1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. Kristin Jarmund

Kristin Jarmund


Biografia

Architetto e progettista d'interni norvegese, Kristin Jarmund (1954) è nota in particolare per le sue opere in patria, in particolare nella sua città natale Oslo.
Nella capitale norvegese, Jarmund risulta tra i principali e più richiesti architetti degli ultimi decenni, sia da clienti privati che da istituzioni nazionali, grazie a una serie di edifici di diverse tipologie: hotel, scuole, uffici, caffè e ristoranti, oltre alla celebre stazione della metropolitana di Nydalen (2003) recentemente ampliata.

Ha studiato alla NTNU (NTH) di Trondheim e alla Architectural Association di Londra e annovera un'importante esperienza presso da Telje-Torp-Aasen Arkitektkontor (1978-1983).
Fonda il proprio studio Kristin Jarmund Arkitekter AS nel 1985 e inizia il proprio percorso professionale aggiudicandosi il concorso per la costruzione degli uffici Fyrstikkterrassen nel quartiere Helsfyr ad Oslo (che verranno terminati nel 1991).
I suoi lavori si caratterizzano per la ricerca della semplificazione formale e funzionale, in situazioni complesse. Grazie a un linguaggio progettuale di notevole chiarezza, sia a livello cromatico sia nell'attenzione ai dettagli, si è spesso parlato di un "nuovo funzionalismo" per indicare le sue opere, reinterpretato e sviluppato in modo molto contemporaneo.

Un altro aspetto distintivo del suo lavoro è l'importanza data agli spazi interni: Jarmund ha spesso parlato di "facciata interna" per indicare il design degli ambienti indoor, mettendolo sullo stesso piano di rilevanza dell'esterno degli edifici.
Tra i molti lavori, spiccano in modo particolare gli edifici urbani polifunzionali e quelli didattici, tra i quali la scuola di Benterud a Lørenskog e Gulskogen a Dramme, oltre al l'asilo Stensby di Eidsvoll (1994), per il quale la Jarmund è stata selezionata per rappresentare la Norvegia alla Biennale di Venezia del 1996 come parte dell'esposizione “Nordic Light”.

Il suo studio è stato responsabile di diversi progetti di ricostruzione di spazi pubblici, tra cui quello di Majorstuhuset, il nuovo teatro di Oslo e la National Gallery, la stazione della metropolitana Nydalen (2003), il quartier generale di Fokus Bank a Stortingsgaten 6 (2005), la Facoltà di Odontoiatria Nazionale di Bergen (2012), l'edificio dell'ambasciata norvegese a Kathmandu (2008) e la relativa residenza dell'ambasciatore in Nepal (2012), mostrando in ognuno di essi "una felice combinazione di classico e moderno".
Come progettista d'interni, si segnala il suo lavoro sull'interior del ristorante/bar a Majorstuen di Oslo (1998) all'interno di un edificio neoclassico degli Anni Trenta; l'arredamento New Cafè della National Gallery di Oslo (2002), premiato per la sua illuminazione al Norwegian Lighting Award; gli uffici direzionali del Rasmussen Group a Kristiansand (2004), del Boston Consulting Group (2009) e i nuovi uffici della TV Norge, sempre a Oslo (2010).
La particolare attenzione al contesto e alla dimensione umana è stata premiata con numerosi riconoscimenti come l’Honorary Fellowship dell’American Institute of Architects (USA) nel 2011, il National Building Quality Award per la scuola superiore di  Gjerdrum nel 2010 e la menzione per la Fokus Bank nel 2006.

Tra il 2009 e il 2011, un lungo tour internazionale realizzato in collaborazione col Museo Nazionale di Architettura di Oslo ha presentato le sue opere in tutto il mondo.
Nel 2012 ha ricevuto la Eco-Lighthouse Environmental Certification per l'impegno progettuale a favore della sostenibilità, un altro degli aspetti caratteristici dei suoi ultimi lavori.
Il suo lavoro è stato esposto in recenti mostre quali “New Nordic” presso il Louisiana Museum of Modern Art a Fredensborg (Danimarca) nel 2012 e “Selected Works”, presso la Royal Danish Academy of Fine Arts School of Architecture a København (Danimarca) nel 2010, oltre a numerose collettive sull’architettura norvegese. Tiene conferenze e lezioni in Europa e in America e svariate pubblicazioni internazionali hanno presentato il lavoro del suo studio.
Il suo lavoro è stato ampiamente divulgato a livello nazionale e internazionale, mentre una monografia delle sue opere, in inglese e norvegese, è stata pubblicata nel 2008 da Pax Forlag, con due saggi di Kenneth Frampton e Bente Sand e le fotografie di Per Maning.
 
Kristin Jarmund opere e progetti famosi
 
- Edificio polifunzionale Torgbygget, Oslo (Norvegia), 2018
- Residenza Solheimgata, , Oslo (Norvegia), 2017
- Stazione metropolitana Nydalen (2003) e successivo ampliamento Oslo (Norvegia), 2016
- Facoltà di Odontoiatria Nazionale, Bergen (Norvegia), 2012
- Scuola della comunicazione Westerdals, Oslo (Norvegia), 2011
- Scuola superiore, Gjerdrum (Norvegia), 2009
- Ambasciata norvegese, Kathmandu (Nepal), 2008
- Hotel Grims Grenka, Oslo (Norvegia), 2008
- Sogn Arena, Oslo (Norvegia), 2008
- Uffici dirigenziali Eitzen Group Headquarter, Tjuvholmen, Oslo (Norvegia), 2007
- Fokus Bank, Oslo (Norvegia), 2005
- Uffici dirigenziali Rasmussen Group, Kristiansand (Norvegia), 2004
- Nuovo Caffè alla National Gallery, Oslo (Norvegia), 2002
- Scuola Gulskogen, Drammen (Norvegia), 2001
- Scuola Benterud, Lørenskog (Norvegia), 1999
- Bar e Ristorante, Oslo (Norvegia), 1998
- Uffici Justervesenet, Kjeller (Norvegia), 1997
- Asilo Stensby, Eidsvoll (Norvegia), 1994
 
Sito ufficiale
 
www.kj-a.no

Correlati: Kristin Jarmund

Architetti più visti


Correlati

20-08-2019

Andar per mostre Aldo Rossi a Padova - Alvaro Siza a Siena e le altre

Al Palazzo della Ragione di Padova, Italia, è in corso la mostra “Aldo Rossi e la...

More...

19-08-2019

Feilden Fowles Architects centro visitatori dello Yorkshire Sculpture Park

Una meta interessante per chi trascorre le vacanze estive nel nord del Regno Unito, è lo...

More...

16-08-2019

La Triennale di Architettura di Lisbona assegna a Denise Scott Brown il Lifetime Achievement Award

La giuria della Triennale di Architettura di Lisbona ha assegnato il Lifetime Achievement Award...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×