13-09-2007

Hotel Aurora - Simone Micheli. Merano, 2007

Simone Micheli,

Hotel, Tempo Libero,

contemporaneo,

Interior Design,

Simone Micheli è impegnato in questi anni nel recupero degli spazi dello storico Hotel Aurora a Merano.



Hotel Aurora - Simone Micheli. Merano, 2007 "Ho concepito queste camere come un insieme di materia e forma capace di sospendere il visitatore in un incantato limbo sospeso tra passato-presente e futuro -spiega il progettista.. (...) È questa una installazione stimolante, che desidera coinvolgere inconsciamente i sensi dell'umano visitatore."
Esplosioni progettuali all'interno di piccoli ambiti volumetrici definiscono nuove camere: provocanti micro-universi pensati per l'albergo contemporaneo, capaci di svelare allusive trasparenze e sensuali leggerezze, dove la sperimentazione ed il linguaggio comunicativo si associano alla funzionalità ed alla cura del dettaglio.
Disposti su un piano in doghe di rovere naturale, gli arredi -color bianco opaco- diventano fluidi che si diramano sulle superfici parietali, color bianco lucido, dove lo spazio viene sperimentato nella sua totale tridimensionalità con uno specchio sagomato dalla forma plastica che si estende dalla parete, che delimita il bagno, al soffitto.
Il dinamico motivo geometrico della sagoma degli specchi si ripete anche nelle acidature bianche degli stessi e nel tubolare in acciaio inox lucido della testata del letto. Gioco metallico che segna ulteriormente lo spazio, avvolgendo anche i piani sospesi dei comodini. L'armadio è un volume bianco opaco dalla forma pura ed essenziale, con macro maniglie dagli angoli stondati in acciaio inox lucido, mentre la linea sinuosa e sottile del mobile scrivania in corian(r) bianco prosegue divenendo anche porta valige.

Il candore degli arredi e delle superfici è enfatizzato dai giochi di luce colore blu dietro al letto, dai faretti incassati a soffitto e negli specchi. Unica accesa nota cromatica di questo avvolgente ambiente è il rosso della seduta. Una porta scorrevole sospesa, in vetro satinato, su cui si svolge una scritta serigrafata legata al mondo delle sensazioni ed al culto della bellezza, conduce al bagno, una scatola argentea completamente rivestita in gres argento. I sanitari bianchi, la rubinetteria cromata, le superfici in vetro extrachiaro del box doccia e lo specchio con satinature, da cui fuoriescono bagliori di luce, sono i protagonisti di questa piccola rappresentazione, illuminata dai faretti incassati a soffitto. Il mobile lavabo, laccato color bianco lucido, viene sospeso alla base da una luce blu che invade l'ambiente.

www.simonemicheli.com

Foto: Jürgen Eheim, Bressanone

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature