05-09-2002

Gigon - Guyer: Museo e Parco di Kalkriese, in costruzione

Padiglioni, Sport & Wellness, Musei,

A Kalkriese, in Germania, è in fase di costruzione il complesso museale progettato dagli Architetti svizzeri Annette Gigon e Mike Guyer



Gigon - Guyer: Museo e Parco di Kalkriese, in costruzione L'edificio che ospita il museo consiste in un corpo a forma di parallelepipedo sopraelevato rispetto al suolo e costituito da un unico piano: esso presenta una struttura reticolare ricoperta di grandi placche metalliche e dispone di una torre alta circa 40 metri, la quale dirige la prospettiva dell'osservatore verso il luogo dello storico combattimento. Il sistema strutturale, congiuntamente alla suddivisione delle sale mediante pannelli mobili, consente un'elevata flessibilità per gli allestimenti museali, mentre l'esiguità dei materiali impiegati deriva dal preciso intento volto a semplificare la leggibilità degli interventi.
Sia il museo che i padiglioni sono rivestiti in ferro, con evidente allusione ai frammenti degli equipaggiamenti appartenuti ai soldati: tra l'altro, questo materiale si presta a molteplici trattamenti, grazie alla sua estrema duttilità, adattandosi alle diverse lavorazioni dei manufatti.

Il complesso architettonico si estende su una superficie di 24 ettari, che si caratterizza per la presenza di una fitta vegetazione, richiamando alla mente la formazione dell'antica brughiera.
Sul lato nord del parco il bosco si dirada in una serie di gruppi arborei a pezzature geometriche, delimitati da un sentiero di attraversamento pedonale. All'interno di quest'area si sviluppa un'articolazione di percorsi che permette di ricostruire le posizioni di battaglia e di immergersi nel luogo delle operazioni militari.
Ad esempio, il percorso delle legioni romane, situato sul bordo sinuoso del bosco e del bastione difensivo, è segnato dalla disposizione irregolare di placche metalliche a raso con il parterre erboso; invece, le vie di ritirata delle truppe germaniche e le strade derivanti dalla suddivisione agricola consistono in una rete di sentieri ricoperti di frammenti lignei.
Da questa serie di percorsi, attraverso la dislocazione in punti chiave di oggetti abitabili, vengono tracciati dei rimandi visivi tra opere che si traducono in veri e propri testi tematici, infondendo una processualità narrativa all'intero progetto.
Il percorso è il simbolo di un'opera "in progress", sostenuta da una logica additiva, in virtù della quale il progetto non tende ad uno stato finale assoluto, ma lascia spazio ad un progressivo allontanamento dalla sua fase iniziale.

Floriana De Rosa

Link:
www.gigon-guyer.ch

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×