20-10-2010

Humberto Hermeto: Casa MR a Nova Lima

Humberto Hermeto,

Jomar Bragança,

Brasile,

Ville, Housing,

Cemento, Legno,

Occupare lo spazio lasciato libero dalla vegetazione per costruire l’architettura. Questo uno dei desideri del committente, un ingegnere strutturista che ha partecipato attivamente alla progettazione della propria casa a Nova Lima, nel Minas Gerais.



Humberto Hermeto: Casa MR a Nova Lima Il progetto è di Humberto Hermeto, un giovane architetto brasiliano che negli ultimi anni si sta facendo apprezzare per le ardite composizioni in cemento a sbalzo, che sembrano annunciare al mondo tutta la grinta del nuovo Brasile.
Anche la casa MR, da poco realizzata nella città di Nova Lima, nei dintorni di Belo Horizonte, si legge in tal senso, come un’architettura che si impone certamente sul luogo, per l’ampio uso del mattone e del cemento, come segno inequivocabile del potere e della ricchezza che in questo paese è ancora in mano a una ristretta fascia della popolazione. Per un altro verso però presenta uno sviluppo in pianta che ne distribuisce il volume, alleggerendone la presenza nel contesto e conferendo una grande armonia al paesaggio intero.
La pianta a C, che asseconda lo sviluppo della collina, creando nell’abitazione spazi irregolari, fludi e connessi tra di loro, evidenzia il rapporto preferenziale con la natura nell’inserimento di ambienti che si protendono verso di essa, dove la vegetazione preesistente lo ha consentito. Abbondante e rigogliosa, la foresta di palme e altre piante tropicali è stata il più possibile lasciata intatta mentre l’architettura ha cercato di inserirvisi all’interno per poi diventarne parte, pensando alla crescita spontanea della natura negli anni a venire.
La muratura in mattoni di argilla è una scelta strutturale per il sostegno della copertura in cemento di forte spessore, ma anche una scelta di similitudine: i toni dell’argilla lasciati a vista attribuiscono all’architettura un’immediata fratellanza con la terra e la natura circostante, coerente con l’applicazione del legno per il parquet all’interno e per il cortile, dove un sentiero pavimentato costeggia la casa accompagnando alla scoperta del giardino. La relazione inscindibile tra costruito e naturale, accentuata dall’intervallo tra pareti murarie e pareti vetrate a tutta altezza, è testimonianza dell’attitudine dei brasiliani a considerare i giardini, estremamente curati e rigogliosi, vere e proprie estensioni dell’abitazione, dato il clima particolarmente temperato in ogni periodo dell’anno. L’uso delle imponenti lastre di cemento, anche a sbalzo, in questo caso in corrispondenza dell’ingresso pedonale, fa invece riferimento alla tradizione architettonica modernista del Brasile, ma è anche, come afferma lo stesso Hermeto, una scelta subordinata al minor costo del cemento rispetto all’acciaio.
L’interno della casa è concepito su due livelli: al piano seminterrato un piccolo appartamento per gli ospiti e una rimessa per le auto; al livello di terra, gli ambienti sono una passeggiata protetta all’interno della foresta, la quale entra dalle vetrate, annullando la barriera del costruito. L’articolato ambiente giorno, con salotto, sala da pranzo e cucina, accompagna al reparto notte, dove ogni camera, dotata di cabina armadio e bagno privati, è una penisola protesa verso il giardino che le circonda su tre lati. Mentre gli ambienti privati sono riservati e indipendenti, quelli comuni sono totalmente pubblici, comunicanti tra di loro e aperti sul contesto naturale.All’esterno, accanto all’ingresso del cortile ampio spazio è dedicato alla cucina all’aperto con griglia per il barbecue, un’usanza molto diffuso in Brasile.

di Mara Corradi

Progetto: Humberto Hermeto
Collaboratori: André Gabrich
Committente: Privato
Luogo: Nova Lima, Minas Gerais (Brasile)
Progetto delle strutture: Marcelo Rossi
Ingegneria: GM Engenharia
Impresa costruttrice: Eduardo Andrade
Area del lotto: 1900 mq
Superficie costruita: 407 mq
Inizio progetto: 2009
Realizzazione: 2010
Muri in mattoni a vista e copertura in cemento
Arredi su misura
Cucina: Kitchens
Fotografie: Jomar Bragança

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×