23-07-2021

Michael Green Architecture per la Facoltà di Scienze Forestali della Oregon State University

Michael Green Architecture,

Josh Partee, Ema Peter Photography,

Università,

L'architetto statunitense Michael Green ha realizzato due nuovi edifici per la Facoltà di Scienze Forestali della Oregon State University, utilizzando quasi esclusivamente legno lamellare ricavato, a km zero, dagli abeti di Douglas circostanti. Il progetto pianifica con attenzione la sostenibilità e la resilienza sismica dell'edificio, adottando una tecnologia basculante e arrivando a stoccare nella propria struttura, grazie all'uso estensivo del legno, 1884 tonnellate di diossido di carbonio.



Michael Green Architecture per la Facoltà di Scienze Forestali della Oregon State University

Michael Green Architecture è uno studio canadese con sede in Oregon, Stati Uniti, dove di recente ha completato la costruzione di due edifici per la Oregon State University. Nello specifico, la commissione è arrivata dalla Facoltà di Scienze Forestali che da un lato aveva bisogno di una nuova sede scolastica per aule, laboratori informatici e una grande sala, realizzata intersecando una struttura esistente chiamata Peavy Hall; dall'altro di un secondo edificio intitolato AA "Red" Emmerson Advanced Wood Products Laboratory (AWP), uno spazio di lavoro in cui realizzare e testare strutture in legno alte fino a tre piani, e che ospita il TallWood Design Institute.

Facendo propria la visione della Oregon State University, che vuole creare un "ambiente di apprendimento dinamico, di collaborazione e ricerca per gestire e sostenere gli ecosistemi forestali nel XXI secolo", Michael Green ha coinvolto nel progetto molteplici dipartimenti e gruppi di futuri utenti, puntando a realizzare qualcosa che, grazie allo scambio di competenze, potesse essere "progettato per essere un insegnante e un laboratorio vivente – un edificio con cui interagire e da cui imparare".

La Peavy Hall, con i suoi oltre 7700 metri quadri di superficie, si presenta come due parallelepipedi di tre piani, perpendicolari e intersecanti a T, che si uniscono a una parte preesistente del campus: la Richardson Hall. All'interno le classi, le aule computer e i laboratori sono circa una quarantina, tutti di dimensioni differenti e disposte in modo variabile tra interno ed esterno, dando così la possibilità ai professori di utilizzare diversi approcci all'insegnamento, al fine di coinvolgere al meglio gli studenti. Gli interni sono interamente realizzati in legno, conferendo in questo modo un grande calore e un aspetto accogliente. Eppure, il punto più spettacolare della Peavy Hall è senz'altro l'atrio di ingresso, un effetto ottenuto grazie alla sua doppia altezza, alle grandi vetrate alternate ad alti pilastri in legno lamellare, nonché alle due monumentali scalinate in legno, posizionate agli estremi dello spazio stretto e allungato. Inoltre, l'atrio attraverso le grandi vetrate è in connessione diretta con la foresta circostante e collegato all'arboretum, il luogo dove trova posto una vasta collezione di piante e considerato "come un'aula vivente per gli studenti di scienze forestali, la comunità e l'industria".

Il secondo edificio, l'Advanced Wood Products Laboratory dedicato ad AA "Red" Emmerson, è più piccolo ma con l’importante ruolo di collegare il sapere accademico con quello operativo, in quanto è dedicato alla realizzazione di elementi e strutture in legno. Il suo obiettivo non è però solo quello di realizzare le strutture, ma anche di testarle in maniera scientifica, al preciso scopo di ottenere dei dati utili all'innovazione tecnologica studiata in questo luogo. Negli oltre 1600 metri quadrati dell'AWP trovano quindi posto due ambienti: uno dedicato alla costruzione e l'altro alle fasi di test. Non va però dimenticato che anche questo edificio, pur essendo più semplice, è stato realizzato quasi interamente in legno, eccezion fatta per il pavimento, il quale, a causa dei test di sforzo, deve essere particolarmente resistente.
Si può così costatare come tutte le strutture create da Michael Green Architecture siano in legno lamellare in diverse varianti per pilastri, pavimenti e rinforzi, incluso il sistema basculante necessario a far fronte alla forte attività sismica locale. La materia prima per tutto il complesso è quindi l'abete di Douglas, principe delle foreste locali, assieme all'ontano rosso anch'esso utilizzato per alcuni rivestimenti della Peavy Hall.

Un altro aspetto interessante del progetto di Michael Green riguarda il concetto di edificio come insegnante. A tal proposito racconta:"Nell'ambito del concetto di edificio come insegnante, la struttura in legno viene monitorata da oltre 200 sensori installati al suo interno al fine di raccogliere dati sul movimento strutturale verticale e orizzontale e sull'umidità. Questi dati verranno utilizzati per l'analisi delle prestazioni delle strutture in legno durante la vita dell'edificio e saranno alla base delle future buone prassi per la costruzione in legno".

Anche dal punto di vista della sostenibilità i nuovi edifici della Facoltà di Foresteria della Oregon State University rappresentano un'eccellenza: oltre a contenere ben 1884 tonnellate di diossido di carbonio presente nel legno utilizzato, l'edificio è pure pronto per l'installazione del sistema fotovoltaico, nonché progettato per moduli, così, in caso di un evento sismico, si possano sostituire solo quelli danneggiati. In più: le vetrate sono coperte da un film che regola la luce e il calore trasmessi, un sistema apposito raccoglie l'acqua piovana e, infine, oltre a utilizzarne una parte dell'habitat boschivo circostante lo reintegra. Tutto questo poiché in questi edifici si formano i futuri custodi delle foreste dell'Oregon, diventando quindi corretto che anche le architetture in cui apprendono possano insegnare loro qualcosa.

Francesco Cibati

Location: Corvallis, Oregon, USA
Size: Total: 101,000 sq.ft.(Peavy Hall: 83,000 sq.ft.; AWP: 18,000 sq.ft.)
Completion: March 2020
Owner Oregon State University
Function: Education, Laboratory
Type: Mass timber construction
Material: Douglas fir glulam beams and columns, 5-ply CLT panel + glulam rib floor, concrete composite topping, Concrete slab on grade, Locally sourced red alder processed into Accoya

MGA | MICHAEL GREEN ARCHITECTURE
Michael Green (Principal in Charge), Natalie Telewiak (Project Manager + Design Lead), Amanda Reed (Peavy Hall Project Architect), Candice Nichol (AWP Project Architect + Construction Administrator), Mingyuk Chen (Technical + Specifications Lead), Maria Mora (Designer), Kyle Elderhorst (Designer), Aleksandra Adamczewska (Designer), Anne Sewell (Construction Admin Support) Former MGA Staff: Asher DeGroot (Designer), Shea Treacy (Designer), Kelsey Reddekopp (Interior Designer), Whitney Robinson (Interior Design, Signage + Wayfinding), Sindhu Mahadevan (Designer), Jacqueline Green (Designer)

Photography Ema Peter (AWP), Josh Partee (Peavy Hall)

http://mg-architecture.ca


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature