1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. GRAFT

GRAFT


Biografia

Fondato a Los Angeles nel 1998, lo studio internazionale di architettura GRAFT vede come soci fondatori Lars Krückeberg, Thomas Willemeit, Wolfram Putz. Nel 2018 si sono aggiunti come partner gli architetti Sven Fuchs, Dennis Hawner e Georg Schmidthals. Lo studio ha sedi anche a Berlino (2001) e Pechino (2004).

Partendo dai vari significati del suo nome (da “innesto botanico” a “trapianto” in campo medico), GRAFT dichiara di collocarsi in modo ibrido “tra due culture geneticamente diverse”, formando così un nuovo soggetto, unione degli aspetti positivi di entrambe, che “esamina le implicazioni in campo architettonico”.

Lo studio ha natura interdisciplinare e nell’ultimo decennio ha lavorato anche in ambito urbanistico, nel product e nell’interior design, con incursioni nei settori espositivi, nelle installazioni d’arte e in progetti accademici, dagli Stati Uniti alla Germania, Cina, Emirati Arabi Uniti, Russia, Georgia e Messico.

In modo particolare GRAFT ha seguito molti progetti nel settore dei servizi di lusso, con hotel, ristoranti, club e bar. Si segnalano a Las Vegas, anche all’interno di celebri casinò, il ristorante FIX (2003), lo Stack (2006) e il Brand (2008), mentre a Berlino il Wokalicious (2010). Tutti progetti dalla forte espressività, con un uso raffinato e moderno dei materiali e dei giochi di luce.

Molti i complessi residenziali e le abitazioni realizzati in tutto il mondo, tra queste si ricorda il progetto Birds Island a Kuala Lumpur (2007) per 6 abitazioni a "energia zero", le quali massimizzano e riducono il fabbisogno energetico della casa.
Realizzata in una forma futuristica, che ricorda le onde collocandosi armoniosamente nel contesto locale, la villa ottimizza aspetti legati alla ventilazione, all'ombra e all'equilibrio termico.

Partendo dalla crescente consapevolezza di un design sempre più sostenibile, "traducendo i requisiti di risparmio energetico in soluzioni di design poetico che non sono solo ecologiche ed efficienti", la residenza rovescia "il rapporto tradizionale tra spazi aperti e spazi chiusi, liberandoli dai legami delle tradizionali pareti. Ecco allora che la flora diventa parte dell’architettura dividendo parte delle zone living; ma l’intervento più innovativo è nei materiali usati: così mentre le pareti esterne sono in vetro, le pareti interne sono state immaginate in un tessuto in silicone teso che crea ombre e pattern affascinanti e, grazie a strutture scorrevoli crea le aree di privacy nella casa" (L. Sunsilmassi, Corriere.it).

Numerose le competizioni di hotel a cui GRAFT ha partecipato: tra i lavori realizzati, l’Hotel Q a Berlino (2004), il Radisson Blu Iveria Hotel a Tbilisi (2008), l’Emperor a Pechino (2008), l'Hotel & Spa Seezeitlodge a Bostalsee (2017).
Si tratta di opere e progetti in cui emergono con evidenza le unioni progettuali “ibride” tra la cultura locale e le esperienze di un linguaggio contemporaneo e internazionale.
Molto particolare il progetto Platoon Kunsthalle a Berlino (2012), con B. Jiwon e Platoon Cultural Development, dove l’utilizzo di 34 container è finalizzato alla costruzione di una struttura a forma di capannone, in cui si sono svolti eventi di musica, street, food e video art, moda e grafica.

Seezeitlodge Hotel & Spa (2017) è un resort con 100 camere e suite, il tutto in una costruzione di oltre 12 mila mq. immersa e affacciata sul lago e sui boschi circostanti.
La struttura appare armoniosa e dalla forte identità, sia nella parte degli ospiti sia nell'infrastruttura sotterranea con le aree amministrative, grazie a spazi funzionali ottimamente integrati nella topografia del paesaggio collinare.
"La grande area spa e benessere di 2 mila mq. si affaccia sul bosco circostante per creare un ambiente riparato e privato di spazi interni ed esterni di alta qualità. Il ristorante, le aree conferenze e alcune parti del centro benessere si aprono sul lago e godono di un'incredibile vista panoramica".

