1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. Frits Van Dongen

Frits Van Dongen


Biografia

Architetto olandese, Frits van Dongen (1946) si laurea nel 1980 presso la University of Technology di Delft e inizia una collaborazione con Kas Oosterhuis (1951), col quale realizzerà importanti pubblicazioni e progetti.
Nel 1985 fonda lo studio Van Dongen Architekten a Delft e col complesso Natal a Rotterdam dà il via a una serie di progetti residenziali su larga scala che, assieme ai masterplan, risulteranno un tratto distintivo della sua successiva produzione.
Tre anni più tardi fonda l'importante studio associato Architekten Cie (1988) assieme a Carel Weeber, Pi de Bruijn e Jan Dirk Peereboom Voller.

Oggi opera col suo studio Frits van Dongen Architecten en Planners (2018) con sede ad Amsterdam, attraverso una vasta rete multidisciplinare, allo scopo di dare a ogni progetto "una risposta specifica al suo contesto urbano e sociale", in modo economicamente consapevole, ponderato e duraturo "attraverso un metodo di lavoro di comunicazione e coinvolgimento del cliente".

Tra le sue opere spicca la progettazione del complesso residenziale The Whale (2000), realizzato nei docklands di Amsterdam e ispirato all’acqua circostante. Con la sua cadenza ritmica e un’area interna che diviene quasi un giardino pubblico, questo “mare” di edifici bassi (oltre 200 residenze di varia tipologia e uffici), esalta e ridefinisce il concetto di “closed block” e rappresenta una delle più importanti riqualificazioni urbanistiche realizzate negli anni Duemila.
Molto importante anche il grande complesso residenziale Funen ad Amsterdam (305 appartamenti, 3000 m² di uffici e parcheggi sotterranei), realizzato su un’ex zona industriale, una “città giardino” che combina in modo originale e articolato lo sviluppo paesaggistico con soluzioni abitative in una zona ad alta densità urbana.

Altre grandi opere sono il complesso residenziale e commerciale De Landtong a Rotterdam (1998); lo sviluppo urbano dell’isola artificiale di IJburg ad Amsterdam (1999); le torri per uffici Cap Gemini ad Utrecht (2004).
Van Dongen ha anche realizzato celebri spazi musicali e culturali quali l’Heineken Music Hall (2001) e il Conservatorio ad Amsterdam (2007) e la Filarmonica Concert Hall a Haarlem (2006).
Nel 2012 van Dongen ha creato un nuovo studio con Patrick Koschuch, già nel team di Architekten Cie, sotto il nome di Van Dongen-Koschuch Architects and Planners.

Tra i numerosi progetti realizzati dallo studio durante il periodo di collaborazione (2012-2019), si segnala il Kunstcluster (il “cluster dell’arte”, 2014) nella città olandese di Nieuwegein.
L'edificio fa parte di un più ampio processo di rinnovamento urbano che interessa il centro della città, prevedendo "un nuovo municipio con negozi, case e uffici sopra il livello della strada e un parcheggio sotterraneo" e risulta "composto di due blocchi: il teatro con il centro artistico e un parcheggio multipiano, con un negozio outlet al pian terreno” (The Plan).

"Il primo volume ospita un auditorium e un teatro di prosa: l’auditorium può contenere fino a 700 persone ed è dotato di podio e ampio palcoscenico, mentre il teatro di prosa, più piccolo, con capacità pari a 200 persone, ha un palcoscenico retraibile per adattarlo a diverse tipologie di evento (...) Il centro artistico, ubicato sopra il teatro, è uno spazio multifunzionale per corsi di musica, di danza e di recitazione. Completano il complesso tre foyer e il caffè del teatro che guarda sulla piazza centrale della città" (Domus).
Con Koschuch, van Dongen ha continuato a realizzare in Olanda grandi sale concerti e teatri: il Theatre de Kampanje a Den Helder (2015); lo Speelhuis Theatre ad Helmond (2018); il Musis Sacrum ad Arnhem (2018).

