20-09-2019

Mecanoo ha realizzato il nuovo studentato della Erasmus Universiteit di Rotterdam

Mecanoo,

Rotterdam,

Università,

Gli olandesi Mecanoo Architecten hanno progettato il nuovo studentato dell'Università di Rotterdam, un edificio di 9000 metri quadrati, avvolto in una lamina dorata, che include 281 unità abitative di varie dimensioni e spazi comuni, tra cui un grande terrazzo sulla sommità, in grado di offrire una vista panoramica sul campus.



Mecanoo ha realizzato il nuovo studentato della Erasmus Universiteit di Rotterdam

Rotterdam è una città in continua crescita e come lei anche la sua università. La Erasmus Universiteit Rotterdam, con più di ventimila studenti, contribuisce all'insaziabile domanda di alloggi a un prezzo sostenibile. Avendo tutti gli studentati già colmi e per affrontare una tale mancanza di alloggi, l'Università ha chiesto a Mecanoo Architecten di progettare un nuovo complesso abitativo per gli studenti.

L'edificio sorge in una zona importante del campus, affacciata sull'intersezione tra Abram van Rijckevorselweg e Burgemeester Oudlaan, due delle principali arterie della città. Il sito ha così offerto agli architetti l'opportunità di creare un'opera dal forte impatto visivo, mettendo in risalto l'identità della Erasmus Universiteit e del campus. Il contrappasso per una tale opportunità è clemente: si è trattato semplicemente di considerare, in fase progettuale, l'inquinamento acustico dovuto al traffico per affrontarlo e ridurlo al minimo.

Nel progetto di Mecanoo, ultimato a fine 2018, otto piani si sviluppano su 9000 metri quadri calpestabili, suddivisi tra zone comuni e 281 unità abitative che variano dai 20 ai 40 mq. Un grande cortile centrale svolge la doppia funzione: portare luce e aria a tutte le stanze e creare una viabilità interna, in continuità con la rete stradale del campus, fruita da biciclette e pedoni. Sempre nel cortile al piano terra sono previste zone condivise per lo studio, la portineria e servizi comuni, come la lavanderia e il parcheggio delle biciclette.

Lo studentato di Mecanoo, visto dall'esterno, appare, nei suoi venticinque metri d'altezza, come un grande cubo caratterizzato dalla texture geometrica e disallineata, a sua volta disegnata dalle grandi finestre squadrate. Un cubo che appoggia su di uno basamento trasparente, in cui il piano terra ha un'altezza maggiore rispetto agli altri e ospita abitazioni dalle forme e superfici irregolari. I quattro metri di altezza di questo zoccolo hanno così permesso agli architetti di ricavare nelle stanze un piano mezzanino che contiene il letto al di sotto del quale è posizionato il bagno. I piani superiori ospitano abitazioni più regolari, di 22 o 24 mq, dislocate attorno a un corridoio circolare, il quale presenta colori e pattern differenti per ogni piano, in modo da facilitare l'orientamento e rendere più allegri e dinamici gli interni.
La zona più interessante dell'edificio è il terrazzo comune sul tetto. Questo, dalle proporzioni generose, offre un altrettanto generosa vista sul campus universitario. Si tratta di uno spazio rivestito in legno, accogliente e confortevole, pensato per qualsiasi attività, dallo studio al semplice svago, fino a qualche rooftop party.

Il complesso abitativo progettato da Mecanoo mostra una classica suddivisione verticale: una base, un corpo e una corona. Mentre la base, come già detto, è trasparente, la parte principale della facciata è avvolta in pannelli d'alluminio dorato. Questi non hanno una superficie liscia, ma sono piegati a fisarmonica. La loro irregolarità geometrica fa sì che, grazie all'incidenza della luce solare o del punto di vista, l'edificio risulti cangiante, variando le tinte dorate in argento. All'ultimo piano, per delineare la corona, i pannelli d'alluminio sono disposti in maniera specchiata, andando a enfatizzare il dinamismo delle facciate stesse. Un ultimo dettaglio: le pieghe a fisarmonica su ogni pannello non sono casuali, ma disegnate appositamente per incentivare la ventilazione in ingresso e deflettere, il più possibile, il rumore proveniente dalla strada.

L'intero edificio è stato costruito in appena un anno, grazie alla prefabbricazione di ogni elemento, sia strutturale che di facciata, finestre comprese. Ci sono voluti cinque anni di progettazione per riuscire a edificare lo studentato, tenendo il cantiere aperto meno di un anno, giusto in tempo per l'inizio dell'anno accademico che si è appena concluso.

Francesco Cibati

Architects: Mecanoo https://www.mecanoo.nl/
Surface: 9,000 m2
Location: Rotterdam, Nederland
Design: 2011-2016
Realisation: 2017-2018
Construction costs: €10 million
Structural engineer: IOB, Hellevoetsluis; CD20-Bouwsystemen, Arnhem
Mechanical and electrical consultant: Technisch Adviesbureau Maat B.V., Rotterdam
Acoustic, building physics, fire safety consultant: Nieman Raadgevende Ingenieurs B.V., Utrecht
Campus masterplan: Juurlink [+] Geluk, Rotterdam
Pictures courtesy of the architect


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×