26-08-2002

New Shopping

Tadao Ando,

USA, Parigi, Milano,

Store, Uffici, Aziende, metropolitana, Sport & Wellness, Teatri,

Pietra,

Mostra,

Ormai da diversi anni - e in particolare dagli anni '80 - il mondo della moda ha compreso come la veicolazione dell'immagine non si limiti al momento effimero e spettacolare della sfilata: il potenziale cliente sembra, infatti, sempre più irretito dalla proposta di uno stile di vita, di un vero e proprio linguaggio del corpo che si sintonizzi sulla sua sensibilità, il suo temperamento, il suo standard di vita.



New Shopping Herzog & De Meuron, invece, si stanno occupando della ristrutturazione degli uffici americani (la Sede Centrale Prada USA, di 10.600 mq.), del nuovo negozio in Giappone ( Tokyo Prada Store, 2.800 mq.) e del nuovo spazio produttivo italiano, nei pressi di Arezzo.
Dice Herzog:" Prada rappresenta per noi un nuovo tipo di committente, interessato a un nuovo genere di architettura che implica uno scambio di esperienze, che partecipa a un dibattito culturale. Non è la consueta relazione committente-architetto, perché va oltre i limiti tradizionali dell'architettura e della moda".
Prada ha, poi, ulteriormente sottolineato questa nuova filosofia aziendale esponendo i progetti in una mostra a Milano, dal sintomatico titolo: Projects for Prada. Works in progress.

Allo stesso modo, Armani e Calvin Klein hanno rintracciato nell'austera eleganza minimalista di Silvestrin e Pawson il parallelo più consono alla loro discreta, metropolitana sobrietà.
Così, i neutri colori che caratterizzano le loro sfilate - i toni del grigio e del beige, con sapienti tocchi di bianco e di nero - , si ritrovano negli spazi progettati dai due architetti: il nuovo negozio di Armani in Place Vendôme a Parigi, in particolare, consente a Silvestrin di realizzare uno spazio astratto, rigoroso, in cui la predominanza della pietra contrasta, per il suo impatto netto e vigoroso, con le morbide forme destrutturate degli abiti e dei tessuti.
Si crea, così, una sorta di teatro, in cui le pareti sono pensate come quinte e la luce appare soffusa, intima, ovattata, pensata per valorizzare vaste zone d'ombra : come, per l'appunto, in un accogliente, moderno foyer.
A Milano, d'altronde, Armani ha recentemente realizzato due progetti in cui la moda si fonde indissolubilmente alla cultura: il nuovo Spazio Armani - che ospita anche spazi per la lettura e il comfort del cliente - e il Teatro Giorgio Armani nell'ex-stabilimento Nestlé, affidato al segno architettonico, lirico e spirituale, del grande Maestro giapponese Tadao Ando.

Elena Franzoia

Links:

www.giorgioarmani.com
www.prada.com
www.claudiosilvestrin.com

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×