01-12-2015

Laprimastanza Coworking Kilowatt a Bologna

laprimastanza (Davide Agostini, Matteo Battistini, Steve Camagni, Francesco Ceccarelli),

Sport & Wellness,

Legno,

A Bologna il collettivo di professionisti Laprimastanza trasforma degli spazi della prima metà dell'800 le Serre dei Giardini Margherita in spazi destinati ad un incubatore di start-up e freelancers, Coworking Kilowatt - le serre dei giardini_vol.1.



Laprimastanza Coworking Kilowatt a Bologna

Le Serre dei Giardini Margherita con gli annessi locali della “palazzina del custode” e “gabbia dei leoni”, sono locali della prima metà dell'800, di proprietà dell'amministrazione pubblica di Bologna e assegnati a Kilowatt perché l'associazione li trasformasse in incubatore di start-up e freelancer.
In un simile contesto, l’architettura non è più solo un contenitore ma anche contenuto e partecipa al processo di trasformazione insieme con le altre forme di espressione.
In questa trasformazione sono stati coinvolti gli architetti Davide Agostini, Matteo Battistini, Steve Camagni e Francesco Ceccarelli del collettivo Laprimastanza. Nella “palazzina del custode”, primo step di questo intervento gli architetti hanno scelto un blu acceso per la pavimentazione, che rappresenta “il grande oceano della mente e dello spirito”. Gli spazi di coworking si susseguono in un continuo flusso e sono isole di tavoli in ferro cerato triangolari facilmente componibili per creare postazioni di lavoro con una massima flessibilità e diversi gradi di privacy.
Le pareti perimetrali sono rivestite da una libreria in tondini di ferro d'armatura con ripiani in legno e scrigni in ferro cerato. L'impianto illuminante è a vista e composto da luci al neon.

(Agnese Bifulco)

Progetto: Laprimastanza (architetti: Davide Agostini, Matteo Battistini, Steve Camagni, Francesco Ceccarelli)
Luogo: Bologna - Italia
Images courtesy of Laprimastanza, ph. Lorenzo Burlando

www.laprimastanza.com
kilowatt.bo.it


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×