07-02-2007

Museo de l'Orangerie. Parigi. Olivier Brochet. 2006

Olivier Brochet,

Parigi,

Tempo Libero, Musei,

Lo storico museo parigino, che ospita opere di pittura impressionista e post-impressionista, è stato sottoposto ad un intervento di ristrutturazione durato 6 anni.



Museo de l'Orangerie. Parigi. Olivier Brochet. 2006 Ma la vera protagonista di questi spazi rinnovati è senz'altro la luce, che entra attraverso il tetto vetrato, così come dalle grandi finestre a tutta altezza, in una composizione che, insieme ai colori, all'articolazione degli spazi e alla texture dei materiali, rende ancor più piacevole la visita del museo. Il restauro ha interessato anche le sale ovali delle Ninfee, anche se qui particolari accorgimenti hanno richiesto di dosare l'ingresso della luce naturale, per preservare lo stato di conservazione delle oper esposte.
L'intervento ha risposto quindi all'obiettivo di migliorare l'organizzazione degli spazi, aumentare la superficie anche per mostre temporanee, ma soprattutto recuperare l'identità dell'Orangerie, l'armonia che le contraddistingueva e il ritmo geometrico che le successive manomissioni avevano oscurato.
Relativamente all'allestimento, per le Ninfee si è voluta recuperare la disposizione originaria, mentre per la collezione Guillaume si è cercata una maggiore valorizzazione.

Laura Della Badia

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×