Per il complesso della sua opera in terra olandese ha ricevuto nel 2006 il Kubus del Reale Istituto degli Architetti dei Paesi Bassi (BNA). Nel 2011 è stato nominato Chief Government Architect dei Paesi Bassi, ricoprendo l'importante ruolo fino al 2015.
Tra gli altri, ha ricevuto il Korean Award for Collective Housing, assegnatogli per il distretto di Gangnam a Seoul e il premio BNA - Building of the Year Award per The Musis Sacrum, Arnhem.

Lunga e importante la sua carriera accademica: tra le molte sedi, l’Universitat Internacional de Catalunya a Barcellona.
Ha fatto parte della giuria della 1ª edizione del Next Landmark di Floornature 2012.
 
Frits van Dongen opere e progetti famosi
 
- Complesso residenziale Frame Houthavens (con Koschuch Architects), Amsterdam (Paesi Bassi), 2019
- Speelhuis Theatre (con Koschuch Architects), Helmond (Paesi Bassi), 2018
- Musis Sacrum (con Koschuch Architects), Arnhem (Paesi Bassi), 2018
- Hyatt Regency Hotel (con Koschuch Architects), Amsterdam (Paesi Bassi), 2017
- Bouwstart House (progetto, con Koschuch Architects), Delft (Paesi Bassi), 2017
- Theatre de Kampanje (con Koschuch Architects), Den Helder (Paesi Bassi), 2015
- Kunstcluster, Nieuwegein (Paesi Bassi), 2014
- Progetto Block A5 Gangnam District, Seul (Corea del Sud), 2013
- Edificio polifunzionale Ypenburg 19 Couperus, L’Aia (Paesi Bassi), 2012
- Progetto masterplan Toronto waterfront, Toronto (Canada), 2010
- Progetto edificio Social Affairs and Employment (SoZaWe), Groningen (Paesi Bassi), 2009
- Progetto di riqualifica della Stazione Sloterdijk, Amsterdam (Paesi Bassi)
- 24 residenze, Bosrijk, Eindhoven (Paesi Bassi), 2008
- Conservatorio di Amsterdam (Paesi Bassi), 2007
- Spazio shopping centre, Zoetermeer (Paesi Bassi), 2006
- Filarmonica Concert Hall, Haarlem (Paesi Bassi), 2006
- Complesso residenziale Funen, Amsterdam (Paesi Bassi), 2005
- Uffici Cap Gemini, Utrecht (Paesi Bassi), 2004
- Progetto edificio The Cultural Green Heart, L’Aia (Paesi Bassi)
- Heineken Music Hall, Amsterdam-Zuidoost (Paesi Bassi), 2001
- Cinema multisala Pathé-ArenaA, Amsterdam-Zuidoost (Paesi Bassi), 2000
- Complesso residenziale Batavia, Amsterdam (Paesi Bassi), 2000
- Complesso residenziale The Whale, Amsterdam (Paesi Bassi), 2000
- Masterplan per Haveneiland, IJburg, Amsterdam (Paesi Bassi), 1999
- Complesso residenziale De Landtong, Rotterdam (Paesi Bassi), 1998
- Appartamenti Delfts Blue, Delft (Paesi Bassi), 1998
- Teatro e sala concerti De Harmonie, Leeuwarden (Paesi Bassi), 1994
 
Sito ufficiale
 
www.fritsvandongen.nl
 

Correlati: Frits Van Dongen


Correlati

19-10-2021

Architecture and Adaptation - Comunità Resilienti Biennale di Venezia

Adattamento e resilienza, sono le parole chiave per affrontare il cambiamento climatico....

More...

18-10-2021

Mario Cucinella Architects e SOS - School of Sustainability nuova sede a Milano

Mario Cucinella Architects e SOS - School of Sustainability nuova sede a...

More...

07-10-2021

Floornature unico media partner dell’evento “BUILDING NATURAL CONNECTIONS”

In occasione di COP26, la Conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico, il Cambridge...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature