27-11-2013

JDS (Julien De Smedt architects): lungomare di Kalvebod Brygge a Copenaghen

Julien De Smedt JDS,

Copenaghen, Danimarca,

Sport & Wellness, Lungomare, Urban Architecture,

Cemento,

riqualificazione,

Julien De Smedt architects è al centro di un gruppo di progettisti che ha realizzato un altro importante intervento urbano dopo quello di Islands Brygge Park a Copenaghen nel 2003. Il fronte opposto del canale è oggi riqualificato grazie a un percorso sull’acqua che accoglie attività sportive e eventi all’aperto. Lo scopo è riconnettere il centro cittadino con il proprio porto, rivitalizzando una storica area industriale.



JDS (Julien De Smedt architects): lungomare di Kalvebod Brygge a Copenaghen

Kalvebod waves è un percorso pedonale che si affaccia sul lungomare di Copenaghen. Il progetto di riqualificazione dell’area, iniziato con un concorso pubblico nel 2008, è stato affidato al gruppo di progettisti composto da KLAR, JDS (Julien De Smedt architects) Niras, Sloth Møller. L’opera prosegue idealmente il celebre intervento sulla riva opposta del canale, il parco di Islands Brygge, eseguito una decina di anni fa dallo studio PLOT, poi separatosi in due note firme dell’architettura JDS e BIG (Bjarke Ingels). Con l’esperienza maturata in quest’area, lo studio Julien De Smedt architects ha avuto la possibilità di trasformare un tratto di costa a vocazione industriale in un luogo di intrattenimento, molto frequentato sia dagli abitanti della capitale che dai turisti nelle giornate più calde dell’anno.

Presso le “onde di Kalvebod”, il nuovo nome dell’area, sono state disegnate lunghe passerelle sul mare, che accolgono spazi di sosta e di belvedere, con punti che si alzano di quota sormontando aree chiuse destinate ad attività acquatiche di diverso tipo. Come l’Islands Brygge Park infatti, anche questo opposto fronte del canale ha una vocazione al divertimento che richiama pubblico semplicemente per fare il bagno, prendere il sole o godersi la vista del canale dalle panchine, ma anche per praticare sport come il kayak. L’andamento sinuoso delle banchine di Kalvebod waves ha lo scopo di diversificare la funzionalità di quest’area, offrendo anche lunghi coperti come quello che ospita il club di canoa.

La struttura in cemento posato in opera e acciaio Corten della banchina, parzialmente pavimentata in legno di pino, si allunga sull’acqua disegnando un nuovo cammino urbano a filo d’acqua, che a tratti guadagna quota offrendo differenti scorci sul canale. La pavimentazione propone momenti di transito e momenti di sosta, dove sono ricavate terrazze in cui sdraiarsi al sole in modo informale.

Questa la chiave progettuale che sta alla base: la libertà con cui la matita dei progettisti ha sviluppato la planimetria dell’area, staccandola dalla riva e portandola sul canale ha saputo comunicare libertà di utilizzo da parte degli utenti, facendo nascere molteplici attività spontanee e rendendola luogo ideale per l’organizzazione di eventi all’aperto.


Il progetto compiuto da JDS e dagli altri componenti del gruppo risolve il vincolo principale di questa zona, l’ombra proiettata dagli imponenti edifici industriali e del terziario che si affacciano sulla riva di Kalvebod Brygge. Dopo aver studiato l’andamento delle ombre sull’acqua durante il giorno e nel corso dell’anno, i progettisti hanno tracciato un percorso che le aggiri, facendo in modo che le due grandi piazze, cuore dell’intervento, si trovino sempre in pieno sole. Dagli spazi aperti tra gli edifici affacciati sulla riva si accede alle due piazze galleggianti che sono connesse mediante una lunga passerella sospesa tra i bacini interni creati artificialmente e il canale.

L’unico rammarico è quello che riguarda il progetto delle infrastrutture di connessione tra quest’area, l’Islands Brygge park e il centro cittadino, che per questioni di costi è stato abbandonato.

Mara Corradi

Progetto: KLAR, JDS (Julien De Smedt architects) Niras, Sloth Møller
Committente: Copenhagen Municipality, Lokale og Anlægsfonden
Luogo: Kalvebod Brygge, Copenhaghen (Danimarca)
Area del lotto: 4000 mq
Concorso: 2008
Inizio Progetto: 2008
Fine lavori: 2013
Struttura in acciaio Corten, cemento posato in opera e legno con trattamento impregnante
Pavimento in pino senza trattamenti
fotografie: © Henning Stuben, JDS, KLAR Architects, Ursula Bach

jdsa.eu


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×