30-03-2009

Il rame e la casa

Roma,

Scuola,

Design,

Rame, Verde,

L'Istituto Italiano del Rame premia i vincitori del secondo concorso "Il Rame e la Casa" per l'ideazione e la progettazione di oggetti in rame e sue leghe.



Il rame e la casa Rivolto a giovani architetti e designer, allievi di scuole superiori di grafica, arredamento, design e facoltà di architettura, il concorso "Il rame e la casa"
ha assegnato, per la categoria professionisti, il primo premio ad Odoardo Fioravanti, Paolo Giacomazzi e Tommaso Caldera, (Odoardo Fioravanti Design Studio), con il progetto "Verderame".
La giuria, composta Marco Romanelli, Beppe Finessi ed Emilio Nanni, ha inoltre assegnato, ex aequo, il secondo premio, agli architetti Giulia De Noto e Giovanni D'Amico, (Ded'a Studio) con "Stickher" e all'architetto francese Vincent Carmet con "Ramure".
Degni di menzione il designer Massimo Ciafrei (Internosei) con "Urban Signs" e il designer olandese Jeroen Van Laarhoven con "Stove M1".
Per la categoria studenti, ha ricevuto il primo premio il gruppo composto da Sébastien Fraisse, Marion Lavedeau e Caroline Leplae, studenti dell'ESAAB (École Supérieure d'Arts Appliqués de Bourgogne) di Nevers in Francia, che hanno ideato "Healthy Roots".

Sono emerse soluzioni in grado di superare alcuni stereotipi formali legati al materiale rame per giungere a immagini e funzioni innovative, connesse
non solo al mondo del design, ma anche alle più aggiornate ricerche in campo artistico.

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×