Per il progetto di ristrutturazione della storica pista di pattinaggio Feuerstein Arena a Schierke (2017), ai piedi delle Harz Mountains nella Sassonia-Anhalt, lo studio ha ricevuto una menzione speciale nella categoria Excellent Communications Design Architecture del German Design Award 2019. "A impressionare favorevolmente la giuria dei prestigiosi premi tedeschi, è stata l'eccezionale qualità del progetto e in particolare la scultorea copertura. La singolare e curvilinea copertura dell'arena ha infatti un doppio vantaggio: protegge la struttura sportiva dalle intemperie permettendo lo svolgimento delle attività ed è diventata un elemento fortemente caratterizzante e un nuovo landmark per Schierke".

Assieme a Marianne Birthler, GRAFT ha curato il padiglione tedesco alla 16ª Biennale di Architettura di Venezia (2018) nella mostra dal titolo "Unbuildings Walls". L'esposizione ha fornito risposte al dibattito, estremamente attuale, legato alle nazioni, al protezionismo dei confini e alle divisioni interne e verso l'esterno.

Tra i numerosi premi assegnati allo studio, si segnala nel 2011 l’European Prize for Architecture.
 
GRAFT opere e progetti famosi
 
- Complesso residenziale Wohnem Am Speicher, Oranienburg (Germania), 2020 (previsto)
- Padiglione tedesco EXPO 2020, Dubai (UAE), 2018
- Seezeitlodge Hotel & Spa, Bostalsee (Germania), 2017
- Ristrutturazione Ice Stadium Feuerstein Arena, Schierke (Germania), 2017
- Show Palace, Monaco di Baviera (Germania), 2017
- Complesso residenziale Bricks, Berlino (Germania), 2017
- Nation Museum for Urban Contemporary Art, Berlino (Germania), 2017
- Villa M, Berlino (Germania), 2017
- Complesso residenziale Charlie Living, Berlino (Germania), 2016
- Complesso residenziale Templiner Park, Berlino (Germania), 2016
- Brlo Brwhouse, Berlino (Germania), 2016
- Heinemann Abu Dhabi (UAE), 2015
- Residenza unifamiliare Holistic Living, Berlino (Germania), 2014
- Ostello della gioventù (progetto), Monaco di Baviera (Germania), 2014
- Riconversione del Terminal D dell'Aeroporto di Berlino-Tegel nell'edificio polifunzionale "Urban Tech Republic", Berlino (Germania), 2013
- Autostadt Roof and Service Pavillion, Wolfsburg (Germania), 2013
- Platoon Kunsthalle, Berlino (Germania), 2012
- City Center, Las Vegas (USA), 2010
- Gingko Bacchus Restaurant, Chengdu (Cina), 2009
- MIR shotgun house, New Orleans (USA), 2009
- Brand Restaurant Monte Carlo Casinò, Las Vegas (USA), 2008
- DC Shoes Store, Los Angeles (USA), 2008
- Kinderdentist Dr. Mokabberi, Berlino (Germania), 2008
- Dental Lounge, Dusseldorf (Germania), 2008
- Birds Island, Kuala Lumpur (Malesia), 2007
- Opticon, Eyewear Store, Amburgo (Germania), 2007
- DC Shoes Retail Store, New York (USA), 2004
- Hotel Q, Berlino (Germania), 2004
- FIX ristorante, Casinò Bellagio, Las Vegas (USA), 2003
- Panorama Towers, Las Vegas (USA), 2003
Sito ufficiale
 
 

 

 

Correlati: GRAFT

Architetti più visti


Correlati

21-10-2019

RigenerAZIONE 3 Giorni in Ordine architettura a Pisa

A Pisa gli architetti si incontrano in una tre giorni dedicata al confronto tra proposte e...

More...

18-10-2019

BDR bureau Scuola Enrico Fermi Torino

L'idea di una nuova scuola italiana parte da Torino con il progetto "Torino Fa Scuola" a cura di...

More...

16-10-2019

Assegnati i principali premi RIBA e il nuovo Neave Brown Award for Housing

L'8 ottobre 2019 nel corso della cerimonia presso l'iconico Roundhouse di Londra, sono stati...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×