09-10-2020

MVRDV completata la costruzione del Depot Boijmans Van Beuningen di Rotterdam

MVRDV,

Rob Glastra, Ossip van Duivenbode,

Rotterdam,

Musei,

Nel Museumpark di Rotterdam è stata recentemente completata la costruzione del Depot Boijmans Van Beuningen progettato dallo studio d'architettura MVRDV. Questo edificio insolito dalla forma a scodella, rivestito da specchi e con un giardino pensile in copertura, diventerà il primo deposito d'arte al mondo aperto al pubblico, l''inaugurazione ufficiale è attesa per l'autunno 2021.



MVRDV completata la costruzione del Depot Boijmans Van Beuningen di Rotterdam

Il Depot Boijmans Van Beuningen di Rotterdam sarà il primo deposito d'arte al mondo aperto ai visitatori, una struttura dove il pubblico potrà scoprire il backstage dell'intera collezione del museo Boijmans Van Beuningen, con un patrimonio di oltre 151.000 opere, raccolte in 170 anni di attività. La costruzione del Depot, si è conclusa recentemente e a fine settembre i cittadini di Rotterdam hanno potuto visitare in anteprima l'edificio progettato dallo studio d'architettura MVRDV. Il Depot risponde a un preciso problema del Boijmans Van Beuningen: sale monumentali, ma spazio insufficiente per la vastità della sua collezione. Finora infatti il pubblico ha potuto ammirarne solo l'8%, mentre la maggior parte delle opere è custodita in depositi d'arte, con tutti i problemi che questo può comportare in termini di cura e conservazione dei manufatti. Da qui l'idea di creare un nuovo tipo di deposito d'arte, dove il pubblico potesse vivere un'esperienza e un rapporto con l'opera custodita anche nelle fasi di “cura”. Rendendo accessibili e visibili i laboratori di restauro e di conservazione, così come le fasi preparatorie di una grande mostra. Unitamente a queste funzioni principali, il Depot Boijmans Van Beuningen offrirà ai suoi visitatori anche un ristorante con giardino pensile, completo di alberi, un'ideale prolungamento in copertura del verde del Museumpark.
La forma insolita “a scodella” o vaso, che ha il nuovo edificio, è stata scelta per limitare l'ingombro a suolo e non ostacolare i percorsi e le prospettive esistenti nell'area. Di contro l'ampio spazio pubblico ricavato in copertura, dove sono il ristorante e il grande giardino pensile, offre panorami suggestivi sulla città di Rotterdam. Il rivestimento particolare dell'edificio, composto da oltre seimila metri quadrati di vetro suddiviso in 1.664 pannelli a specchio, riflette il contesto e smaterializza il grande volume, alto complessivamente 39,5 m. Una soluzione che permette una perfetta integrazione con il verde del Museumpark, le nuvole e lo skyline di Rotterdam. Seguendo la dinamica di un deposito d'arte, che è diversa da quella di un museo, le opere non sono esposte per mostre o collezioni, ma nel rispetto della loro necessità di conservazione. Sono state quindi individuate cinque zone climatiche per conservarle in base ai materiali con cui sono realizzate: metallo, plastica, organico/inorganico e fotografia. Attraverso le scenografiche scale incrociate dell'atrio e proseguendo lungo il percorso, che attraversa tutto l'edificio e culmina nel ristorante sul tetto, i visitatori accedono alle sale dedicate alle opere, ma anche agli studi dei curatori e ai laboratori di restauro. Quella che viene quindi offerta al pubblico è una completa esperienza nell'insieme di pratiche e competenze con cui un museo di fama mondiale mantiene e cura la propria collezione d'arte. Sul tetto dell'edificio, a 35 metri di altezza, il Depot riserva un'altra attrazione per il pubblico: un bosco di betulle con piante alte diversi metri. Attraverso un'ascensore rapido dal pianoterra si può accedere direttamente al ristorante e al giardino sul tetto e ammirare le viste panoramiche sullo skyline della città di Rotterdam.

(Agnese Bifulco)

Project Name: Depot Boijmans Van Beuningen https://www.boijmans.nl/
Location: Rotterdam, Netherlands

Credits
Architect: MVRDV
Principal in charge: Winy Maas
Partner: Fokke Moerel
Project Team: Sanne van der Burgh, Arjen Ketting, Gerard Heerink, Jason Slabbynck, Rico van de Gevel, Marjolein Marijnissen, Remco de Haan Competition Team: Sanne van der Burgh, Marta Pozo, Gerard Heerink, Elien Deceuninck, Saimon Gomez Idiakez, Jose Ignacio Velasco Martin, Jason Slabbynck, Mariya Gyaurova, Lukasz Brzozowski
Strategy & Development: Jan Knikker, Irene Start
Visualization: Antonio Luca Coco, Matteo Artico, Carlo Cattó
Copyright: MVRDV 2018 – (Winy Maas, Jacob van Rijs, Nathalie de Vries)

Partners:
Contractor: BAM
Structure: IMd Raadgevend Ingenieurs
Cost engineering: BBN
Installations: RHDHV
Façade consultants: ABT
Building Physics: Peutz
Sustainability: BREEAM Excellent (goal)
Images: © Ossip van Duivenbode & © Rob Glastra


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature