13-01-2003

Massimiliano Fuksas: Torri Gemelle, Vienna

Massimiliano Fuksas,

Hotel, Centri Commerciali, Cinema, Sport & Wellness, Uffici,

Mostra,

In una città che fino a dieci anni fa non ammetteva nel suo regolamento edilizio la costruzione di grattacieli, riproponendo ancora una volta questo tema progettuale, Massimiliano Fuksas ha imposto un nuovo piano di sviluppo destinato a coinvolgere l'evoluzione di tutta la periferia meridionale viennese



Massimiliano Fuksas: Torri Gemelle, Vienna
L'area in questione funge da ingresso alla città sul lato sud, ed è conosciuta soprattutto per la storica sede dell'industria Wienerberger, la più grande del mondo nel settore laterizi, che verso l'inizio degli anni novanta si era fatta promotrice, ottenendo l'approvazione dell'amministrazione pubblica, di un nuovo sviluppo territoriale, con la realizzazione di un "business centre" , formato da una piccola torre per uffici, un albergo ed un golf club.

Sempre da un' iniziativa della Wienerberger, che ha promosso un concorso per trovare nuove vie di sviluppo in questa zona della città, ha avuto origine l'intervento di Fuksas, vincitore del concorso e ideatore di un complesso costituito da due torri destinate ad uffici, un centro commerciale ed un cinema multisala, a cui si è affiancato un masterplan per edifici abitativi e infrastrutture riguardante tutta l'area in questione.

Il nuovo complesso si sviluppa su un'area sicuramente non lineare, delimitata da un lato da un tipico edificio degli anni settanta, di una bruttezza quasi originale, dall'altro da un'area edificata negli ottanta con edifici destinati ad uffici.
Fuksas inserisce il suo blocco servendosi di un basamento su due livelli in cui sono collocate le funzioni ricreative e parte degli impianti. Il concetto unificatore di tutta l'esperienza progettuale, evidente sin dall'impostazione di questa parte più bassa dell'edificio, s'identifica nel volere creare una fluidità continua nel contesto urbano, nel voler definire un complesso non solo funzionale, ma un vero e proprio cuore pulsante nella società cittadina, attraverso un dialogo costante con la dimensione urbana, che con questo s'interseca e si sovrappone.

Lo dimostrano gli spazi aperti che si estendono su più livelli, le viste verso l'esterno che si alternano alle forme chiuse, ma anche i grandi lucernari che aprono scorci continui sulle forme monumentali e slanciate verso l'alto delle torri, contribuendo all'illuminazione naturale degli ambienti.
E' evidente la volontà di intessere l'architettura attraverso una trama fatta di collegamenti, passaggi, scambi continui, formali, ma anche visivi e mentali. I due monumentali blocchi di uffici sono stati d'altronde pensati, e realizzati esattamente con la stessa logica, nel tentativo di superare la rigidità dei regolamenti urbanistici, cercando di potenziare al massimo le possibilità dell'architetto nella definizione di un oggetto dalle linee belle e attraenti, ma soprattutto in grado di coinvolgere la dimensione urbana in cui si trova, rendendola piacevolmente vivibile.

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×