subito di nuovo landmark, come era accaduto nel 1905, quando la prima sede del quotidiano diede il nome a quella che fu battezzata, appunto, Times Square.



Nuova sede del New York Times. New York. Renzo Piano. 2007 L'edificio è una futuristica torre di 228 metri, sovrastata da altri 90 metri di antenna. Costruito in unisolato tra la West 40th e 41th Street, è uno degli interventi più interessanti e poderosi realizzati a Manhattan dopo l'11 settembre.
I suoi spazi, occupati dalla redazione del quotidiano fino al 28° dei 52 piani, ospitano anche uffici di altre aziende, nonché spazi commerciali e aree verdi. Alla base, quindi, una logica di polifunzionalità, che vede gli edifici per il terziario non più come luoghi dedicati esclusivamente al lavoro, ma dotati anche di spazi di aggregazione e servizi.
Pare che per il suo disegno, Piano abbia preso ispirazione dalla griglia geometrica e regolare delle strade di Manhattan, come dimostra la linearità della geometria. Ma un'altra componente interessante del progetto è l'aspetto ecologico: l'intelaiatura di acciaio è ricoperta da una parete di cristallo schermata da barre orizzontali in ceramica estrusa.
La trasparenza, quindi, non solo come espressione di un preciso linguaggio architettonico, ma anche come soluzione voluta in un'ottica di risparmio energetico, nonché metafora di un'idea di informazione che si vuole chiara e diretta. Al terzo piano, uno spazio comune a servizio della redazione è stato pensato per facilitare i rapporti tra i colleghi ed è, per questo, totalmente aperto e privo di partizioni intermedie. Una soluzione, questa, che l'archjitetto genovese ha adottato anche nell'altro edificio realizzato per una redazione: quello de "Il Sole 24Ore" a Milano".
La circolazione interna è garantita da 28 ascensori, ma ci sono anche delle scale in acciaio rosso che si sviluppano su un fianco dell'edificio e sono visibili grazie alle pareti vetrate.
Leggerezza e luminosità sono i tratti distintivi di questo edificio, la cui pelle riflette i mutevoli colori del paesaggio circostante, sottolineando un rapporto molto stretto con la vita della città.
La torre è affiancata da una lobby anch'essa trasparente, che ospita un gradevole giardino, visibile dalle strade circostanti e aperto al pubblico.

Laura Della Badia

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×