17-08-2020

Leoni d'Oro speciali a Calvesi, Celant, Enwezor e Gregotti

Vittorio Gregotti,

Venezia, Italia,

Mostre,

Biennale di Venezia,

Maurizio Calvesi, Germano Celant, Okwui Enwezor e Vittorio Gregotti, i quattro ex direttori artistici del settore arti visive della Biennale di Venezia, scomparsi recentemente, sono i destinatari dei Leoni d'Oro Speciali 2020 assegnati dal Cda della biennale italiana. I riconoscimenti saranno consegnati in occasione della mostra "Le muse inquiete. La Biennale di Venezia di fronte alla storia" che celebra i 125 anni dalla fondazione dell’Istituzione ed è curata insieme, per la prima volta, dai direttori di tutti e sei i settori artistici della Biennale.



Leoni d'Oro speciali  a Calvesi, Celant,  Enwezor e Gregotti

In questo anno segnato dalle limitazioni agli spostamenti e alle attività dovute alla pandemia da covid19, anche la mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia, come molti altri eventi internazionali, ha subito una riprogrammazione in nuove date, si svolgerà infatti dal 22 maggio al 21 novembre 2021. I nuovi programmi hanno determinato anche l'inserimento di nuove iniziative di grande interesse per il pubblico, tra queste la mostra "Le muse inquiete. La Biennale di Venezia di fronte alla storia", che dal 29 agosto sarà aperta presso il Padiglione Centrale dei Giardini. Un evento speciale che celebra i 125 anni dalla fondazione dell’Istituzione ed è curato insieme, per la prima volta, dai direttori di tutti e sei i settori artistici della Biennale. L'intento è ripercorrere, attraverso le fonti uniche dell’Archivio storico - ASAC e di altri archivi nazionali e internazionali, i momenti salienti in cui la Biennale ha intrecciato la storia del Novecento attraverso le sue proposte innovative.
In occasione della mostra, che proseguirà fino all’8 dicembre, il Cda della Biennale di Venezia ha deciso di attribuire quattro Leoni d’Oro Speciali 2020. I premi sono assegnati a quattro ex direttori artistici del settore arti visive della Biennale di Venezia, tutti scomparsi recentemente: Maurizio Calvesi, Germano Celant, Okwui Enwezor e Vittorio Gregotti, scelti perché ognuno di loro a suo modo è stato testimone di momenti particolarmente significativi per la storia delle grandi mostre e della stessa Biennale di Venezia. Il Presidente della Biennale di Venezia, Roberto Cicutto, ha infatti dichiarato che è proprio grazie al lavoro e all'originalità dei suoi direttori artistici che la Biennale ha oggi una riconoscibilità internazionale: "La Biennale è stata il laboratorio dove Calvesi, Celant, Enwezor e Gregotti hanno espresso un pensiero critico originale e visionario che ha saputo guardare al futuro, spesso anticipandolo. Le muse inquiete li vede protagonisti di una mostra sulla storia dell’Istituzione, che segna la partenza di un dialogo permanente fra le arti contemporanee nello spirito di una ricerca comune”. Tralasciamo titoli e meriti di ciascuno dei quattro ex direttori, così come delle iniziative da loro curate segnalando solo il loro rapporto con la Biennale di Venezia.
Maurizio Calvesi (Roma, 1927 – 2020) è stato membro del consiglio direttivo della Biennale di Venezia dal 1980 al 1982, nel 1984 e nel 1986 è stato direttore del settore arti visive e curatore della 41. e della 42. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale.
Germano Celant (Genova, 1940 – Milano, 2020) è stato direttore della 47. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, ma già nel 1976 aveva organizzato la mostra Ambiente/Arte al Padiglione Centrale dei Giardini.
Okwui Enwezor (Calabar, Nigeria, 1963 – Monaco di Baviera, 2019) è stato direttore artistico del settore arti visive nel 2015 e ha curato la 56. Esposizione Internazionale d’Arte, All the World’s Futures.
Vittorio Gregotti (Novara, 1927 – Milano, 2020) è stato direttore artistico dal 1974 al 1977 e ha di fatto introdotto l’architettura come disciplina nella Biennale organizzando diverse mostre. I Leoni d’Oro Speciali saranno consegnati il 1° settembre ai Giardini della Biennale.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of  Archivio Storico della Biennale di Venezia, ASAC


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature