29-05-2018

La Bourse de Commerce e Tadao Ando a Venezia

Tadao Ando,

Parigi, Venezia, Italia,

Exhibition Center, Mostre, Musei,

Recupero, Mostra,

In occasione della Biennale di architettura Palazzo Grassi - Punta della Dogana presentano un focus sull'architettura dedicato al progetto di restauro della Bourse de Commerce di Parigi con approfondimenti sull'opera dell'architetto giapponese Tadao Ando, autore anche del restauro delle sedi espositive della Pinault Collection a Venezia.



La Bourse de Commerce e Tadao Ando a Venezia

Palazzo Grassi - Punta della Dogana presentano in occasione della 16ma mostra Internazionale di Architettura un focus sull'opera di Tadao Ando con particolare riguardo ai progetti di restauro che l'architetto giapponese ha curato per le sedi della Pinault Collection a Parigi e Venezia, oltre a visite guidate gratuite alla scoperta di Fabrica, l'opera realizzata a Treviso per Benetton Group. Nel 2019 è infatti prevista l'inaugurazione della nuova sede parigina della Pinault Collection che realizzata in uno storico monumento di Parigi, la Bourse de Commerce, sarà diretta da Martin Bethenod direttore anche di Palazzo Grassi - Punta della Dogana.

Lo studio Tadao Ando Architect and Associates – TAAA, in collaborazione con Pierre-Antoine Gatier e con l’agenzia NeM (Lucie Niney e Thibault Marca), ha firmato il nuovo spazio espositivo per l'arte contemporanea che la Pinault Collection aprirà a Parigi nel 2019. La sede prescelta è un monumento storico della capitale francese la Bourse de Commerce.
Costruito nel 1763, come Borsa del grano, l'edificio subì una prima trasformazione nel 1822 con la costruzione della cupola in ferro e vetro. La cupola fu realizzata per coprire il cortile interno centrale che nella forma originaria del palazzo era a cielo aperto. L'aspetto attuale dell'edificio risale invece al 1885 quando fu oggetto di un'importante ampliamento a cura di Henri Blondel. In quell'occasione furono infatti inglobati alcuni edifici vicini. All'indomani della seconda guerra mondiale la proprietà passò alla Camera di Commercio e nel 1975 fu dichiarato monumento nazionale francese. Alla storia dell'edificio parigino si lega ora l'incontro con l'architetto Tadao Ando che per la Pinault Collection ha progettato anche le sedi veneziane di Palazzo Grassi – Punta della Dogana. Il progetto dell'architetto giapponese doterà questo iconico palazzo parigino di un auditorium da 300 posti a sedere, sale per installazioni video e performance sperimentali e clou del progetto lo spazio dedicato alla collezione d'arte contemporanea, con una superficie espositiva di circa 3000 metri quadrati.
Inevitabile un raffronto con le sedi veneziane della collezione. Il primo progetto di Tadao Ando per il collezionista François Pinault risale infatti al 2009, con la ristrutturazione di Punta della Dogana, come nella Bourse de Commerce di Parigi anche in quell'occasione l'architetto giapponese si era confrontato con un edificio storico, un luogo dalla forma ben definita e da un passato importante. Nel parlare di quell'intervento Tadao Ando ha sempre sottolineato come fosse stato fondamentale preservare la storicità dell'edificio per trasmetterla alle nuove generazioni. In quel caso l'architetto aveva affiancato e inserito nel palazzo del XV secolo un nuovo elemento: un cubo, in modo da far convivere e coesistere nuovo e antico, un elemento contemporaneo e un edificio storico in dialogo costante. Nel nuovo progetto è un cilindro, di 30 m di diametro per 9 di altezza, l'elemento contemporaneo scelto dall'architetto per dialogare con l'iconico edificio della Bourse de Parigi. Il cilindro configura lo spazio espositivo centrale, sotto la cupola, ed è realizzato interamente in calcestruzzo, materiale di elezione per l'architetto giapponese.

Il progetto parigino è raccontato attraverso l'esposizione di maquette e proiezioni relative ai lavori di restauro, mentre un calendario di percorsi guidati permette di scoprire le tre architetture veneziane della Pinault Collection: Palazzo Grassi, Punta della Dogana e il Teatrino di Palazzo Grassi unitamente a Fabrica, il centro di ricerca sulla comunicazione, che Tadao Ando ha progettato negli anni Novanta per il Gruppo Benetton e che ha sede a Treviso nella seicentesca Villa Pastega Manera.

(Agnese Bifulco)

Immagini: (c) ArtefactoryLab Courtesy Collection Pinault-Paris


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×