22-03-2007

Musée du Quai Branly. Parigi. Jean Nouvel. 2006

Jean Nouvel,

Parigi,

Musei,

Cemento, Legno, Acciaio, Vetro,

Interior Design, Sostenibilità,

E' stato inaugurato dopo 5 anni di lavori, dotando Parigi di uno spazio dedicato ad una particolare forma di arte, quella primitiva: il Musée du Quai Branly, progettato da Jean Nouvel, si muove tra curve avvolgenti, forme squadrate e una ricercata varietà di materiali e colori.



Musée du Quai Branly. Parigi. Jean Nouvel. 2006 A farla da protagonisti, tra i materiali, sono il vetro, l'acciaio, il cemento e il legno.
All'esterno una lunga recinzione in vetro costeggia il lungofiume per 200 metri di lunghezza e 12 di altezza. Ma a "segnare" esternamente il museo è soprattutto il "muro vegetale": oltre 15mila piante di 150 specie diverse che, provenienti da tutto il mondo, ricoprono una facciata di 800 metri quadri.
Grazie a questa soluzione, ideata dal paesaggista Patrick Blanc, l'edificio ha ottenuto la certificazione per l'alta qualità ambientale HQE (Haute Qualité Environmentale). Per la sistemazione delle piante sono stati posizionati sulla parete due strati di feltro in poliammide, agganciati su lastre di PVC espanso e fissati ad un'ossatura metallica in modo da formare un cuscino d'aria che fa da isolante. Dallo strato di feltro si sviluppano le radici delle piante.
Si deve invece a Gilles Clément la progettazione del grande giardino che "abbraccia" il museo con una grande varietà di piante.

Laura Della Badia

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×